Come fare foto subacquee

Come fare foto subacquee

Come fare foto subacquee: consigli per fare bellissime foto sott’acqua con la macchina fotografica, con una compatta subacquea o con l’iPhone. Guida per fare foto sott’acqua con l’iPhone.

Se vuoi fotografare la grande barriera corallina ci sono molte difficoltà che devi affrontare ma è molto più semplice farsi un selfie sott’acqua, magari in piscina o in mare aperto, a patto che tu sia a basse profondità.

Sì perché le foto subacquee presentano un grande limite: ad aumentare della profondità sbiadiscono i colori e la quantità di luce diminuisce. Sulla terraferma, la bassa luminosità si potrebbe risolvere aumentando i tempi ma… quando sei in fondo al mare è tutto più complesso.

Come fare foto subacquee

Per fare foto sott’acqua hai bisogno di un equipaggiamento specifico per la tua reflex oppure di una macchina fotografica compatta nata per l’uso sott’acqua. I vantaggi di una macchina fotografica subacquea sono numerosi: è facile da usare, facile da trasportare e presenta costi accessibili.

In commercio puoi trovare diverse macchine fotografiche subacquee, anche se la scelta non è vastissima. Nel 2010 la scelta obbligata era una Canon Digital IXUS 860 IS. Oggi la Canon rilancia con il modello PowerShot D30, che più come macchina fotografica subacquea si presenta come fotocamera compatta digitale per chi ama sport estremi: resiste e scatta foto fino a 25 metri, anche se nella realtà dei fatti è difficile spingersi oltre gli otto metri. Questo modello si compra con oltre 300 euro. Non manca una fotocamera subacquea Nikon, la Coolpix W100 che si compra con 146,99 euro ma che dà risultati insoddisfacenti anche a profondità ridotte (3 metri). Per le specifiche tecniche della fotocamera subacquea Nikon ti invito a visitare la sua scheda su Amazon, alla pagina ufficiale dedicata alla “Nikon Coolpix W100“.

Se non vuoi spendere troppo ma vuoi un prodotto di qualità (a mio parere, pari alla qualità proposta dalle ottiche della Coolpix W100), a “questa pagina Amazon” puoi trovare la fotocamera subacquea “Aquapix W1024-1” che si compra con meno di 60 euro.

Una volta acquistata la fotocamera subacquea, come fare foto sott’acqua? Semplicemente tenendo presente una sola regola: quando sei sott’acqua per fare belle foto devi avvicinarti al massimo al soggetto che vuoi fotografare. La vicinanza limita il fenomeno di “assorbimento selettivo” (quello che determina la perdita dei colori) e ti restituisce foto, per quanto possibile, più nitide e dalla maggiore vividezza dei colori.

In più, dovresti scegliere giornate con il mare calmo, i fondali mossi, anche se hai la mano ferma, ti restituiscono foto mosse! L’acqua torbida è un altro grande nemico della fotografia subacquea.

Come scattare foto subacquee con iPhone

Gli ultimi modelli iPhone (iPhone 7, iPhone 8, iPhone X) sono impermeabili e dotati di omologazione IP67 che sta per “Ingress Protection”, il 6 è il grado di protezione alla polvere, mentre il 7 è il grado di impermeabilità del dispositivo. In teoria con tutti gli iPhone impermeabili potresti scattare foto sott’acqua. Perché dico “in teoria”? Perché in pratica il touchscreen non risponde e diventa quasi impossibile farlo!

Come scattare foto sott’acqua con iPhone? 
Ti ho detto che il limite iniziale è la mancata sensibilità del touchscreen sott’acqua. Tale limite può essere presto raggirato. Come?

Prima di entrare in acqua, avvia la fotocamera e scatta le foto usando il tasto che in genere usi per aumentare il volume della suoneria.

In questo modo riuscirai a scattare foto sott’acqua con iPhone7, iPhone 8 o iPhone X e tutti gli iPhone impermeabili.

Un’altra strategia che ti consente di scattare foto subacquee con iPhone è l’uso di uno stand o “bastone per i selfie”; anche in questo caso dovrai avviare la fotocamera prima di entrare in acqua e scattare usando il comando che trovi sul bastone collegato con il bluetooth al tuo telefonino.

Ricorda una cosa, la sigla IP67 ti dice che il telefono è resistente all’acqua ma non che puoi portarlo con te durante un’immersione. Il tempo di permanenza/resistenza massima non è superiore ai 30 minuti, insomma, il tempo di un selfie e poi dovrai mettere lo smartphone al riparo. Se poi non vuoi proprio fare a meno del tuo iPhone durante un’immersione, dovrai acquistare un’apposita custodia subacquea, proprio come avviene per chi vuole scattare foto sott’acqua con la sua reflex.

Può essere utile: custodie iPhone per bicicletta

Pubblicato da Anna De Simone il 21 maggio 2018