Echinacea purpurea, coltivazione

echinacea purpurea

Echinacea purpurea: coltivazione, quando e come seminare l’echinacea, dove reperire i semi di echinacea purpurea e tutte le istruzioni per coltivarla.

L’Echinacea purpurea, anche nota come echinacea viola, è una pianta medicinale molto popolare. Originaria del Nord America, l’Echinacea appartiene alla stessa damiglia del girasole. In questa pagina vedremo come coltivare l’Echinacea purpurea a partire dalla semina o dalla moltiplicazione vegetativa. 

Proprio come la nostra camomilla cresce spontaneamente ai margini dei vialetti, nelle zone collinari soleggiate o nei prati incolti, anche l’Echinacea purpurea si comporta da specie spontanea in molte località del globo. L‘Echinacea purpurea è molto comune nella parte orientale e sud-orientale degli Stati Uniti e cresce spontaneamente in molte province canadesi, in Ohio, nell’Ozarks e nella zona del Mississippi.

L’Echinacea purpurea è una pianta erbacea perenne che raggiunge un’altezza di circa 120 cm e a seconda del clima fiorisce dalla primavera fino al termine dell’estate.

Echinacea purpurea, coltivazione

La sua coltivazione è molto diffusa sia a scopo ornamentale (i suoi fiori sono ermafroditi e sono impollinati da farfalle, api e altri insetti impollinatori) sia per le molteplici proprietà dell’Echinacea.

Molte varietà sono state selezionate per la coltivazione ornamentale: in questo caso l’Echinacea purpurea presenta un fiori dai grossi petali.

Esigenze di suolo

L’echinacea preferisce terreni ben drenati, argillosi o sabbiosi, è poco influenzata dalla reazione di pH del terreno. La pianta è in grado di prosperare all’ombra e riesce a svilupparsi bene sia in terreni asciutti, sia in terreni umidi. Riesce a tollerare la siccità ma non i ristagni idrici.

Parassiti

Il nemico numero uno dell’Echinacea è la lumaca che si nutre dei suoi petali. Potrebbe interessarvi l’articolo: come allontanare le lumache.

Echinacea purpurea, moltiplicazione

Il metodo di propagazione più comune è la semina, tuttavia può essere coltivata con moltiplicazione per talee e altri metodi di divisione.

Per moltiplicare l’echinacea purpurea vi basterà prelevare delle talee basali, in alternativa, i ciuffi possono essere divisi in grappoli più piccoli e impiantati in contenitori fino al pieno attecchimento.

E’ possibile moltiplicare l’Echinacea con talea basaele con radici (si preleva un “rametto” erbaceo da 15 cm facendo attenzione ad asportare anche parte della radice).

Le talee prive di radice possono essere fatte radicare sfruttando un ormone radicante. In questo caso il periodo ottimale della moltiplicazione cade in primavera.

Ponete la talea di Echinacea in un vasetto dal diametro di 10 cm. Riempite il vasetto con un del terriccio fertile, da preferire sono i suoli commerciali perché privi di eventuali infestanti ma dato le scarse necessità dell’echinacea purpurea va bene anche il terreno dell’orto ben setacciato, a patto che sia privo di semi o residui di erbe infestanti.

Per migliorare le possibilità di attecchimento e velocizzare la vegetazione delle giovani talee di Echinacea purpurea prive di radice, è fortemente consigliato l’impiego di un radicante in polvere da aggiungere al substrato di propagazione o da far entrare in diretto contatto con l’incisione; tra i vari prodotti radicanti segnaliamo il radicante in polvere “Verde vivo”, proposto su Amazon con spedizione gratuite al prezzo di 12,60 €. Nel web e su Amazon sono molti i radicanti disponibili, avete solo l’imbarazzo della scelta.

Periodo ottimale per la moltiplicazione dell’Echinacea

La moltiplivazione dell’Echinacea può avvenire in primavera o in autunno.

Quando coltivare l’Echinacea Purpurea

Se la coltivazione di Echinacea Purpurea parte dalla moltiplicazione per talea, i periodi ottimali per iniziare a coltivare la talea sono quelli indicati in precedenza. Se la coltivazione parte con la semina, l’Echinacea purpurea va coltivata nelle giornate più calde della primavera inoltrata.

La semina dell’Echinacea Purpurea può avvenire anche al coperto, in questo caso potete anticipare la germinazione e iniziare la coltivazione in semenzaio già a fine febbraio / inizio marzo.

Echinacea Purpurea, i semi

Non è semplice reperire i semi di echinacea purpurea perché non tutti i vivai dispongono di questa specie di Echinacea, anche se è la più diffusa. Se neanche il vivaio di fiducia vi può fornire i semi di echinacea purpurea, potete sfruttare la compravendita online: a “questa pagina Amazon” trovate le classiche bustine disponibili anche per pochi euro e con spese di spedizioni gratuite.

Pubblicato da Anna De Simone il 11 marzo 2016