Aloe Arborescens: proprietà e dove acquistarla

aloe arborescens

Aloe Arborescens, dal nome sembra una sorella minore dell’Aloe Vera, più nota e pubblicizzata, ma le sue proprietà non sono affatto da minimizzare, anzi, è bene scoprirle e sfruttarle per il nostro benessere. Il suo gel, soprattutto, è prezioso e assicura molteplici benefici di cui vi parlerò di seguito.



Aloe Arborescens: origini

Appartenente alla famiglia della sua omonima “Vera”, l’Aloe Arborescens non ha la sua stessa fama fa è una pianta nota fin dall’antichità per i benefici che può regalarci. Persino Cristoforo Colombo, impegnato in viaggi e avventure, non si è scordato mai di lodarne i grandi poteri curativi cercando di far passar parola su quanto potessimo anche noi suoi posteri, trarne beneficio. Vediamo cosa ci ha tramandato.

Aloe Arborescens: proprietà e benefici

L’Aloe Arborescens da sempre è utilizzata per alleviare i disturbi della cute, ad esempio viene applicata sulle scottature oppure in caso di eczemi. In generale è una delle piante consigliate per vari problemi della pelle, associata ad altri prodotti o da sola. Assunta per bocca, inoltre, risulta un ottimo rimedio depurativo, molto apprezzato anche ai giorni nostri, come anche lo è per il suo potere antinfiammatorio.

Aloe Arborescens: coltivazione

A guardar bene l’Aloe Arborescens ha un grande vantaggio rispetto all’Aloe Vera, per nulla trascurabile: la quantità di principi attivi è molto elevata e più concentrata.

Facilmente coltivata e lavorata anche in Italia, i prodotti che ne derivano e vengono poi commercializzati, sono freschi e risultano preparati sul posto quindi riescono al meglio a mantenere qualità nutrizionali eccellenti. Non c’è confronto rispetto agli analoghi rimedi all’Aloe Arborescens importati da fuori e prodotti industrialmente.

Aloe Arborescens proprietà

 

Aloe Arborescens: gel

Abbiamo accennato all’estrazione del gel, di questa pianta, ma vediamo meglio a cosa serve. Innanzitutto è contenuto nelle foglie di Aloe Arborescens e risulta avere un potere idratante, nutriente, lenitivo e cicatrizzante. Non è finita: questa sostanza è ricca di principi attivi antiossidanti, utilissimi nella cura della pelle.

Rispetto ad altre varietà di Aloe, quella oggi protagonista, ha foglie lunghe e sottili e la quantità di gel estratto è inferiore ma la qualità non ha paragoni: la concentrazione di principi attivi è molto più elevata. Il gel estratto dalla nostra Arborescens eccelle quando si tratta di stimolare la crescita dei fibroblasti, inoltre facilita la sintesi del collagene. A livello pratico, questi processi fanno migliorare la nostra pelle ed è per questo che l’Aloe Arborescens è molto utilizzata per la produzione di cosmetici.

Il gel di Aloe Arborescens ha anche l’effetto di disintossicarci se assunto per via orale: tutti i benefici si amplificano se all’origine dei prodotti che utilizziamo ci sono piante certificate biologiche, prodotte rigorosamente in Italia, in Sicilia, come quelle con cui Aloeshop produce i suoi preparati.

aloe arborescens

Aloe Arborescens: dove acquistarla 

Con la certezza che si tratti di prodotti made in Italy, con tanto di certificazione come integratori alimentari da parte del Ministero della Salute, possiamo spaziare nell’offerta di prodotti a base di Aloe Arborescens nel sito AloeShop. Non un sito a caso, non quello che decide il motore di ricerca di turno ma una delle poche realtà che fa uso rigoroso della ricetta originale di Padre Romano Zago.

Se il nome non ci suona famigliare, molto comprensibilmente, basta sapere che si tratta del missionario brasiliano che ha dedicato anni della sua vita ad approfondire la conoscenza delle proprietà dell’aloe arborescens, scrivendo saggi e libri sull’argomento: quello più completo e esauriente è acquistabile proprio sul sito AloeShop.

Un’altra particolarità con cui AloeShop garantisce la qualità dei suoi prodotti, è il packaging: le confezioni sono in vetro coperto da un involucro di carta e poi inserite in una scatola che le protegge dalla luce. Così i principi attivi dell’Aloe Arborescens ci arrivano “intatti”.

 

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Vi potrebbero interessare anche i seguenti articoli:

Pubblicato da Marta Abbà il 5 agosto 2016