Come vidimare registro rifiuti

I registri di carico e scarico rifiuti si possono vidimare solo alla Camera di Commercio come previsto dall’articolo 2 comma 24 bis del Decreto legislativo n. 4/2008.
La vidimazione dei registri va effettuata alla Camera di Commercio competente territorialmente. Si intende la provincia in cui l’impresa ha sede legale o quella della provincia in cui è situata l’unità locale presso la quale viene tenuto il registro di carico e scarico

Come vidimare registro rifiuti. La procedura
I registri vanno presentati allo sportello insieme al “Modulo ricevuta documenti da vidimare” (scaricabile anche presso il sito della Camera di Commercio) e all’attestazione del versamento dei diritti di segreteria.
Il costo dei diritti di segreteria previsto per la vidimazione di ciascun registro è di € 30,00 da versare sul c.c.p.  intestato alla Camera di Commercio di competenza con la causale vidimazione registro rifiuti.
Il pagamento deve essere effettuato prima della consegna del registro da vidimare.
La vidimazione dei formulari di identificazione dei rifiuti è gratuita.

Con la ricevuta di presentazione si potranno ritirare i registri in data comunicata al momento della presentazione. I registri vanno presentati già numerati e col retro del foglio barrato, se non utilizzato e possono essere composti anche da fogli A4 numerati.
È vietato vidimare registri in bianco, ossia non intestati sulla prima pagina con i dati dell’impresa.
I registri possono essere composti anche da fogli A4 numerati.

Come vidimare registro rifiuti. Tempi di consegna
Salvo imprevisti, i registri di carico e scarico rifiuti vengono consegnati non prima di 15 giorni lavorativi dalla data di presentazione.

Come vidimare registro rifiuti. informazioni
i registri già vidimati dalla Camera di Commercio possono essere usati fino a esaurimento.
Il nuovo sistema telematico SISTRI sostituirà progressivamente l’attuale gestione cartacea dei rifiuti effettuata finora tramite i Formulari di identificazione e i Registri di carico e scarico.

Pubblicato da Anna De Simone il 11 gennaio 2013