Artrite nei cani: rimedi naturali

Artrite nei cani

Artrite canina, detta anche OA da chi purtroppo ha già avuto a che farne, ed un terzo nome con cui possiamo definire questa patologia è osteoartrite canina. Quando un animale inizia a soffrire di Artrite canina è perché è in atto la distruzione della parte cartilaginea che riveste le ossa delle sue articolazioni. Man mano che avanza questo processo, la membrana protettiva di deteriora sempre più. Ciò può avvenire, come più avanti vedremo, sia per motivi di età dei singoli cani, sia per motivi di “usura”.



Artrite nei cani: sintomi

Osservando con attenzione il comportamento del nostro amico a quattro zampe possiamo arrivare a comprendere se ha l’artrite canina oppure no, o per lo meno a farci venire il sospetto e portarlo dal veterinario.

I primi sintomi sono quelli relativi all’umore: un cane mogio e che non ha voglia di uscire di casa anche con il sole e l’idea di una passeggiata in nostra compagnia ha qualche cosa che non va e questo qualche cosa che non va può essere l’artrite canina.

Osservandolo meglio, proviamo a vedere come posa le zampe posteriori e se il peso è caricato solo su quelle anteriori. Se e quando corre, un cane con artrite canina inoltre, assume una andatura simile a quella di un coniglio. Quando l’artrite si fa più acuta l’animale mostra poi evidenti difficoltà ad alzarsi e sedersi, può diventare anche instabile e barcollare ogni tanto per il dolore che prova.

Umidità e freddo certo non fanno un gran bene in caso di artrite canina, anzi, fanno guaire dal dolore il cane, soprattutto se per sbaglio o inconsapevolmente qualcuno li tocca vicino alle articolazioni.

Artrite nei cani

Artrite nei cani: cure

Di solito ci si rivolge al veterinario quando il nostro cane mostra sintomi di artrite canina, malattia autoimmune infiammatoria che è possibile affrontare con gli antidolorifici. Non è che si possa curare, soprattutto se è una artrite da vecchiaia, ma certo si può rallentare il processo di deterioramento.

Gli antidolorifici da un lato riescono a dare un po’ di sollievo rispetto ai dolori provati dal cane ma possono avere degli effetti collaterali piuttosto fastidiosi come vomito, diarrea, stipsi, oppure gravi e da non sottovalutare, come ad esempio in caso di ulcera, insufficienza renale ed epatica.

Una alternativa, sempre da farsi prescrivere dal veterinario, sono le iniezioni di corticosteroidi che però possono inibire il sistema immunitario favorendo molte patologie come diabete, glaucoma, cataratta.

Artrite nei cani giovani

Solitamente sono gli esemplari anziani quelli maggiormente soggetti all’artrite canina ma c’è anche un’altra categoria che può soffrirne in modo più avuto e non ha nulla a che fare con l’età dell’animale. Si tratta di quella dei cani particolarmente esuberanti e sportivi, che possono riportare una maggiore usura delle articolazioni e della membrana. Ci sono anche delle razze che, per nascita, sono maggiormente predisposte, tra le più note troviamo il Bulldog e il Labrador Retriever.

Tutto ciò ci fa capire che anche gli esemplari giovani possono soffrire di artrite canina, ad esempio se hanno articolazioni delicate, oppure se hanno riportato per le più svariate ragioni dei traumi articolari. E’ importante, per evitare che un cane giovane soffra prematuramente di questo problema, stare attenti che non faccia movimenti errati, che non assuma posture sbilanciate e che non sia obeso in modo da non sovraccaricare la zona cartilaginea rovinandola.

Artrite nei cani

Artrite nei cani infettiva

Quando l’artrite canina è infettiva viene detta settica. Questo tipo di infiammazione delle articolazioni legata alla presenza di una infezione batterica. A soffrirne sono soprattutto gli esemplari maschi, anche non anziani, tra i quattro e i sette anni. Le razze più colpite dalla settica sono i Pastori Tedeschi, i Dobermann, e di nuovo i Labrador.

Artrite nei cani rimedi naturali

Più che curare l’artrite canina con metodi naturali la si può cercare di prevenire, sempre chiedendo un parere al veterinario in modo da non creare danni anche se in buona fede. Esistono ad esempio integratori naturali che ci vengono suggeriti dalla medicina olistica, come questo a base di glucosamina, condroitina e MSM acquistabile anche on line a 18 euro, adatto per anche per la displasia dell’anca.

Se preferiamo, è possibile affidarsi alle mani di un fisioterapista per una terapia motoria. Esiste anche quella in acqua, che molti cani apprezzano, e a volte anche l’abitudine di fare regolari e salutari passeggiate risulta un ottimo rimedio naturale. Come spesso accade anche per patologie differenti, una dieta equilibrata e corretta, è uno dei migliori modi di curarsi o di prevenire malesseri.

Nel caso dell’artrite canina, è importante fare attenzione che il cane non mangi troppi grassi e che non sia sovrappeso, possiamo privilegiare cibi ricchi di Omega-3 e stare sempre molto attenti a come il cane si muove.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 11 marzo 2017