Barattare telefonate e messaggi

Uomo che prende il telefono dal pc 

Anche telefonate e messaggi diventano merce di scambio, secondo l’antica e rivisitata regola del baratto. Perché no? L’idea green arriva dal circuito cambiomerci.com, che anche per andare incontro alle esigenze dei suoi associati ha proposto nel network una nuova azienda che appunto si occupa di barattare servizi telefonici in cambio di prodotti e consulenze.

Cambiomerci.com è la società che ha lanciato il barter system, vale a dire il baratto multicanale che consente ad aziende e professionisti di acquistare oggetti o consulenze professionali senza esborsi reali ma virtuali. In questo caso, la società fornisce a quanti siano già iscritti al circuito un ammontare da stabilire a seconda dei casi da spendere in telefonate vocali, invio di fax o sms, gestione di documenti e invio di lettere raccomandate e pacchi con prelievo direttamente al domicilio dell’utente.

Il traffico telefonico barattabile comprende sia i numeri di rete fissa nazionale sia i telefoni cellulari e le numerazioni estere. Il traffico prepagato è scalato sulla base degli effettivi secondi di conversazione e l’utilizzo della tecnologia VoIP rende tutto molto semplice: basta acquistare un telefono dedicato che sarà consegnato già configurato e pronto all’uso, con la possibilità di attivare anche un servizio di chiamate interne gratuite.

Il tutto senza far circolare moneta contante, ma sempre attraverso il sistema della moneta virtuale con il quale ogni iscritto vendendo le proprie merci o consulenze matura un credito di euro cambio merci che può poi spendere con qualsiasi altro associato. “Un metodo anti crisi – spiega Antonio Leone, Ceo di Cambiomerci.com – che in tempi in cui la liquidità rappresenta uno dei principali problemi  consente alle aziende e ai professionisti di operare con serenità in un’ottica di crescita e di espansione del proprio business anziché di chiusura e risparmio”.

Pubblicato da Michele Ciceri il 10 gennaio 2013