Borracce termiche: come scegliere quelle migliori

Sono comode, cool e strizzano l’occhio all’ambiente. Parliamo naturalmente delle borracce termiche, dei pratici accessori che consentono di mantenere la temperatura delle bevande al loro interno per qualche ora, permettendoci così di gustare il caffè o il tè di casa all’esterno, in ufficio o durante un passeggiata, o più semplicemente mantenendo al fresco l’acqua durante le torride giornate estive.

Ma come scegliere le migliori borracce termiche? A che cosa devi prestare attenzione?

Di seguito abbiamo voluto riassumere alcuni consigli pratici su come scegliere i migliori thermos e le migliori borracce termiche, che ti consigliamo di leggere con attenzione.

A cosa serve

La prima cosa che devi considerare se vuoi acquistare una borraccia termica è che devi avere bene in mente a cosa serve. Evidentemente, la capienza del liquido contenuto e le condizioni nella quale userai la borraccia, finiranno con il condizionare pesantemente la tua scelta.

Magari vuoi portare con te una tazza di caffè ma ti preoccupi che si possa raffreddare. Oppure hai bisogno di un contenitore termico che sia comodo da portare sempre e ovunque con te. O magari vuoi acquistare un thermos ma non hai capito che differenza c’è con una tazza termica e non sai quale dei due oggetti sia meglio.

Insomma, prima di procedere ad acquisti inutili, cerca di avere le idee un po’ più chiare sul tuo prossimo acquisto!

Leggi anche: Come acquistare una borraccia ed eliminare le bottigliette

Fai attenzione al materiale

Detto ciò, il tempo durante il quale la borraccia termica mantiene il calore della bevanda contenuta al suo interno dipende molto dal materiale con la quale è realizzata. Le borracce che sono realizzate con l’uso dei metalli lavorati con le nuove tecnologie sono sicuramente le migliori, e possono permetterti di mantenere il tuo caffè caldo anche per più di 6 ore. Cerca dunque di dare la preferenza a questo tipo di prodotto, piuttosto che ad altri componenti che potrebbero essere più economici ma molto meno performanti.

Inoltre, tieni lontano dai prodotti che contengono bisfenolo A (BPA) o qualsiasi altro prodotto chimico. Dovresti insomma cercare di usare solo le borracce termiche con materiali 100% BPA free. Fortunatamente, oramai è questo lo standard di mercato e non farai certamente fatica nel trovare qualche buona borraccia per te che abbia queste caratteristiche tecniche.

Non scegliete borracce fragili

Hai mai rotto una bottiglia termica? Se sì, allora di sicuro sai che è abbastanza fragile, e che dovreste trattarla con estrema cautela. Tuttavia, se hai rotto una borraccia termica, probabilmente lo hai fatto con qualche borraccia scadente o in vetro. È invece praticamente impossibile rompere il metallo!

Tutto ciò che può succedergli in caso di caduta è, eventualmente, una compromissione del vuoto che dovrebbe sussistere tra la parete e la parte più esterna del thermos. Un guaio, comunque, visto e considerato che può influire negativamente sulle proprietà della borraccia termica. Pertanto, oltre ad evitare di scegliere borracce termiche fragili, ti consigliamo di non farle cadere!

Dai la preferenza a borracce con diametri maggiori

Se devi scegliere tra più borracce termiche che hanno la stessa capacità, cerca di dare la preferenza al prodotto con un diametro maggiore. Ma perché?

È molto semplice. Questa caratteristica sta a significare che lo spazio tra il suo bulbo e la parete esterna è più grande e, quindi, manterrà meglio la temperatura.

Fai attenzione anche al tappi

Un tappo convenzionale con chiusura a chiavistello permetterà facilmente di versare del liquido nella tua borsa! La soluzione migliore saranno i tappi con avvitatura ermetica e un cappuccio.

In linea di massima, il tappo deve chiudere il calore immagazzinato all’interno e non deve consentire alcuna perdita di calore. I thermos con coperchi in vetro sono spesso dotati di tappi di sughero. Questa opzione non è la migliore, poiché forniscono una tenuta imperfetta.

La scelta ottimale è pertanto sempre il “tappo a vite”, anche più delle bottiglie che sono dotate di valvole. Questa scelta potrebbe essere conveniente, ma se si danneggia la valvola, le caratteristiche di regolazione si deteriorano e la bottiglia isolata non sarà in grado di svolgere le sue funzioni. Inoltre, spesso questi tappi possono diventare difficili da lavare.

Come sapere se hai scelto una borraccia termica “giusta”?

Dopo aver acquistato una borraccia termica, dovresti immediatamente controllare se ci sono anomalie nel vuoto. È molto facile farlo. Basta versare acqua calda nel contenitore e aspettare un po’. Se in mezz’ora le pareti del thermos non si riscaldano… hai scelto un prodotto di qualità!

Di contro, le pareti riscaldate testimonieranno che non c’è un vuoto perfetto nel thermos, e il calore sprigionerà verso l’esterno, con la conseguenza che la bevanda si raffredderà rapidamente.

Il prezzo

Quanto si deve pagare per una buona borraccia termica? Naturalmente, il prezzo dipende dalla qualità e dal produttore, ma curiosamente i costi elevati non sempre garantiscono prestazioni migliori!

Il prezzo è solitamente influenzato dai materiali utilizzati, dalle caratteristiche extra, dal volume. In ogni caso, potesti trovare buone borracce sui marketplace a circa 20 – 30 euro.

Consigli utili

Diamo dunque qualche consigli utile finale per chi vuole acquistare una borraccia termica:

  • quando compri una borraccia termica, dai una buona occhiata per controllare se ci sono difetti visibili o graffi – che influiscono in modo significativo sulle prestazioni;
  • annusa il prodotto: dalla bottiglia non deve provenire alcun odore;
  • agitare la bottiglia: verifica che nulla vibri o emetta alcun suono;
  • opta per un produttore con una buona reputazione;
  • verifica che il coperchio e il tappo offrano un buon isolamento;
  • l’imballaggio deve indicare quanto segue: conformità, informazioni sul produttore (indirizzo, nome, numero di telefono), garanzia, condizioni d’uso e caratteristiche di base.

Buon acquisto!

Pubblicato da Anna De Simone il 3 Aprile 2020