Zenzero candito: proprietà e benefici

Zenzero candito

Zenzero candito: proprietà e benefici – A chi piace lo zenzero non può non piacere lo zenzero candito a meno che non venga infastidito dallo zucchero e ami dello zenzero quel tocco di piccante. In compenso che non ama lo zenzero ma sa bene quanti benefici derivano dall’assunzione di questo ingrediente per il nostro organismo, può provare con lo zenzero candito che non ha lo stesso carattere piccante della radice in sé.



Zenzero Candito: proprietà

Sembrano delle caramelle tagliate in modo rudimentale, i cubetti di zenzero candito e si trovano spesso in vendita nei negozi in cui c’è la frutta secca ed essiccata. Anche al supermercato può capitare di trovare lo zenzero candito sugli scaffali, venduto come snack dolce e salutare. Un po’ speziato, è vero, ma lo zucchero ammorbidisce questo suo lato, infatti con la canditura, lo zenzero viene prima essiccato e poi il suo contenuto di zucchero viene gradualmente portato al 70%.

C’è chi prepara in casa questo snack e crea delle confezioni coreografiche da regalare a parenti ed amici, perché no? Al posto di altre dolcezze, così si regala un pensiero dolce e che fa anche bene alla salute.

Zenzero Candito: proprietà

Zenzero Candito: benefici

Lo zenzero conserva tutti i benefici dello zenzero fresco quindi calma la nausea, aiuta la digestione e la circolazione. E’ un calmante naturale. E’ chiaro che non si può sostenere che mangiare lo zenzero e la sua versione candita sia la stessa cosa, ovvio, alcune sostanze con la canditura vanno perse ma restano alcuni principi attivi, tra questi lo gingerolo, responsabile delle proprietà digestive e antinausea.

Lo zenzero candito va bene contro il mal di mare e anche contro i mali di stagione come tosse e mal di gola perché esercita un’azione balsamica e antinfiammatoria. Se non amiamo lo zenzero candito possiamo mangiarlo grezzo oppure in tisane a base di questa radice e limone.

Zenzero Candito senza zucchero

Sa un lato è vero che l’aggiunta di zucchero rende questo snack energizzante, quindi non dobbiamo abusarne, ma è vero anche che la canditura è basata sullo zucchero e uno zenzero senza zucchero non può essere definito candito.

Lo zenzero candito senza zucchero, non è vero zenzero candito ma un preparato simile che però ha calorie diverse e anche un sapore diverso. Nello zenzero candito il contenuto di zucchero è molto alto, minimo 3 – 5 g di zucchero per ogni pezzetto da 6 grammi.

Zenzero Candito senza zucchero

Zenzero Candito: calorie

Abbiamo accennato alle proprietà nutritive dello zenzero così preparato, vediamo quante calorie apporta. Un pezzo di 6 grammi fornisce circa 40 calorie, poi dipende molto da quanto zucchero è stato utilizzato nella sua preparazione. Per questo è meglio non esagerare con lo zenzero candito, non solo per questioni di linea ma anche perché non fa bene assumere troppi zuccheri. La quantità giornaliera limite è di circa 20 grammi al giorno, quindi 2 – 3 pezzetti di al giorno.

Zenzero Candito: ricetta

Non è difficile prepararlo in casa, servono 500 grammi di zenzero fresco e senza buccia, altrettanti grammi di zucchero di canna un litro e mezzo di acqua. Pulito lo zenzero e fatto a fettine più sottili o a cubetti, facciamolo bollire per circa mezzora e poi scoliamolo.

Zenzero Candito: ricetta

Lo zenzero così ottenuto va rimesso nella stessa pentola, con dell’altra acqua che lo ricopra interamente. A questo punto è ora di aggiungere lo zucchero di canna e lasciar cuocere acqua, zucchero e zenzero fino a quando l’acqua non evapora. Di solito ci vuole una mezzora perché avvenga, non ci resta che scolarlo, infine, e far raffreddare per circa 1 oretta, mescolando di tanto in tanto. Di solito lo si stende su un piano in cucina, sopra della carta da forno, e si attende di gustarlo.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 17 giugno 2018