Bicicicletta Peugeot DL122

La casa automobilistica Fiat ha lanciato sul mercato la sua bicicletta Fiat Pop, forse la Peugeot seguirà le sue orme perché ha presentato al pubblico la DL122, una bici facile da guidare e pensata appositamente per chi non può fare a meno di notebook e scartoffie varie.

La DL122 presenta un comparto in pelle per accogliere un notebook, il comparto può essere posizionato in modo tale da diventare una cassaforte, inoltre, nonostante il peso del computer portatile, la bici sarà ben bilanciata. Dalle foto -vedi la galleria fotografica in basso- sembra un veicolo estremamente vivace e facile da guidare.

Di solito, chi si reca a lavoro o all’università in bicicletta, è costretto a portare tutto il suo materiale in uno zaino da indossare. I più creativi poteva montare un cestino all’altezza del manubrio o della ruota posteriore; con la bicicletta Peugeot DL122 questo problema non si pone!

GUARDA LA GALLERIA FOTOGRAFICA DELLA PEUGEOT DL122

Indossare uno zaino alla guida rende difficile il bilanciamento del pilota e rende più faticosa ogni pedalata. Il design proposto dalla bicicletta Peugeot il baricentro del veicolo non cambia. Il baricentro è la posizione media della massa di una persona, di uno scooter o di una bicicletta. Esso gioca un ruolo importante quando si pilota un veicolo, il baricentro della bicicletta Peugeot è stato studiato per non essere facilmente alterato nella guida, è per questo che l’alloggio per notebook non è solo comodo da un punto di vista funzionale ma anche tecnico. Con il suo design, la bicicletta Peugeot è un mezzo dalla grande maneggevolezza.

La DL122 della Peugeot non può essere definita una semplice bicicletta, anche se le forme e le funzioni sono le medesime. I materiali impiegati sono legno, alluminio e pelle. Si tratta di materiali sostenibili che rendono la bicicletta Peugeot ancora più eco-friendly.

Trattandosi solo di un concept la Peugeot non ha fatto parola circa l’eventuale prezzo ma essendo un progetto curato nei minimi dettagli, ci sono ottimo probabilità che presto vada in produzione. In fondo si tratterebbe della prima bicicletta prodotta da una casa automobilistica con scomparto notebook di serie!

Pubblicato da Anna De Simone il 19 marzo 2012