Alcatraz, l’isola solare

L’isola di Alcatraz ha voltato le spalle ai combustibili fossili e ha abbracciato una politica energetica più sostenibile basata sul solare. Fino a pote tempo fa, ogni settimana, circa 200.000 litri di gasolio erano impiegati per generare l’elettricità necessaria a soddisfare il fabbisogno della piccola isola. Oggi un sistema fotovoltaico da 307 kW alimenta la piccola rete elettrica di Alcatraz.

L’isola di Alcatraz è famosa per le sue celle e per la presenza di un carcere ad alta sicurezza. Proprio sui tetti dell’edificio principale di Alcatraz giaggiono la gran parte di pannelli solari. L’isoletta può vantare anche una batteria da due megawatt-ora, utilizzata per immagazzinare l’energia in eccesso. L’intero fabbisogno dell’isola può essere soddisfatto dall’energia solare anche se alcuni generatori diesel non sono stati smantellati per essere utilizzati solo in caso di necessità.

L’Energia solare conveniente per l’ambiente e per le tasche di Alcatraz
Prima che la microgrid solare fosse completata, Alcatraz pagava ogni kWh di elettricità circa 76 centesimi di dollaro. Ora, con la produzione da pannelli solari, ogni kWh costa circa 71 centesimi di dollaro, compreso il costo di costruzione dell’impianto solare.

Foto | BLuP1, Commons Wiki

Pubblicato da Anna De Simone il 3 agosto 2012