Come coltivare la zucca centenaria

zucca centenaria

La zucca centenaria appartiene alla famiglia botanica delle Cucurbitacee ed è conosciuta in Italia anche come zucca spinosa, zucca o zucchetta messicana o ancora, chayote. La zucca centenaria è un ortaggio insolito da coltivare ma per il suo sapore e per la forma dei suoi frutti, si sta via via diffondendo negli orti familiari. 

La zucca centenaria (Sechium edule), produce frutti dalla tipica forma a pera, lunghi da 10 a 18 cm, che presentano solchi e buccia ricoperta da aculei piuttosto pronunciati. Ogni zucchetta spinosa pesa in media 200 grammi e ha un colore verde chiaro, anche se alcune varietà sono caratterizzate da una tinta giallo-avorio.

Come coltivare la zucca centenaria

La zucca spinosa si adatta bene a diversi tipi di terreno, anche se predilige quelli più sciolti e ben dotati di sostanza organica. Si può coltivare in tutta Italia, eccetto nelle zone di montagna perché non sopporta i climi freddi: per vegetare la pianta ha bisogno di temperature comprese tra i 18 e i 24 °C.

Quando coltivare la zucca centenaria 
La coltivazione della zucca centenaria si può avviare al Nord quando non c’è più pericolo di gelate: tra fine aprile e inizio maggio. Al Centro-Sud, la zucchetta messicana si mette a dimora già a fine marzo.

Come si procede per la messa a dimora 
Chi ha a disposizione frutti della precedente stagione, potrà interrarli leggermente. Nel caso non si abbiano a disposizione zucchette di un precedente raccolto, queste possono essere acquistati presso rivenditori di prodotti ortofrutticoli. La messa a dimora deve assicurare a ogni pianta molto spazio: la zucca spinosa vegeta abbondantemente, bisogna porre le piante a una distanza di 2 metri tra le file e 2-3 metri sulla stessa fila.

Poiché la vegetazione è rigogliosa e ogni pianta porta numerosi frutti, la zucca spinosa necessita di strutture di sostegno: predisponete una rete (sia di materiale plastico, sia che elettrosaldate come quelle impiegate in edilizia) alta almeno 2 metri. L’ideale è coltivare la zucca centenaria nei pressi di una rete divisoria o di recensioni preesistenti.

La zucchetta centenaria si raccoglie da agosto fino a settembre-ottobre, nell’Italia meridionale il raccolto può protrarsi fino a novembre inoltrato. Per raccogliere le zucchette spinose sarà necessario premunirsi di forbici con cui recidere il peduncolo, per maneggiare questi ortaggi si consiglia di indossare un paio di guanti. Quando le zucchette sono ben mature, queste si staccano da sole (se ne trovate qualcuna a terra, non scartatela, potrebbe essere buona) o quando appena sfiorate.

chayote coltivare

La coltivazione della zucchetta centenaria è molto conveniente anche nei piccoli orti o per chi coltiva in vaso: da una singola pianta è possibile raccogliere fino a 100 frutti. Se conservate a una temperatura di circa 10 °C, le zucchette possono essere conservate anche per alcuni mesi. In cucina, la zucca centenaria si prepara al pari degli altri tipi di zucca.

Se vi è piaciuto questo articolo potete seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook o tra le cerchie di G+, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 22 ottobre 2014