Agopuntura, cos’è e quando funziona

agopuntura cos è funziona

Agopuntura, cos’è e quando funziona. Quando è efficace questa pratica e casi specifici: agopuntura per dimagrire, per curare l’ansia o smettere di fumare.

L’Agopuntura funziona o no? Sì. Questa particolare medicina è efficace e può esserci d’aiuto per curare diversi disturbi. Qualche esempio? Per curare stitichezza, gastrite, ritenzione idrica, psoriasi… ma anche per smettere di fumare o per dimagrire.

Agopuntura, cos’è

Cos’è l’agopuntura? Parliamo di una Medicina Complementare riconosciuta dall’OMS che conferma l’efficacia esercitata dall’agopuntura per lenire diversi disturbi di salute. L’OMS (organizzazione mondiale della sanità) è la massima autorità globale quando si parla di salute umana e le sue conferme arrivano sulla base di studi scientifici. Quindi, alla domanda: l’agopuntura funziona o no? La risposta è un secco sì. A dircelo è proprio l’OMS.

Come funziona una seduta di agopuntura?

In primis, l’esperto esamina il paziente. Analizza polsi, lingue ed esegue un breve colloquio per approfondire i disturbi lamentati.

La seduta di agopuntura vera e propria dura dai 15 ai 30 minuti. Gli ahi impiegati sono sterili e monouso, sono più sottili dei classici aghi ai quali siamo abituati e flessibili. Gli aghi vengono applicati in specifici punti in base al disturbo da curare. Gli aghi vengono mantenuti in sede per 15 – 30 minuti e, all’occorrenza, leggermente manipolati.

Agopuntura per dimagrire, funziona?

L’agopuntura può migliorare il funzionamento della tiroide. In caso di ipotiroidismo, oltre a seguire la cura prescritta dal medico di fiducia, è possibile sottoporsi ad alcune sedute di agopuntura.

Per dimagrire, ciò che funziona meglio è una dieta equilibrata prescritta da un buon nutrizionista. L’agopuntura può coadiuvare l’azione già svolta dalla dieta ipocalorica, in particolare può:

  • combattere la fame nervosa
  • stimolare il metabolismo supportando il funzionamento della tiroide
  • contrastare la cellulite migliorando il linfodranaggio

Agopuntura per curare l’ansia, funziona?

L’agopuntura è una pratica molto diffusa per alleviare gli stati d’ansia. L’efficacia dell’agopuntura per curare i disturbi d’ansia starebbe nell’azione svolta sul sistema neurovegetativo. L’effetto regolativo esercitato sul neurovegetativo contribuirebbe non solo a ridurre l’ansia ma anche a far scemare tutti i disturbi annessi.

Agopuntura per smettere di fumare, funziona?

L’agopuntura sembrerebbe molto efficace per chi necessita di un aiuto per smettere di fumare. Andrebbe agire sugli stessi punti interessati al trattamento contro l’ansia. Questi punti dell’ansia sono, generalmente, individuati sulle braccia e sulle gambe e sono considerati alla radice della dipendenza da sigaretta. Un altro aiuto per smettere di fumare è dato dalla sigaretta elettronica.

Quanto costa una seduta di agopuntura

Il costo di una singola seduta di agopuntura può oscillare dai 70 ai 150 euro, in base al centro che esegue il trattamento.

Dopo quante sedute si ottengono i risultati? Dipende dai risultati desiderati, in ogni caso una terapia, in genere, non si spinge mai oltre le 10 sedute. In 10 sedute di agopuntura dovreste raggiungere gli obiettivi sperati.

I trattamenti di agopuntura sono deducibile dalle imposte fiscali e vanno indicati al momento della dichiarazione dei redditi.

Agopuntura, controindicazioni ed effetti collaterali

L’agopuntura non presenta particolari controindicazioni. Non andrebbe mai eseguiti mentre si praticano digiuni o diete estremamente restrittive.

Non vi sono rischi infettivi legati alla pratica dell’agopuntura. Come precisato in precedenza, gli aghi non sono solo sterili ma anche monouso, ciò vuol dire che sono “personalizzati” e usati solo per un’unica seduta e paziente.

L’agopuntura fa male? Per ottenere i benefici di tale trattamento, il paziente deve accettare e accogliere l’idea che gli aghi possano penetrare negli strati più o meno superficiali della pelle. Superata questa inibizione, l’agopuntura non è dolorosa.

Condizioni di tensione muscolare possono rendere più difficoltoso il trattamento: meglio recarsi in seduta con la giusta predisposizione alla terapia.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 22 settembre 2017