Cattivi odori in casa: come eliminarli

Cattivi odori in casa

I cattivi odori in casa non si eliminano con uno spruzzo di deodorante Questo è ciò che vorrebbe farci credere la pubblicità, ma non è vero. Anzi: molti spray contengono sostanze che compromettono la qualità dell’aria e alcune di esse sono nocive per la salute. Lo stesso discorso vale per molte candele profumate, incensi e diffusori.

Il sistema migliore per eliminare i cattivi odori in casa, e non solo per coprirli, è nei tradizionali ‘rimedi della nonna’, che hanno anche il vantaggio di essere facili da realizzare e poco costosi. Se poi si vuole ricorrere a candele e oli essenziali beh… che siano naturali e di ottima qualità. Perché con l’aria in casa non si scherza.

Pomander di agrumi deodorante

I pomander di agrumi sono un ausilio contro i cattivi odori in casa e anche negli armadi. L’ideale per farli sono le arance, ma vanno bene anche mandarini e limoni: prendete una e imbottitela all’esterno di chiodi di garofano. Mettetela dove serve, meglio se vicino a una fonte di calore, e gioco è fatto. Se vi piace, con i chiodi di garofano potete anche formare dei disegni decorativi sulla buccia. Di pomander se ne possono fare anche più di uno, magari con agrumi diversi, e metterli assieme in un cestino.

Odori sgradevoli

Quando il problema è importante, per eliminare i cattivi odori in casa serve far bollire un po’ di aceto. Portate direttamente la pentola con l’aceto bollente nella stanza da deodorare e lasciatela in azione. I vapori elimineranno tutti gli odori sgradevoli. Questa operazione ovviamente non sostituisce la preventive aerazione dell’ambiente, che va fatta tenendo aperte le finestre per almeno 10 minuti.

Pipì di gatto

Il peggio dei cattivi odori in casa è la pipì di gatto. Chi ha uno di questi animali ne sa qualcosa, anche se può essere il gatto del vicino a lasciare il ricordo sulla soglia. Il rimedio è cospargere la macchia con del bicarbonato di sodio, lasciare agire per qualche ora e poi sciacquare con acqua calda e aceto bianco.

Infuso di erbe odorose

Portate a ebollizione una pentola d’acqua e aggiungete menta, eucalipto, rosmarino, salvia o citronella. Vanno bene anche le spezie come la cannella, i chiodi di garofano o l’anice verde. Spegnete il fuoco e lasciate che I vapori profumati si spargano per la casa.

Candele e incensi profumati

Acquistatele l’occorrente in un buon negozio di prodotti biologici o in erboristeria, lasciando perdere i prodotti di bassa qualità. Ce ne sono alcuni che rilasciano molecole tossiche e il rischio è di sostituire i cattivi odori in casa con sostanze dannose per la salute. Le candele devono essere prodotte con cera naturale e senza stoppini sintetici. Se vi piace l’incenso vi consigliamo questi bastoncini di incenso in legno 100% naturale di sandalo tibetano

Pout-pourri profumati

Un pout-purri è una composizione di essenze profumate: scorze di agrumi essiccate, spezie, lavanda, petali di rosa e fiori gelsomini essiccati ecc… Potete prepararli da soli e una volta pronto lasciarli in vari punti della casa. Quando arriva il momento di spolverare, mettete il pout-pourri in un colino sopra una pentola di acqua in ebollizione: il vapore ravviverà colori e profumi.

Pubblicato da Michele Ciceri il 21 dicembre 2014