Come fare l’olio di noci

olio di noci

Imparare come fare l’olio di noci è piuttosto semplice ma prima ancora è necessario sapere perché lo si vuole fare andando a conoscere quali sono le sue proprietà e i suoi diversi utilizzi.

Possiamo infatti trovarlo in cucina, a condire deliziosi piatti, oppure in sala da bagno, per curare le nostre chiome. E’ un olio molto meno noto di quello di oliva e nessuno ci chiede di sostituire quest’ultimo con l’olio di noci ma come sapete amiamo la varietà che è alla base di ogni dieta sana, reputiamo quindi giusto conoscere questa alternativa ed utilizzarla di tanto in tanto, quando ne abbiamo voglia o ne sentiamo necessità.



Proprietà dell’olio di noci

Partiamo subito con il comprendere perché fare l’olio di noci, prima di capire come fare l’olio di noci. E’ un alimento noto soprattutto come integratore per il colesterolo ma è ricco anche di altre priorità ed è da ritenere certamente un alleato della nostra salute. L’olio di noci rispetta il rapporto ideale di acidi grassi insaturi che sono molto utili per il nostro organismo, anche se molti sentendo la parola “grassi” li demonizzano.

Contiene anche diverse vitamine come la C e la E, e alcuni sali minerali preziosi quali zinco, ferro, calcio e potassio. Tra i suoi effetti ci sono quelli anti-infiammatori e vasodilatatori ma anche quelli antiossidanti, grazie soprattutto alle vitamine presenti in buona quantità.

Aiuta a prevenire il cancro, contenendo acido ellagico, ed è un buon integratore di sali minerali. L’olio di noci può essere considerato un degno sostituto dell’olio di oliva possedendo una elevata quantità di omega 3, omega 6 e omega 9 .

Come fare l’olio di noci

Ora è il momento di rimboccarci le maniche e imparare come fare l’olio di noci che un tempo veniva ricavato da questi frutti proprio come quello di olive dalle olive. C’è però qualche passaggio differente, richiesto dalle differenze che ci sono tra noci e olive. Ad esempio per diminuire il tasso di umidità causato dalla presenza dei gherigli, è meglio effettuare una tostatura prima dell’estrazione. I gherigli hanno amidi molto ramificati che a contatto con l’acqua formano un reticolo spugnoso che ostacola il processo di estrazione dell’olio di noci e la resa cala.

Fase per fase, ecco come fare l’olio di noci. Iniziamo con il lavare e bollire le noci per poi farle essiccare in forno e tostate, come abbiamo già anticipato, per eliminare l’umidità rimasta. Ora che ne sono prive possiamo prendere le noci e macinarle il più possibile in modo da ridurle ad una pasta dalla consistenza oleosa. Questo composto deve essere sistemato in torchi che molto assomigliano a quelli utilizzati per il vino ma che hanno delle gabbie di acciaio inox e un panno filtrante per pressare la pasta e far uscire l’olio. Serve l’alta pressione per ottenerlo.

Dove acquistare l’olio di noci e a quale prezzo

Se siamo interessati a provare questa alternativa all‘olio di oliva, più che valida, possiamo acquistarne una bottiglia direttamente da Amazon. Ad esempio ce n’è una da 250 ml di olio di noci bio spremuto a freddo che sembra essere un’ottima occasione, perfetto sia per le insalate che per altri piatti.

bottiglia di olio di noci

La spremitura a freddo conserva aroma, valori nutrizionali e proprietà naturali e lo rende un ottimo condimento. Tutte le operazioni sono quindi state eseguite al di sotto dei 42°, l’olio ottenuto poi non viene nemmeno raffinato e non vengono aggiunti additivi o conservanti quindi è proprio 100% olio di noci biologiche

Come valutare la qualità dell’olio di noci

In generale per capire se l’olio è di qualità, è necessario chiarire alcuni concetti fondamentali che stanno alla base di questa valutazione, come ad esempio quello di resa. Più l’estrazione olio ha una resa alta, minore è la qualità del prodotto ottenuto, questo è scientificamente provato e c’è da dire che spesso quando la resa è alta si stanno utilizzando metodiche invasive e macchinari che prevedono l’impiego di composti chimici e di procedure che denaturano gli acidi grassi, trasformandoli e aumentando l’acidità libera. Insomma ne esce un olio ben diverso da quello che ci aspettiamo.

Per valutare la qualità dell’olio ci agganciamo al concetto dell’acidità libera e dalla sua composizione acidica. Più l’olio di noci possiede acidi grassi insaturi più è alta la sua qualità e quindi maggiori sono gli effetti benefici che può avere sul nostro corpo. Il rapporto ottimale tra omega 6 e 3 che ad oggi sembrerebbe giovare al nostro corpo è quelli di 5/1 e similmente vale per il rapporto tra omega 6 e 9. In queste condizioni gli enzimi prodotti dal fegato che trasformano gli acidi grassi porterebbero alla formazione di prostaglandine, trombossani e leucotrieni, sostanze preziose perché favoriscono la vasodilatazione, hanno un effetto anti-infiammatorio e riescono a ridurre il colesterolo cattivo nel sangue

Ricette con l’olio di noci

L’olio di noci come sostituto dell’olio di oliva si può utilizzare in alcune circostanze, a volte è perfino più gustoso e dona al piatto un gusto aromatico molto gradito. Possiamo ad esempio usare questo condimento per preparare una insalata con la vinaigrette alle noci. Prendiamo 6 cucchiai olio di noci, 2 di aceto bianco, 2 cucchiai erba cipollina, 200 gr broccoli, 1 insalata riccia, 1 radicchio rosso, 10 patate novella, 8 noce gherigli e 1 pezzetto di zenzero. Aggiungiamo anche sale e pepe e uno spicchio di aglio. Per la vinaigrette nello specifico ci servono zenzero, aceto, erba cipollina, aglio e olio di noci.

Prendiamo i broccoli in cimette e cuociamoli a vapore per 5 minuti in acqua salta e poi mescoliamoli con le due insalate che abbiamo già tagliato e lavato. Uniamo anche le patate già sbucciate e i gherigli. Ora passiamo agli altri ingredienti partendo dallo zenzero che va grattugiato e poi messo in una ciotola diluendolo con l’aceto, 2 prese di sale e l’olio di noci. Con una forchetta emulsioniamo e aggiungiamo pepe e erba cipollina. Infine prendiamo uno spicchio di aglio e schiacciamolo nella ciotola facendo riposare il tutto per una mezzora. Otterrete una vinaigrette davvero speciale, con un aroma curioso che potrà arricchire le vostre insalate.

Possiamo anche usare l’olio di noci come semplice ingrediente, di solito non per la cottura ma a crudo su insalate e verdure bollite, oppure per vellutate e zuppe calde in extremis. Il suo sapore peculiare si abbina bene anche a formaggi di vario tipo.

Olio di noci per i capelli

Non solo in cucina l’olio di noci può dare soddisfazione, lo troviamo in vendita anche come prodotto per trattare i capelli, la pelle del nostro viso e del corpo. Sempre su Amazon possiamo acquistare una bottiglia da 50 ml con olio naturale al 100% ricco di omega 3 che assicura una pelle migliore su tutto il corpo. Ha molte proprietà curative e lo possiamo usare anche per i massaggi, anche mescolato con altri oli essenziali o oli di base.

olio di noci capelli

Ti potrebbero interessare anche i nostri articoli correlati:

Pubblicato da Marta Abbà il 24 Gennaio 2021