Come essiccare l’origano in forno

origano proprietà

Dopo aver visto come conservare l’origano fresco, vedremo come si può essiccare nel forno. 
Come essiccare l’origano in forno: 
le istruzioni su come seccare l’origano in poco tempo, sfruttando il calore artificiale del forno al pari di un essiccatore elettrico.



Come essiccare l’origano in forno

  1. Avviate il forno alla temperatura più bassa possibile.
  2. Stendete l’origano su una teglia da forno. Cercate di distanziare l’origano quanto più possibile: create un solo strato di origano, ciò significa che se il vostro rametto presenta più ramificazioni, tagliatene una.
  3. Posizionate la teglia nel forno già caldo.
  4. Lasciate il portellone del forno semi aperto.
  5. Controllate l’essiccazione dell’origano ogni 5 minuti fin quando le foglioline non saranno del tutto secche.

Come capire quando l’essiccazione in forno è terminata?
Vi basterà prendere una fogliolina di origano, se questa si spezzerà con facilità sotto la pressione di due dita, sarà secca.

Conservate l’origano essiccato in forno in barattoli di vetro dalla chiusura ermetica.

Attenzione! L’origano essiccato in forno rischia di perdere un po’ del suo aroma. In alternativa potete essiccare nell’essiccatore o in modo naturale così come spiegato nell’articolo come essiccare l’origano.

Consigli:
Raccogliete l’origano da essiccare quando i fiori sono già spuntati.
Insieme all’origano, provate a essiccare anche qualche fiore: i fiori di origano possono essere splendide decorazioni per le vostre portate.

Essiccare l’origano e altre erbe aromatiche con essiccatore: quando conviene?

Dopo avervi spiegato come essiccare l’origano in forno e senza essiccatore, vediamo un po’ quali sono i vantaggi dell’essiccatore!

Diciamolo subito: se essiccate le erbe aromatiche una volta all’anno, non vale la pena affrontare la spesa di un essiccatore elettrico. Certo, si trovano essiccatori anche al prezzo di 30 euro, ma perché ritrovarsi con un elettrodomestico ingombrante se lo usate una sola volta all’anno?

Al contrario, se durante l’anno essiccate diverse erbe aromatiche e magari vi piacerebbe essiccare peperoncini piccanti, camomilla, prezzemolo, pomodori e funghi… valutate l’acquisto di un essiccatore che certamente vi restituirà un prodotto finito meglio essiccato e più durevole.

Tra i vari essiccatori in commercio, con un buon rapporto qualità/prezzo (costa 42 euro), vi segnaliamo l’Essiccatore Beper, particolarmente comodo quando si tratta di essiccare erbe aromatiche ma molto versatile. Vi abbiamo consigliato questo prodotto perché consuma 245 Watt (di solito, quelli che offrono le sue stesse capacità ne consumano almeno il doppio) e perché in uno spazio ristretto riesce a restituire un’ottima resa in termini di spazio (possiede vaschette impilabili l’una sull’altra e quindi può essiccare su cinque livelli diversi). Essicca in un range di temperatura che varia da 35 a 70°C. Anche se 35 °C richiedono più tempo, vi consigliamo di sfruttare l’essiccatore a questa temperatura.

Pubblicato da Anna De Simone il 17 aprile 2015