Bio Edilizia, questa sconosciuta

Si parla spesso di bio edilizia ma in Italia sono ancora troppo pochi gli esempi da poter riportare. Quando si parla di bio edilizia si fa riferimento a una pratica architettonica rispettosa dell’ambiente e dei principi di sostenibilità. Quali sono le caratteristiche che dovrebbe avere un edificio per poter essere considerato un capolavoro della bio edilizia?

Materiali
Si può iniziare privilegiando materiali con un basso impatto ambientale come il biomattone ma anche più semplicemente materiali tradizionali come pietra, gesso, calce o legno. Per la scelta dei materiali edili bisogna conoscere i processi produttivi così da capire come saranno smaltiti e che impatto avranno sull’ambiente sia direttamente che indirettamente.

Illuminazione
La luce esterna può ridurre la necessità di utilizzare l’illuminazione artificiale. Per questo è bene incorporare dei lucernari, allestire ampie vetrate ed equipaggiare l’edificio con illuminazione a basso consumo energetico.

Rinnovabili
I sistemi di copertura fotovoltaici possono ridurre drasticamente i costi sulla bolletta elettrica e le emissioni nocive. Da non sottovalutare il mini-eolico, soprattutto nelle zone rurali e in aperta campagna dove l’efficienza ventosa può fare molto.

Isolamento Termico
Si possono utilizzare isolanti termici amici dell’ambiente capaci di tenere lontana l’umidità, oppure, più semplicemente si può costruire seguendo i principi delle serre -assorbire il calore solare e riutilizzarlo per il riscaldamento- o del raffrescamento naturale con condotti d’aria sotterranei e  ventilazioni naturali.

Efficienza Energetica
L’efficienza energetica si traduce in una minore spesa per chi abiterà l’edificio ma anche una drastica riduzione dell’inquinamento prodotto dal riscaldamento, l’aria condizionata, l’illuminazione e l’utilizzo degli elettrodomestici. Un esempio di edificio con una buona efficienza energetica è la scuola L’Acquerello, di Parma. Questa utilizza argilla espansa e altre strategie per ridurre i consumi.

L’efficienza energetica si ottiene utilizzando materiali specifici e la tecnologia è un’ottima alleata, basta vedere le innovazioni in termini di rinnovabili ma anche di nuovi materiali come le pellicole per i vetri che riducono le esigenze di riscaldamento e di raffreddamento artificiale.

Foto | alfaetomega.com

Pubblicato da Anna De Simone il 3 luglio 2012