Bimoped, l’auto transformer

Uscire di casa con l’auto e ricasare sulle due ruote utilizzano lo stesso veicolo? E’ possibile. Sfrecciare per il traffico cittadino senza problemi di ingorghi e soprattutto con un impronta di CO2 pari a zero. E’ per questo che è stata progettato il veicolo elettrico Bimoped, pensato appositamente per la città, l’automobile sostenibile è anche un veicolo a due ruote. E nato per garantire doppio vantaggio, oltre la sostenibilità può facilitare le manovre di guida così da superare le condizioni ristrette del traffico urbano.

E’ stato progettato dall’ingegnere meccanico Michael Druchunas, il concept sostenibile che vi permette di viaggiare su quattro ruote o su due ruote: l’auto può essere trasformata in un ciclomotore. In che modo? Il progettista ha incorporato della vettura delle applicazioni modulari con le quali, la forma originaria del veicolo può essere stravolta e riconfigurata passando dalle quattro alle due ruote motrici.

Il veicolo è stato pensato per sfrecciare per le strade di Amsterdam infatti il design è stato ispirato dalla più grande industria aerospaziale dei Paesi Bassi. L’ingegnere Michael Druchunas, per la realizzazione della sua creatura ha pensato di utilizzare i materiali tipici del campo aerospaziale. Si tratta di materiali leggeri, aerodinamici ma al contempo sicuri, resistenti e robusti. Ancora più importante, i materiali di fabbricazione, hanno la capacità di migliorare l’efficacia dei costi di produzione e la cosiddetta “modularità” del veicolo.

L’ambizioso progetto Bimoped prevede un motore speciale range extender come il Lotus o Fagor Re20. Si tratta di motori a basso costo e di piccola cilindrata: 866cc con 20kW e dotato di un generatore integrato. Il motore elettrico potrebbe essere affiancato da un motere a gas per garantire l’alimentazione di emergenza in caso di batteria scarica, anche se, la batteria potrebbe essere alimentata dal sistema di frenata rigenerativo.

Bimoped ha una forma flessibile, di certo non poteva essere altrimenti dato che si tratta di un veicolo che si trasforma! La forma della macchina prevede una facciata di vetro a bulbo che integra un modulo fotovoltaico, anche esso atto a rigenerare la batteria del motore. Il vetro si comporta come una “serra” scomponibile ma la vera innovazione è nelle ruote, munite di un sistema staccabile che consente il duplice modo di trasporto. Per comprendere meglio il funzionamento del veicolo, guardate la GALLERIA FOTOGRAFICA del Bimoped Concept.

Pubblicato da Anna De Simone il 10 marzo 2012