Come omologare le gomme

Quando gli pneumatici montati sul nostro veicolo hanno misure diverse da quelle riportare sul libretto, bisognerà provvedere con l’omologazione. Se avete deciso di sostituire i vostri pneumatici con altre gomme, magari di dimensioni maggiori, questa guida farà a caso vostro.

Come omologare le gomme
Bisognerà compilare un’apposita documentazione per poi consegnarla ai funzionari della MCTC.

Recatevi presso la motorizzazione civile e spiegate all’incaricato cosa volete fare. A tal punto vi sarà consegnata una pratica da compilare e due bollettini da pagare. Nello specifico, dovrete consegnare e pagare:

  1. Domanda di visita e prova del veicolo da presentare allo sportello dell’Ufficio Provinciale della M.C.T.C. su mod. MC 2119 unitamente al mod. MC 2020, se necessario.
  2. Attestazioni di versamento su c/c postale degli importi relativi alla tariffa “3.1″ (vedasi “Tariffe M.C.T.C.” pag. Z.022/01).

Alla documentazione che vi consegnerà l’incaricato della motorizzazione civile, dovete allegare:

  1. Carta di circolazione del veicolo
  2. Dichiarazione di Nulla Osta rilasciata dal costruttore del veicolo
  3. Fotocopia delle pagine significative delle Tabelle CUNA.

Oltre a dover consegnare tutte le pratiche sopracitate, dovete essere pronti a fare una prova pratica presso la motorizzazione. A questo punto dovete avere le nuove gomme montate sul veicolo. Prima di fare la prova presso la motorizzazione, dovete passare per l’ufficio trasformazioni dove dovrà essere controllata la Dichirazione di Nulla Osta rilasciata dalla casa automobilistica che ha  prodotto la vostra vettura.

Alla motorizzazione vi sarà dato il via libera per il Collaudo e potrete circolare liberamente con le vostre gomme omologate. Il punto più difficile di tutta la trafila burocratica non è di certo la fila alla posta per pagare i bollettini! Piuttosto sarà difficile ottenere il Nulla Osta dalla casa costruttrice. Il Certificato di Nulla Osta della Casa Costruttrice può essere sostituito dalla relazione tecnica di un ingegnere meccanico regolarmente iscritto all’albo.

L’ingegnere dovrà certificare che i nuovi pneumatici non alterano la sicurezza della vettura. La relazione tecnica dovrà essere consegnata presso la motorizzazione. Dunque dopo aver ottenuto il nulla osta o la relazione tecnica dell’ingegnere, prenotate la prova presso la motorizzazione, montate le nuove gomme e andate a collaudo.

Non è facile trovare un ingegnere meccanico che si attesti la responsabilità di tale dichiarazione, soprattutto perché, in caso di incidente, dovrà poter dimostrare che gli penumatici sono tecnicamente e legalmente a posto. Quindi, sebbene avere il nulla osta dalla casa produttrice possa sembrare più arduo, risulta la strada più sicura.

Come omologare le gomme, i costi
Con il nulla Osta rilasciato dal costruttore del veicolo, i costi equivalgono ai due bollettini, rispettivamente di 6.20€ e 21€ e le eventuali spese di spedizione per la richiesta dello stesso Nulla Osta. Se ci si avvale della dichiarazione dell’ingegnere, il costo sarà a discrezione dell’esperto e potrà superare i 100 euro.

Foto | put.edidomus.it

Pubblicato da Anna De Simone il 14 luglio 2012