Cosa seminare a gennaio

Cosa semina a gennaio

Cosa semina a gennaio: elenco di ortaggi e verdure che si possono coltivare a gennaio nell’orto. Cosa piantare in pieno campo e cosa si può coltivare in serra.

Il freddo non è un limite per l’orto, esistono colture adatta anche per i mesi più freddi dell’anno. Chi tra i buoni propositi per il nuovo anno prevede l’allestimento dell’orto, il mese di gennaio può essere quello giusto per iniziare. In questa pagina vedremo proprio cosa seminare a gennaio in pieno campo o in serra.

Cosa coltivare a gennaio

Iniziamo con le bulbose e tutte quelle verdure che crescono sotto terra: è intuibile, carote, aglio, porri e cipolle crescono sotto terra, quindi non temano le gelate superficiali.

Cosa piantare a gennaio

I grandi classici del periodo invernale sono broccoli, verze, cavoli e ortaggi della stessa famiglia che possono essere messi a dimora direttamente in pieno campo. Dato che ultimamente siamo tutti di fretta, passiamo a un rapido elenco degli ortaggi e delle verdure da coltivare a gennaio:

  • basilico*
  • carote
  • cavolfiori
  • cipolle
  • crescione
  • erba cipollina
  • fave
  • lattuga*
  • melanzane*
  • meloni*
  • peperoni*
  • pomodori*
  • piselli*
  • porri
  • prezzemolo
  • radicchio
  • ravanelli
  • rucola
  • sedano
  • spinaci
  • timo
  • valeriana e valerianella
  • zucchino*
  • radicchio da taglio
  • ravanelli
  • asparagi
  • finocchio*

Gli ortaggi contrassegnati cona asterisco, dopo la semina in ambiente protetto, non possono essere messi a dimora all’esterno ma tenuti sotto serra. Al sud Italia, infatti, è possibile anticipare a fine gennaio le semine di tutti quegli ortaggi tipici dell’estate a patto che poi la coltivazione, fino al mese di marzo, rimanga in ambiente protetto.

Cosa seminare nell’orto a gennaio

La semina in pieno campo è, in teoria, possibile. Tuttavia le temperature rigide di questo periodo tenderebbero a far tardare la germinazione, quindi consigliamo di eseguire le semine di gennaio in contenitori alveolati e, quando le piante avranno sviluppato dalle 4 alle 6 foglie, in base alla specie, trasferirle nell’orto. Chi non vuole prendersi la briga di troppe cure, e magari, al massimo, coprire le coltivazioni dell’orto con un foglio di tessuto non tessuto, potrà coltivare nell’orto, nel mese di gennaio, queste piante:

  • Carota
  • Aglio
  • Cavolgiore
  • Indivia
  • Lampone
  • Sedano

Come coltivare aglio a gennaio

L’aglio si può seminare da gennaio a marzo. Va coltivato in una zona in pieno sole. Esistono molte varietà di aglio, scegliete una da consumare fresca oppure, da conservare se intendete consumare il vostro aglio lungo tutto l’anno. L’aglio si semina a gennaio e si raccoglie tra maggio e giugno.

Come coltivare basilico a gennaio

Sì, avete letto bene. In alcuni casi è possibile anticipare la semina del basilico verso la fine di gennaio. Per tutte le info, vi rimando alla guida come seminare il basilico. Chi vuole coltivare basilico in casa, in ambiente protetto, può proseguire con la semina in qualsiasi periodo dell’anno.

Come coltivare carote a gennaio

Le carote sono un evergreen dell’orto. Si possono coltivare in qualsiasi periodo dell’anno. Certo, in caso di gelate la semina va fatta in ambiente protetto e sarebbe meglio proseguire con la messa a dimora in serra, tuttavia, per chi abita nel meridione d’Italia, non vi sono grossi problemi nel proseguire con la messa a dimora in pieno campo!

Tra le varietà più insolite, vi consigliamo la semina della carota viola. La carota viola è ricca di antocianine. Le antocianine sono pigmenti appartenenti alla famiglia dei flavonoidi, hanno un elevato potere antiossidante e stando a recenti studi proteggono il cuore e prevengono la comparsa di determinati tumori.

Chi preferisce può sfruttare la compravendita online: su Amazon una confezione di semi di carote viola si può comprare con 6,50 euro con spese di spedizione comprese nel prezzo. Per tutte le informazioni vi invito a visitare la pagina: semi di carote viola.

Come coltivare cavolfiore a gennaio

Il cavolfiore è molto versatile. Si può seminare da gennaio fino a settembre. Chi preferisce può scegliere la varietà di cavolfiore viola, anche questa ricca di antocianine. Per la semina in pieno campo del cavolfiore viola, assicuratevi che la temperatura, anche di notte, non scenda mai sotto gli 8°C, ciò significa che, chi abita in zone di montagna nell’estremo Settentrione d’Italia, dovrà attendere almeno metà primavera.

Per la varietà del cavolfiore viola, vi rimando a questa pagina Amazon, dove una bustina di semi di cavolo viola di Sicilia è proposta al prezzo di 7,56 euro. Certo, se vivete in terra sicula sarà più conveniente reperire i semi presso il vostro consorzio agrario di fiducia.

Come coltivare i lamponi

La semina si esegue da gennaio a marzo. Anche i lamponi vogliono piena esposizione solare e, quando iniziano ad aumentare le temperature, sarà necessario irrigare con regolarità.

Come concimare il terreno prima delle semine di gennaio

Per evitare l’impiego di concimi artificiali si può procedere col rendere il terreno più fertile utilizzando una tecnica della tradizione contadina: prima della semina o della messa a dimora, si dovrà procedere con un’aratura profonda 30-40 centimetri così da interrare del letame ben maturo o altro fertilizzante organico, va bene anche il compost a patto che sia ben decomposto e ormai trasformato in terriccio fertile.

Pubblicato da Anna De Simone il 16 novembre 2017