Come aromatizzare l’olio, la guida

come aromatizzare olio

L’olio aromatizzato è un olio di qualità a cui si aggiungono degli aromi di varia natura. Fare l’olio aromatizzato non è per niente complicato: basta mettere gli aromi dentro recipienti di vetro, riempire d’olio e lasciare riposare per almeno una settimana: se viene lasciato riposare per più tempo, il sapore risulterà più intenso. Ma vediamo nel dettaglio come aromatizzare l’olio, seguendo le nostre indicazioni.

In genere gli oli aromatizzati con aglio, basilico o maggiorana vengono impiegati per condire le verdure; quelli preparati con alloro, rosmarino, salvia o timo per condire le carni; quelli con finocchietto sono adatti per condire i pesci. L’olio al peperoncino si presta molto bene con grigliate, pastasciutte e legumi vari.

Come aromatizzare olio, cosa ci serve
Olio extra vergine di oliva
Bottigline di vetro sterilizzate con tappo
Etichette adesive per apporre ingredienti e data di preparazione
Spezie e aromi

Come aromatizzare olio, indicazioni utili
In caso di aromi che si rompono o lasciano delle impurità nell’olio, è necessario filtrare l’olio prima dell’impiego; se invece si utilizzano aromi che rimangono integri come per esempio aglio, peperoncino possono restare in infusione.
Assicuratevi che le erbe o le spezie siano già essiccate: è di vitale importanza per prevenire il rischio di Botulino, un batterio che può formarsi nelle conserve in olio. Pertanto evitate l’impiego di ingredienti freschi che possano generare muffe.
Se nella bottiglia scorgete qualche traccia di muffa bianca, buttatela immediatamente.

Come aromatizzare olio, come si prepara

  1. Dopo aver lavato per bene le bottiglie, mettetele a bollire in acqua per almeno 20 minuti
  2. Fatto ciò. Mettete le bottiglie sotto sopra ad asciugare e aspettate qualche ora prima di passare alla preparazione
  3. Lavate bene gli aromi e asciugateli con un panno pulito facendo attenzione a non romperli
  4. Mettete in ogni bottiglia le erbe aromatiche
  5. Riempite la bottiglia di olio facendola ruotare ogni tanto per eliminare l’eventuale accumulo di aria: bisogna inserire prima le erbe e le spezie, poi coprire con l’olio extra vergine d’oliva
  6. Chiudete bene la bottiglia e agitate delicatamente
  7. Fatto ciò, mettete a bollire le bottiglie in piedi in una pentola piena di acqua per circa mezz’ora: la testa della bottiglia deve rimanere fuori dall’acqua

Conservate in luogo fresco e asciutto per 20/30 giorni prima di consumare.

Come aromatizzare olio, consigli utili

  • Il basilico è preferibile usarlo da solo
  • Il rosmarino, la salvia e l’alloro possono andare insieme
  • L’aglio e il peperoncino insieme
  • Una volta aperti è bene conservare gli oli aromatizzati in frigorifero o, comunque, in un luogo fresco e asciutto.

Pubblicato da Anna De Simone il 6 maggio 2014