Come costruire una lampada

creare una lampada

Se siete in procinto di acquistare un nuovo oggetto, rifletteteci: non è che potete crearlo con il fai da te? Tavolini, sedie, scaffali… sono molti gli oggetti che possono essere realizzati con il fai da te, un esempio facile è dato dalla costruzione di una lampadaCostruire una lampada non è affatto difficile come spesso accade, basta la buona volontà e un po’ di esperienza.

L’arte dei fai da te si sposa bene con il riciclo: per creare una lampada o un lampadario, servono pochi elementi di partenza, semplici da reperire e molto economici.

L’occorrente

  • un rotolo di spago dal calibro doppio
  • colla vinilica
  • palloncino gonfiabile
  • forbici
  • bicchiere o barattolo
  • pennello a punta piatta
  • pennarello
  • colore acrilico a scelta (opzionale)
  • guanti

Per non sporcare il tavolo da lavoro, si consiglia di coprirlo con dei vecchi fogli di giornali o un telo di cellofan fissato ai bordi del piano con del nastro adesivo.

In un barattolo, versata la colla vinilica e “allungatela” con qualche gocci d’acqua per renderla più fluida. Srotolate lo spago e immergetelo nel barattolo e pressate. Chi desidera una lampada di un determinato colore, può aggiungere alla colla vinilica della pittura acrilica e assicurarsi che la fibra dello spago si impregni per bene.

Gonfiate il palloncino. Gonfiatelo fino alle dimensioni che desiderate conferire alla vostra lampada. Annodate “la coda del palloncino” e sempre sul margine inferiore, tracciate una circonferenza: sarà il confine dove dovrete smettere di avvolgere lo spago, è qui che in futuro passerà la vostra lampadina.

Indossate un paio di guanti, prendete lo spago dal barattolo e iniziate ad avvolgerlo intorno alla forma del palloncino iniziando in questo modo: prendete l’estremità dello spago e poggiatela in senso verticale sul palloncino, fate seguire altri strati di spago e fermate il capo con qualche giro in senso orizzontale. Iniziate avvolgendo in senso verticale, alternando quello orizzontale e diagonale, in modo omogeneo, come per formare un gomitolo. Per ogni due strati di spago, se questo vi sembra troppo secco, spennellatelo con altra colla vinilica.

Lasciate tirare la colla vinilica e aspettate che lo spago sia ben secco. Rimuovete il palloncino: se questo è munito di valvola, potete sgonfiarlo e sfilarlo, altrimenti potete  punzecchiarlo con un paio di forbici; in ogni modo assicuratevi che lo spago sia del tutto asciutto! Avete così ottenuto la vostra lampada da fissare al muro o a un asse! Mi raccomando… scegliete una lampada fredda a basso consumo energetico!

Pubblicato da Anna De Simone il 9 settembre 2013