Come conservare l’origano fresco

conservare origano fresco

Come conservare l’origano fresco o essiccato, ecco la guida pratica su come si conserva l’origano per poterlo consumare fresco o secco 365 giorni all’anno.

Come usare l’origano fresco
L’origano fresco può aromatizzare pesce e carni, può altresì essere usato per arricchire insalate verdi, insalate di pomodoro e cetrioli. Con le foglie di origano fresco si possono insaporire melanzane alla griglia o zucchine lessate, soprattutto preparando un condimento dato dalla combinazione di origano fresco, trito di aglio, aceto, olio, sale e peperoncino!

L’origano fresco può essere usato per preparare il classico sugo alla pizzaiola. In questa preparazione si fanno soffriggere, in olio evo bollente, due spicchi d’aglio tagliati a fettine sottili e pomodori freschi spellati, privati dei semi e tagliati a pezzi; il sugo va cotto a fiamma media e va insaporito con sale, pepe e foglie di origano fresche.

Per poter godere del contributo dell’origano fresco tutto l’anno, potete provare a conservare l’origano in freezer, sott’olio o sotto sale, seguendo le nostre ricette.

Come conservare l’origano fresco 
Il modo migliore per conservare l’origano fresco prevede l’impiego del freezer ma nulla vi vieta di preparare dei barattoli con origano sott’olio o sotto sale.

Cubetti di origano fresco pronti all’uso
Per prima cosa, staccate tutte le foglioline di origano fresco dal gambo, lavate le foglie e lasciatele asciugare bene: è importante che le foglie siano ben asciutte prima di essere conservate per lunghi periodi. Aggiungete un filo d’olio.

Ponete l’origano in un trita-verdure o tagliate le foglie grossolanamente con la mezzaluna. Ponete il composto ottenuto in sacchetti di plastica trasparenti, datateli e conservateli in freezer. In alternativa, potete riempire le classiche formelle di ghiaccio con grandi quantità di origano fresco tritato e pressato, il risultato ottenuto sarà come quello nella foto in alto. In questo modo, l’origano potrà essere usato anche “a crudo”.

Origano sott’olio
Se siete certi di impiegare l’origano in sughi o portate calde, potete conservare le foglie intere sempre sfruttando le basse temperature del freezer ma questa volta dovrete immergerlo in un eccesso di olio: riempite le formelle del ghiaccio con le foglie di origano e questa volta, senza pressarle, colmate gli spazi della formella con dell’olio extravergine d’oliva.

Olio e origano dovranno essere posti nel freezer, al momento della cottura vi basterà staccare il cubetto e metterlo nella pentola. C’è anche chi conserva l’origano sott’olio in credenza, al buio; se l’idea vi stuzzica, per quest’anno, provate con un solo barattolino: attenzione a non far creare bollicine d’aria nel barattolo! Se va bene, l’anno prossimo fate il bis!

Pesto di origano
Chi preferisce può creare un pesto di origano, in questo caso le foglie andranno tritate più finemente o inserite nel mixer da cucina.

Per altri metodi di conservazione, potete sfruttare le idee presentate nell’articolo Come conservare il prezzemolo.

Pubblicato da Anna De Simone il 14 aprile 2015