Come coltivare l’origano

coltivare l'origano

Come coltivare l’origano: istruzioni pratiche sulla coltivazione dell’origano in vaso o nell’orto. Dalla semina al raccolto. 

L’origano è un genere di pianta aromatica di tipo erbaceo o sub-arbustivo, della famialiga delle Limiaceae. Esistono circa 45-50 specie di origano, quasi tutte originarie del bacino Mediterraneo. Le specie più coltivate e utilizzate dell’origano sono l’Origanum vulgare e la maggiorana, origanum majorana. In questo articolo vedremo come si coltiva l’origanum vulgare, cioè il comune origano da cucina.

L’origano, infatti, è tra le erbe aromatiche più utilizzate nella cucina mediterranea. L’intenso profumo stimolante riesce ad arricchire un gran numero di portate a base di pesce, insalate, carne o pizze.

Come coltivare l’origano nell’orto

Chi desidera coltivare l’origano nell’orto o nel giardino, potrà tracciare uno spazio da destinare alla coltivazione delle piante aromatiche. Chi ha un giardino può dedicare un’intera aiuola alle profumatissime piante aromatiche.

Per prima cosa, iniziate con la preparazione del terreno. L’origano, come la maggior parte di piante aromatiche, sono perenni, quindi bisogna lavorare al meglio il terreno e renderlo quanto più drenante possibile.

Nell’orto, l’origano può essere coltivato con erba cipollina, finocchio selvatico, lavanda, menta, rosmarino, salvia, lippia, e altre aromatiche delle esigenze affini.

Preparate il terreno a fine febbraio: rimuovete le infestanti e concimate con una buona dose di stallatico ben maturo in ragione di 3 – 5 kg per ogni metro quadrato di terreno. In alternativa potete usare del letame essiccato, in questo caso la dose è di 0,5 kg per metro quadro.

Interrate il concime, vagante e sistemate la superficie con un rastrello così da eliminare eventuali avvallamenti. La messa a dimora dell’origano può avvenire a partire dal mese di marzo al sud e nel mese di aprile al nord. Potete acquistare piantine già sviluppate presso i vivai o se desiderate, potete procedere con la semina in ambiente protetto per poi impiantare l’origano già sviluppato.

Come coltivare l’origano in vaso

Se avete un ampio balcone o una terrazza, potete provare a coltivare l’origano in vaso. Sul fondo del vaso, predisponete uno strato drenante dato da 2 cm di argilla espansa. Riempite il vaso con del terriccio leggermente calcareo e ricco di sostanza organica: in commercio non è difficile trovare del terriccio specifico per origano e altre piante aromatiche.

Come per tutte le aromatiche, anche per l’origano è meglio scegliere un vaso in terracotta o un vaso di tessuto che aiuta il terreno a non restare umido. Dopo aver comprato la piantina dal vivaio (o aver sviluppato le proprie piantine a partire dal seme), procedete con la messa a dimora adagiando delicatamente la piantina nel vaso e riempiendo gli spazi vuoto con del terriccio.

Idee, suggerimenti e curiosità sull’origano
Puoi coltivare più di una pianta d’origano per poi confezionare un regalo di qualità: nel linguaggio dei fiori l’origano da sempre è stata considerata una pianta che dà sollievo, conforto e salute.

Pubblicato da Anna De Simone il 14 aprile 2015