Volano i passeggeri di Italo

Italo alla stazione

Di solito quando le cose vanno bene  il fatturato vola, ma nel caso di Italo, che è un treno, meglio dire che corre. NTV ha reso noti i dati relativi all’ultimo mese di dicembre e all’intero 2012 con un comunicato stringato ma grondante soddisfazione. A giustificare il buonumore sono i numeri, decisamente lusinghieri e che fanno pensare a un’Italia che sale in treno e magari anche in corsa. La direzione è quella giusta perché, non dimentichiamolo, il treno è green.

Ecco i dati. Italo ha chiuso il 2012 con oltre 2 milioni di persone trasportate e un incremento mensile del 25% nel numero dei passeggeri (il confronto è con novembre 2012). Nel dettaglio, dicembre, ottavo mese di esercizio, ha fatto segnare i seguenti numeri relativi al traffico servito: 1.295 treni effettuati; 445.697 viaggiatori trasportati (+ 25% rispetto a novembre); 51% di load factor medio; 188.566 iscritti al programma fedeltà Italo Più.

Complessivamente, dall’inizio dell’attività (28 aprile 2012) NTV ha effettuato 6.485 treni con un tasso di puntualità pari al 94,4% e un totale di 2.051.702 viaggiatori trasportati. I collegamenti attivi ormai coprono tutta l’Italia da Napoli a salire, con l’ultima novità del Milano-Ancona e quella appena precedente del Milano-Torino.

Già di tutto rispetto ma in ulteriore miglioramento i tempi di percorrenza dichiarati nell’orario 2013 entrato in vigore il 9 dicembre 2012: per la tratta Milano Porta Garibaldi-Napoli Centrale servono 4h 37’ (il guadagno è di 9 minuti rispetto all’orario 2012). Viaggio più breve anche tra Milano PG e Roma Ostiense, nelle due direzioni (-4 minuti), così come tra Roma Ostiense e Venezia Santa Lucia (-9 minuti). Più veloci nel 2013 anche i non-stop: il Milano PG-Roma Ostiense e il Milano Rogoredo-Roma Tiburtina (nelle due direzioni) guadagnano infatti 5 minuti.

Pubblicato da Michele Ciceri il 8 gennaio 2013