Come diventare Naturopata

Sentiamo spesso parlare di benessere psicofisico e rimedi naturali, è proprio a tale riguarda che in Italia stanno nascendo scuole di naturopatia ma chi è il naturopata? Di che cosa si occupa questa figura professionale? E soprattutto, come si diventa Naturapata?

Secondo le analisi dell’Unione Europea, nell’ambito del personale di assistenza alla salute, si apriranno nuove prospettive lavorative; in particolar modo, gli orientamenti dell’UE mettono in evidenza gli sbocchi occupazionali per coloro che sapranno utilizzare quelle metodiche legate a un approccio a misura d’uomo e soprattutto, per gli operatori che si accosteranno all’asse della visione psicosomatica.

Ma che cosa è la Naturopatia? Senza dubbio si tratta di una disciplina bionaturale che si ispira alla visione olistica di mente e corpo e sfrutta tutti i mezzi naturali per metterli al servizio del benessere psicofisico e per migliorare la qualità della vita quotidiana. Oggi è vista come un ottimo coadiuvante della salute e del benessere e metodo efficace per la prevenzione di numerose patologie.

I dati statistici sia di rilevanza nazionale (ISTAT) che internazionale (indagini effettuate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità), hanno rilevato che sempre un numero maggiore di persone si affida a forme di medicina non convenzionali, così, un terzo della popolazione, per la cura della propria salute, si affida ad agopuntura, omeopatia, fitoterapia e simili.

Con il settore del “benessere naturale“, si affaccia una figura professionale che ha competenze nelle tecniche di trattamento che si riallacciono alle Tradizioni Orientali e Occidentali, un operatore del benessere che sposa in pieno le leggi della Natura. E’ così che nasce il Naturopata.

Dove lavora il Naturopata? Opera in palestre, centri termali, centri estetici, centri fitness, strutture di assistenza pubblica ma anche in case per l’infanzia e per la terza età, presso studi medici e altri ambienti analoghi. Gli ambiti in cui opera possono essere di tipo educativo, mediante informazione e campagne di sensibilizzazione per conoscere e gestire il proprio equilibrio psicofisico e opera in ambito di tipo Assistenziale e presta il suo ausilio nelle strutture sopra citate.

Oggi in Italia non è stata giuridicamente riconosciuta la figura professionale del Naturopata. Non vi è un quadro nazionale,tuttavia esistono delle normative regionali nella Lombardia, Toscana, Emilia Romagna e Liguria, leggi che aspettano solamente di essere operative così da riconoscere giuridicamente la figura professionale del Naturopata e di conseguenza, le scuole e i processi formativi per il riconoscimento di tale ruolo.

Tra i principali corsi di formazione ad hoc, segnaliamo la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza, patrocinata dalla Scocietà Italiana di Medicina Psicomatica e dalla Società Italiana Scienze del Benessere. Il corso si rivolge a tutor, fisioterapisti, nutrizionisti, personal trainer, operatori del settore estetico ma anche a erboristi e figure simili. I corsi sono triennali e sono attivi a Milano, Torino, Verona, Bologna e Roma. Terminato l’iter formativo, attraverso la Federazione Italiana dei Naturopati Riza, il candidato potrà accedere al Corso Seminarile Universitario per Naturopati, organizzato dall’Università degli Studi di Milano.

La scuola Riza è diretta da un comitato scientifico molto qualificoto che vede personaggi Cattedratici delle Università italiane e straniere. Il presidente dell’istituto è il dottor Raffaele Morelli mentre l’incarico del direttore è affidato al dottor Vittorio Caprioglio.

Pubblicato da Anna De Simone il 4 marzo 2012