Come verniciare il legno

come verniciare il legno

Come verniciare il legno: tecnica e consigli pratici per una verniciatura perfetta degli elementi in legno. Dalla preparazione del legno alla vernice migliore.

Per ottenere una verniciatura regola d’arte dobbiamo preparare il legno facendo in modo di intervenire su una superficie omogenea. In questa fase potrebbe essere indispensabile ricorrere allo stucco per il legno ed è sempre utile impiegare un raschietto per grattare via la vecchia vernice e una carta vetrata per rendere la superficie quanto più liscia possibile. La preparazione del legno deve avvenire all’aperto e con le opportune precauzioni: indossate una mascherina per proteggervi dalle polveri, guanti da lavoro e occhiali protettivi.

Preparazione del legno

Prima di verniciare il legno è necessario prepararlo, quindi:

1) Stuccate
Osservate la superficie, se sono presenti scheggiature o crepe, colmatele con dello stucco per il legno da applicare con una spatola o con le dita. L’applicazione con le dita è utile per i lavori di precisione ma ricordate di indossare guanti di lattice.

2) Carteggiate
Attendete i tempi di solidificazione dello stucco (più di 12 ore se lavorate in ambiente umido) e procedete a rimuovere, con un raschietto, tutta la vernice sollevata dal legno. In seconda battuta carteggiate con una carta abrasiva di grana 80 e poi con una di grana 120. La carta abrasiva va passata seguendo le venature del legno.

3) Pulite
Pulite il legno usando, preferibilmente, una pistola ad aria compressa connessa a un compressore. In alternativa potete usare una o più bombolette spray ad aria compressa o semplicemente delle spazzole. Questo lavoro è noioso, è vero, ma va fatto con la massima accuratezza: in caso di residui la vernice non aderirà al legno restituendovi un risultato penoso.

4) Acqua ragia
Dopo aver rimosso la polvere, terminate la pulizia passando sulla superficie in legno uno straccio imbevuto di acqua ragia.

Questi quattro passi sono validi se il legno già trattato è molto datato. Al contrario, se il legno trattato è ancora integro e la vernice non presenta alcuna crepa ne’ segni di cedimento, sarà necessario proseguire, in via preliminare, con l’applicazione di uno sverniciatore. In questo contesto vi invitiamo a leggere l’articolo Come eliminare la vernice dal legno.

Come verniciare il legno

Avete terminato i 4 passi descritti? Sì? Allora il legno è pronto per essere verniciato!

Se in questa fase avete indossato una mascherina protettiva per le polveri, nella seconda fase dovrete indossare una mascherina protettiva contro le inalazioni dei solventi.

1) Pittura di fondo e pennello

Per verniciare il legno vi servirà passare una prima mano di pittura di fondo. In caso di superfici irregolari, la vernice sul legno si applica con il pennello per smalto (classico pennello a setole morbide), al contrario, se la superficie è regolare potete usare un pennello a rullo o mini-rullo, molto più pratico, preciso e veloce.

In caso di scalanature e angoli, usate un pennello a punta tonda che vi consentirà di stendere bene il colore.

Leggete sempre sulla confezione d’acquisto della vernice per rispettare i tempi di asciugatura. Ricordate di prolungare i tempi di asciugatura se lavorate in un ambiente umido.

2) Come verniciare il legno per ottenere un effetto naturale

Per ottenere un effetto naturale lasciate le venature a vista utilizzando una vernice trasparente color legno oppure color pastello.

3) Come verniciare il legno e ottenere un effetto laccato

In commercio esistono diverse pitture per il legno che conferiscono al complemento un effetto laccato. Non manca il flatting trasparente a base d’acqua ma per ottenere una laccatura degna di nota, vi consigliamo l’impiego di una vernice vetrificante a base d’acqua. Il vetrificante, soprattutto se passato con generosità e in più mani, conferisce al legno un aspetto lucidissimo.

4) In caso di smalto

Se decidete di verniciare il legno con lo smalto, evitate di lavorare all’aperto in zone esposte al sole. Lo smalto per il legno non è adatto se l’oggetto da pitturare dovrà essere conservato in un ambiente chiuso: gli smalti sono nocivi e sono consigliati solo se l’oggetto da verniciare farà parte di un complemento d’arredo da tenere in giardino o in ambienti esterni.

Pubblicato da Anna De Simone il 9 aprile 2016