Cibi probiotici, cosa sono

cibi probiotici cosa sono

Cibi probiotici, cosa sono: cosa sono gli alimenti probiotici e come agiscono nel nostro organismo. Differenza tra cibi probiotici e prebiotici.

Tutti noi abbiamo sentito parlare dei fermenti lattici vivi contenuti nello yogurt ma solo poche persone sanno in che modo sono in grado di apportare benefici al nostro organismo. In più, lo yogurt non è l’unico alimento probiotico, sono molti i cibi probiotici senza lattosio e quindi adatti agli intolleranti a questo zucchero e a chi segue una dieta vegan. In questa pagina analizzeremo quali sono e cosa sono gli alimento probiotici.


Cibi probiotici, cosa sono

Per rispondere alla domanda “cosa sono gli alimenti probiotici?” ci rifacciamo alla definizione ufficiale rilasciata dalla FAO e dalla OMS.

Secondo la definizione ufficiale di FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura) e OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), i probiotici sono “organismi vivi che, somministrati in quantità adeguata, apportano un beneficio alla salute dell’ospite”.

cibi probiotici più popolari sono quelli che contengono i batteri lattici. I batteri lattici, per la maggior parte rappresentati dai lactobacilli e bifidobatteri, sono i più comuni tipi di microrganismi probiotici, anche alcuni lieviti e bacilli possono essere utili.

I fermenti lattici che vengono comunemente consumati insieme allo yogurt di latte vaccino, possono essere assunti anche con lo yogurt di soia. Oggi, l’industria alimentare fornisce yogurt di soia con aggiunta specifica di colture batteriche vive e attive. L’unico inconveniente è che i fermenti lattici non apportano alcun benefici all’organismo perché muoiono nello stomaco, quando entrano in contatto con i succhi gastrici acidi. Riprendendo la definizione di cibi probiotici della FAO e OMS, sono definiti probiotici solo quei microrganismi che si dimostrano in grado di esercitare funzioni benefiche nell’organismo! Queste funzioni sono esercitate a livello dell’intestino… quindi se i fermenti lattici muoiono nello stomaco, ancor prima di raggiungere il sito delle attività benefiche, non possono essere considerati probiotici.

Cibi probiotici, effetti benefici sulla salute

Quando si parla di alimenti probiotici si lascia troppo spazio alle generalizzazioni. I benefici non possono essere ricondotti a qualsiasi alimento funzionale (è così che vengono detti i cibi probiotici) bensì ai ceppe di microrganismi assunti mediante quella determinata fonte. In questo paragrafo vi riportiamo i benefici legati a determinati ceppi batterici.

Benefici per perdere peso 

Nei soggetti obesi è stata evidenziata un’alterazione della flora microbica. Insieme a una dieta ipocalorica e ben bilanciata, chi vuole perdere peso può sfruttare i benefici dei probiotici assunti con lo yogurt. Per quanto affermato in precedenza, non è necessario comprare “yogurt con fermenti lattici vivi” perché questi fermenti lattici sono destinati a morire a livello gastrico, andrà bene qualsiasi yogurt, ancora meglio se fatto in casa! Per info: Yogurt fatto in casa da bene o cremoso.

Benefici contro l’intolleranza al lattosio 

I batteri lattici sono in grado di convertire il lattosio in acido lattico, così, l’assunzione di determinati ceppi attivi può aiutare chi soffre di intolleranza al lattosio a digerire meglio il late.

Effetti benefici sulle difese immunitarie

Alcuni ceppi probiotici sono in grado di stabilire un dialogo incrociato con il sistema immunitario intestinale esercitando effetti benefici su di esso. Alcuni studi clinici hanno dimostrato inoltre che i probiotici possono diminuire l’incidenza di infezioni respiratorie.

Altri benefici

Gli alimenti probiotici svolgono altri benefici durante la gravidanza e l’allattamento, ci aiutano a prevenire infezioni in caso di interventi chirurgici o ferite, proteggono il nostro apparato urogenitale, ci aiutano a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e riducono la pressione arteriosa.

Differenze tra Alimenti probiotici e prebiotici

L’azione prebiotica è dovuta a sostanze presenti negli alimenti vegetali che non sono digeribili dal nostro organismo, però se assunti in quantità adeguate possono avere un effetto a livello intestinale e stimolare la crescita selettiva o la proliferazione di uno o più ceppi batterici già presenti nel tratto intestinale o assunti contestualmente al prebiotico. La differenza sta nel fatto che con i cibi probiotici assumiamo direttamente i microrganismi benefici per il nostro intestino mentre con gli alimenti prebiotici andiamo a stimolare la proliferazione dei ceppi batterici benefici già presenti nell’intestino o assunti con cibi probiotici.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 2 giugno 2016