Cambiamento: come gestirlo al meglio

Cambiamento

Cambiamento, una parola che abbiamo sempre in bocca ma meno spesso in agenda. Che sia lavorativo, personale, politico, economico. Che sia volontario o involontario, a volte non lo ammettiamo ma c’è insita in noi una misteriosa forza che tende all’inerzia e ci fa guardare al Cambiamento con paura o per lo meno con prudenza.



É però necessario distinguere quando quella di cambiare è una scelta responsabile e personale oppure una situazione in cui ci troviamo magari anche all’improvviso. Nel primo caso possiamo gestire il Cambiamento fissandoci piccoli e progressivi obiettivi che ci liberano da sensi di colpa e dei ripensamenti. Nel secondo caso, davanti a circostanze imprevedibili e non sempre desiderate, non è così semplice mantenere la mente lucida. Possiamo cadere in preda ad un senso di smarrimento o addirittura di frustrazione. Possiamo, ma possiamo anche gestire il Cambiamento, cambiando approccio.

Cambiamento: definizione

Senza passare per l’appassionata di etimologia quale non sono, mi piace esplorare origini e singificati delle parole perché spesso sono inaspettatamente illuminanti. Troviamo l’idea di cambiare di casa, di stagione, di temperatura, ma anche di abitudini, di carattere e perfino di stato. Non nel senso di trasferimento ma di “stato d’aggregazione” e in questo caso è la materia che effettua un cambiamento, non noi di persona. Ad esempio l’acqua che diventa ghiaccio o vapore.

Ci sono cambi di indirizzo politico, anche piuttosto spesso, e di circolazione stradale, cambiamenti sociali e culturali. Nella scherma, pochi sanno che il Cambiamento è l’azione con cui si cerca di deviare il ferro dell’avversario dalla linea di offesa.

Cambiamento

Cambiamento di vita

Spesso un cambio di vita è una conseguenza di un cambio di lavoro. Per scelta o costretti, quanti si sono trasferiti o hanno stravolto le proprie abitudini di vita per mantenere un posto di lavoro ben pagato, o pagato e basta. Altri similmente hanno accettato un Cambiamento per fare carriera e magari realizzare il proprio sogno quando era impossibile farlo in patria.

Facile dirlo, facile progettarlo, ma poi ci si trova in un contesto nuovo, con orari diversi dai “soliti” e colleghi con cui costruire da capo relazioni di amicizia o almeno di collaborazione win-win.

Inizialmente potrebbero spuntare sintomi di stress e di depressione, di ansia: insonnia, colite, mal di testa, o peggio ancora. E’ importante non opporsi al Cambiamento iniziato e lasciarsi a volte guidare dal flusso che esso comporta, mantenendo le mani sul volante ma con una mente aperta. C’è poi chi si sente pronto oppure ha un forte bisogno di cambiare radicalmente la propria vita: ciò che fa per lui è Destinazione Umana.

Cambiamento

Cambiamento climatico

Si parla sempre di più di cambiamenti climatici e con timore, sono effettivamente un fenomeno attuale che riguarda le temperature e le precipitazioni, ma anche la neve, il livello medio globale del mare e tutto ciò che esiste sulla terra e paga le conseguenze della nostra incoscienza ambientale.

Sentiremo ancora parlare di questi cambiamenti e per tenere a bada il timore di catastrofi possiamo solo fare la nostra parte ogni giorno cercando di condurre una vita a basso impatto ambientale.

Cambiamento: frasi e aforismi per trovare la motivazione

Il più grande spreco nel mondo è la differenza tra ciò che siamo e ciò che potremmo diventare. (Ben Herbster)
Se non ci piace dove stiamo possiamo spostarci, non siamo alberi. (Snoopy)
Il cambiamento è il processo col quale il futuro invade le nostre vite. (Alvin Toffler)
Non cambierai mai la tua vita finché non cambierai qualcosa che fai tutti i giorni. (Mike Murdock)
L’uomo che cerca la sicurezza, anche della mente, è come uno che si taglia gambe e braccia per avere gambe e braccia artificiali, che non gli diano dolori ne’ disturbi. (Henry Miller)
Sono le persone più infelici quelle che più temono il cambiamento. (Mignon McLaughlin)
La via per uscire passa dalla porta. Chissà perché nessuno la prende mai. (Confucio)

Cambiamento

Cambiamento psicologico

Di punto in bianco, avviare un Cambiamento psicologico non è una impresa semplice ma molti lo hanno fatto e possiamo seguire le loro tracce. Chi ha smesso di fumare improvvisamente, ad esempio, ha realizzato un Cambiamento psicologico liberandosi da una dipendenza. E’ solo uno dei tanti casi in cui “volere è potere”, e il cambio è favorevole.

Purtroppo si assiste anche a situazioni in cui è la depressione a prendere il sopravvento ed è allora necessario a volte farsi aiutare a rispondere “pan per focaccia” pianificando i cambiamenti in reazione a quelli che ci fanno stare male.

Dipende dalla gravità della depressione, può bastare un amico oppure può essere necessario uno specialista, ma è importante mettersi in testa che ci toccherà modificare abitudini, schemi mentali e a volte anche ambiente e frequentazioni. Deve partire da noi, le strade sono tante, molte sono valide, ma i piedi che le possono percorrere sono i nostri.

Cambiamento di umore

Il classico attributo che si affianca al nome di chi ha Cambiamenti di umore più frequenti della norma è quello di “lunatico”. Un po’ lo siamo tutti, altrimenti sembreremmo degli automi, ma c’è chi spicca per velocità nel modificare il proprio stato d’animo.

E’ lunatico chi è volubile e irascibile, chi passa dall’essere affabile all’essere scontroso, altalenando introversione ed estroversione. Dal latino lunaticus significa “che dà di matto secondo le fasi lunari” e anche il corrispettivo greco ha un simile significato.

Cambiamento di orario: come gestirlo al meglio

Chi viaggia spesso forse è più allenato, chi non lo è, è meglio che lo diventi visto che almeno due volte all’anno gli tocca spostare l’orologio di un’ora, avanti o indietro, inseguendo la luce. Io non me ne accorgo molto, gradisco non svegliarmi con il buio ancora nell’aria ma bastano un caffé e un sorriso per mettermi di buon umore anche con tuoni e fulmini, che in cielo compaia ancora la luna o che ci sia invece un timido sole rosato.

Chi invece fa più fatica a gestire l’ora solare e l’ora legale, può leggere come gestire al meglio questa inevitabile scocciatura.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest 

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 2 novembre 2016