Come sgrassare il forno con ingredienti naturali

Come sgrassare il forno

Come sgrassare il forno con rimedi naturali: istruzioni su come pulire a fondo il forno usando rimedi fai da te o prodotti naturali.

Il forno è uno degli elettrodomestici più soggetti alla sporcizia. Gli alimenti che vi cuociamo, soggetti alle alte temperature, possono rilasciare grassi e altre sostanze che si accumulano all’interno dell’elettrodomestico.

Come è possibile eliminare gli eccessi di grasso e i residui di incrostazioni che si accumulano nel forno? Oggi in vendita troviamo diversi prodotti per la pulizia del forno, ma non sempre sono la soluzione migliore. Solitamente, contengono sostanze chimiche tossiche e a volte non garantiscono una pulizia ottimale come invece fanno altri metodi di pulizia. Un’ottima opzione per una buona igiene del forno è ricorrere ai prodotti naturali. Scopriremo insieme alcuni rimedi fai da te e prodotti bio utili per pulire a fondo il forno.

Come sgrassare il forno con rimedi naturali

I prodotti naturali sono un’alternativa eccellente per le pulizie domestiche in quanto eliminano in maniera efficace il grasso e lo sporco, oltre a rispettare l’ambiente senza inquinarlo. A tal proposito vi illustriamo come sgrassare il forno con ingredienti naturali facilmente reperibili in casa.

  • Sale per la pulizia del forno

Siamo abituati ad associare l’impiego del sale in cucina per insaporire le pietanze. Eppure, questo prodotto così economico e facile da reperire può essere molto utile per disinfettare e pulire il forno in maniera naturale. Ecco come utilizzare il sale per pulire il forno.

Versate in un recipiente ½ litro di acqua e 250 grammi di sale e mescolate. Distribuite questo composto sulle pareti del forno, soprattutto sulle zone dove ci sono macchie di grasso o residui di cibo.

Lasciate agire il composto dai 15 ai 20 minuti e rimuovetelo aiutandovi con una spugna umida.

Come eliminare i cattivi odori del forno

Forse, anche dopo aver pulito il forno in questo modo, rimarranno gli odori. Per eliminare questi sgradevoli odori, mescolate ½ litro di aceto di vino bianco e 250 grammi di sale. Fate in modo che il sale si sciolga e trasferite il liquido in un flacone dotato di nebulizzatore. Spruzzate il prodotto sulle pareti del forno e lasciatelo agire per qualche minuto. Infine, rimuovete i residui con una spugna umida.

  • Il limone igienizzare il forno

Il limone è un prodotto dalle proprietà antibatteriche ed antisettiche efficace nell’eliminare il grasso e i microrganismi che si accumulano all’interno del forno quando è sporco. L’aroma gradevole del limone permette anche di eliminare i cattivi odori.

Per la procedura basta tagliare due limoni a metà e spremerliper ricavarne il succo. Successivamente, trasferire il succo in una casseruola e metterla in forno. Accendere il forno a 250° per 30 minuti. Una volta trascorsa la mezz’ora, rimuovere la casseruola e pulire le pareti del forno con un panno.

  • L’aceto e bicarbonato di sodio per pulire il forno

L’aceto di mele è un altro prodotto per eccellenza per la pulizia della casa. Se combinato con il bicarbonato di sodio, l’aceto potenzia le sue proprietà e garantirà risultati notevoli.

Per la preparazione basta mescolare una buona quantità di aceto di mele con del bicarbonato di sodio e conservate il tutto in un flacone dotato di nebulizzatore.

Successivamente, spruzzare il prodotto su tutte le pareti del forno e impostare alla temperatura di 120° per 10 minuti. Poi, lasciare raffreddare il forno ed eliminare i grassi e lo sporco con una spugna umida.

Come eliminare le incrostazioni difficili

I rimedi appena descritti risultano perfetti per eliminare macchie di unto e di grasso nel forno. Tuttavia, quando queste macchie sono presenti da molto tempo tanto da trasformarsi in incrostazioni, i rimedi descritti potrebbero non bastare. In caso di incrostazioni persistente è possibile utilizzare un rimedio specifico.

In questo contesto badate bene alla scelta perché se vi recate al supermercato la gran parte dei detersivi in commercio sono molto aggressivi, tossici per la salute dell’uomo e per l’ambiente. Ciò vuol dire che non solo fanno male alla vostra salute e a quella dell’ambiente, ma rischiano di lasciare residui altrettanto persistenti nel forno. Con il calore, questi residui finiranno sul cibo che ingerite.

L’ideale sarebbe impiegare un prodotto efficace ma che sia biologico e biodegradabile (che si deteriora spontaneamente nel giro di poco tempo). Parlando di prodotti naturali per la pulizia del forno non posso fare a meno di segnalarvi un pulitore in pasta dalla Franke. Non è abrasivo e presenta pro e contro.

Mi permetto di segnalarvi questo prodotto perché testato da me in prima persona per la pulizia del mio forno a vapore. E’ riuscito a rimuovere incrostazioni di cibo che neanche la funzione pirolitica era riuscita a eliminare!

Tra i vantaggi vi dico subito che è facile da usare: vi basterà bagnare con acqua la spugnetta in dotazione e passarla sulle superfici del forno. Come vi ho già detto, si tratta di un prodotto biologico e naturale, privo di sostanze dannose o abrasive. Nel suo campo è piuttosto versatile perché si può usare su:

  • ghisa
  • acciaio lucido
  • acciaio spazzolato / satinato
  • superfici ossidate
  • acciaio inox
  • acciaio classico

Tra i contro: la spugnetta in dotazione diventa subito grigio/nera, quindi va lavata spesso. Il prodotto ha un fresco odore di limone, non male se considero che tutti i prodotti provati in passato avevano un terribile odore pungente.

Altro svantaggio, le istruzioni sono solo in tedesco, ma come premesso, l’impiego è semplice: basta strofinare la spugnetta sulla superficie da trattare! So che sulla scheda del prodotto non è scritto che è “biodegradabile” ma sulla confezione d’acquisto si legge chiaramente: “Umweltfreundlich und biologisch abbaubar!” Che significa “Ecologico e biodegradabile.

Prima di comprarlo pensavo che un altro svantaggio fosse il prezzo (un vasetto da 125 ml su Amazon si compra con 15,99 euro e spese di spedizione gratuite), tuttavia ho appurato che ha un’ottima resa perché è necessario uno strato sottilissimo di prodotto per pulire superfici piuttosto estese. Usate poco prodotto non solo per l’elevata resa ma anche per rendere più semplice l’operazione finale di risciacquo.

Per tutte le informazioni vi rimando alla scheda Amazon del prodotto: Frake Pasta per pulire e lucidare.

Pubblicato da Anna De Simone il 5 agosto 2017