Come scegliere la cappa

scegliere la cappa

Come scegliere la cappa: tutte i consigli e le indicazioni per scegliere in modo consapevole la migliore cappa da comprare in base alle proprie esigenze.

Se avete deciso di comprare una nuova cappa possono sorgere dubbi su quale modello orientarsi. In commercio esistono cappe che si differenziano per struttura e tipo di funzionamento, prima di esaminare le varie proposte del mercato vi forniamo un breve elenco delle cose da valutare per scegliere al meglio la cappa da cucina.

Come scegliere la cappa da cucina

Nella scelta della cappa da cucina dovete valutare:

  • La capacità di aspirazione massima della cappa; questo parametro va correlato non al numero di fornelli del piano cottura, piuttosto la capacità di aspirazione massima si sceglie in base alle dimensioni della stanza. Conoscendo le misure della stanza si ha un indice del volume d’aria contenuta, da qui si potrà scegliere la cappa migliore per i metri cubi d’aria aspirati all’ora.
  • La rumorosità durante il funzionamento: una cappa rumorosa potrebbe disturbare le conversazioni a tavola. Si consiglia di scegliere una cappa molto silenziosa soprattutto se il locale della cucina è in comune con la sala da pranzo.
  • L’efficienza energetica

In base alle dimensioni della cucina:
capacità di aspirazione massima della cappa 
-Per cucine fino a 10 m2 basterà una capacità di aspirazione massima di 200 m³/h.
-Per cucine dagli 11 ai 15 m2 sarà necessaria una capacità di aspirazione massima compresa tra i 220 e i 300 m³/h
-Per locali di dimensioni comprese tra i 16-20 m2, la capacità di aspirazione max dovrà essere compresa tra i 320 e 400 m³/h.
-Per cucine di 21-25 mq la cappa da scegliere dovrà disporre di una capacità di aspirazione massima compresa tra 420 e 500 m³/h.
-Per cucine di 26-30 mq la cappa da scegliere dovrà avere una capacità di aspirazione massima che va da 520 a 600 m³/h.
-Bisognerà scegliere una cappa da cucina dalla capacità di aspirazione compresa tra 620 – 800 m³/h se si dispone di una cucina dalle dimensioni di 31 – 40 mq.
Per cucine ancora più grandi consigliamo di scegliere una cappa da cucina da 820 – 1000 m³/h.

In base alla rumorosità della cappa:
decibel alla velocità massima 
I deciBell (dB), sono indicati in etichetta e segnalano la silenziosità dell’apparecchio. Se volete un ambiente tranquillo, dove la cappa non reca fastidio alla conversazione o all’ascolto di una canzone alla radio (o di un film in tv), meglio scegliere una cappa per la cucina fino a 55 dB. Se questo modello risulta troppo costoso, potete optare per una cappa dalla rumorosità compresa tra i 55 e i 63 dB. oltre questa soglia, il rumore della cappa inizia a disturbare la conversazione domestica e l’ascolto di radio o televisione.

Cappa aspirante o cappa filtrante?

Come premesso, sul mercato esistono diversi modelli di cappe. Si differenziano per la tipologia (da arredo o da incasso), per il design (stile, finiture e colore) e per il funzionamento; abbiamo così cappe aspiranti e cappe filtranti.

La cappa aspirante necessita di un condotto, infatti i vapori vengono incanalati in un dotto di 10 o 12 mm di diametro che comunica con l’esterno attraverso una canna fumaria o un condotto periferico. La cappa aspirante aspira fumi e vapori in modo molto efficace e agisce in modo più rapido di una cappa filtrante.

La cappa filtrante è indicata in assenza di condotti che portano i vapori all’esterno. Questa cappa funziona rilasciando nell’ambiente l’aria aspirata dopo averla depurata grazie a un filtro a carboni attivi. In questo caso sarà necessario prestare attenzione al filtro facendo in modo che possa essere sempre in perfetta salute.

Se vi è piaciuto questo articolo potete seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook o tra le cerchie di G+, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 23 novembre 2014