Come pulire una serratura

Come pulire una serratura

Come pulire una serratura sporca di ruggine e che si blocca di continuo. Le istruzioni dettagliate per provvedere alla pulizia delle serrature arrugginite o sporche. Come sbloccare una serratura o pulire una serratura antica.

Come pulire una serratura antica

Se intendi pulire una serratura antica e magari si tratta di un pezzo d’antiquariato, meglio se ti metti da parte e contatti un restauratore esperto in metalli. La serratura antica, se arrugginita, andrebbe smontata e opportunamente trattata. Come? Dipende dallo stato di conservazione.

Se è semplicemente arrugginita, c’è chi consiglia di lasciarla “riposare” in acqua per 72 ore affinché l’ossido di ferro in eccesso, possa staccarsi naturalmente, senza eseguire alcuna limatura. Già, la carta abrasiva è bandita nei lavori di restaura e recupero di serrature antiche! Trascorse le 72 ore, la serratura va pulita all’interno con un prodotto specifico e all’esterno con una cera protettiva.

Se la serratura antica risulta molto arrugginita anche all’interno del foro, gli esperti in materia adoperano acido ossalico o processi di elettrolisi per facilitare il distacco della ruggine e dello sporco accumulato.

Come pulire una serratura vecchia

Se la serratura è semplicemente vecchia e il tuo scopo è semplicemente fare in modo che funzioni (quindi che possa consentirti di usare in modo efficace la chiave), puoi usare una bomboletta spray di aria compressa (la trovi su Amazon o dal ferramenta) e pulire l’intercapedine che consente l’accesso alla chiave. Una volta fatto questo, potrai passarci del lubrificante di tipo secco così come ti spiegherò per la pulizia della classica serratura bloccata.

come pulire una serratura bloccata

Come pulire una serratura che si blocca

Se hai a che fare con una serratura moderna che, a causa dell’ossidazione o dello sporco, non ti consente di girare più la chiave in modo agevole, oltre al un lavoro di pulizia dovrai eseguire un lavoro di lubrificazione. Come? Usando un agente lubrificante pulente secco!

Se in casa hai già un lubrificante olioso tipo Svitol (Arexons), WD-40, Ambrosol…. controlla la composizione. Quelli classici che trovi in commercio sono generalmente oliosi, quindi se la tua serratura è sporca andrebbero a peggiorare la situazione. Come? Questi lubrificanti, anche se hanno un effetto apparentemente positivo (di fatto dopo l’uso diventa più facile aprire e chiudere la porta), andando a ungere e bagnare il meccanismo della serratura, vanno a inglobare le particelle di polvere e di ruggine sfaldata sullo stesso meccanismo. Finché il lubrificante rimane umido, la serratura funziona… ma quando si secca, non solo il problema si ripresenta ma la serratura bloccata sarà più difficile da sanare.

I lubrificanti a secco, invece, sono a base di PTFE, per intenderci… se c’è qualche donna che mi legge, si tratta del teflon, la stessa sostanza che fino a qualche tempo fa era usata per realizzare la patina antiaderente delle padelle! Questo materiale non unge o “impasticcia” il meccanismo della serratura ma andrà a creare un rivestimento protettivo e poco avvezzo all’attrito (quindi indirettamente lubrificato!). Abbassando l’attrito tra i componenti della serratura, questa si sbloccherà facilmente. Quindi, se ti stai chiedendo come sbloccare una serratura bloccata dallo sporco e dalla ruggine, ti basterà impiegare il prodotto giusto a base di teflon.

Lubrificante per pulire e sbloccare la serratura

Se ti rivolgi a un ferramenta di fiducia, assicurati che ti stia dando un lubrificante a base di PTFE. In genere c’è scritto sulla confezione d’acquisto ma marchi come Svitol, non lo specificano.

Per esempio, oltre allo Svitol classico, dal ferramenta puoi trovare “Svitol asciutto” con la scritta “Dry”. Mentre se il ferramenta ti propone il lubrificante WD-40, assicurati che ci sia scritto “Lubrificate al PTFE”, mentre molti altri produttori aggiungo semplicemente la dicitura “lubrificante a secco“.

Oltre dal ferramenta, anche su Amazon puoi trovare lubrificanti specifici per pulire, proteggere e soprattutto sbloccare una serratura sporca. Non mancano tutte le marche citate fino a ora. Ci tengo a precisare che IdeeGreen.it non ha alcun legame con i produttori citati nel presente articolo, quindi sentiti libero di scegliere il lubrificate a secco che più preferisci (o magari semplicemente il più economico!).

Per farti un’idea dei prodotti citati e del costo di una bomboletta del lubrificante a secco ti invito a visitare questa pagina Amazon dove potrai vedere diverse proposte e farti un’idea su come deve essere il prodotto (le confezioni tra i lubrificanti oliosi e quelli a secco sono molto simili, cambiano le diciture e in alcuni casi i colori. Per esempio, svitol classico ha una confezione interamente gialla, mentre svitol al PTFE ha una confezione gialla e azzurra!).

Potrebbe interessarti: come verniciare una ringhiera arrugghinita

Pubblicato da Anna De Simone il 15 marzo 2018