Varietà di tè e proprietà

varietà di tè

Il è tra le bevande maggiormente apprezzate e consumate in Italia. Non tutti sanno che ci sono diverse tipologie di tè, ognuna con le sue specifiche virtù salutari.

In questo articolo vi elencheremo le varietà più diffuse e descriveremo i principali benefici che apportano al nostro organismo.

Varietà di tè e le loro proprietà

  • Tè verde

È ritenura la varietà più salutare e quella con maggiori benefici rispetto alle latre varietà di tè; anche dopo il raccolto, il tè verde mantiene intatte le sue proprietà. E’ un antiossidante, è depurativo e digestivo, inoltre è ricco di vitamina A, vitamina B, vitamina C, fluoro, sodio e minerali.

Avendo un basso contenuto di teina, va preparato con acqua che non abbia raggiunto il bollore, altrimenti le foglie si cuociono e il tè avrà un sapore amaro. Un trucco per riuscire a rispettare questo requisito e preparare un tè verde perfetto, anche in mancanza di un termometro, consiste nell’aspettare la bollitura dell’acqua per poi aggiungere una tazza di acqua fredda, prima di versarla sul tè verde così da abbassare la temperatura di una decina di gradi. Questo trucco permette nel contempo di evitare che l’acqua bollente estragga troppe sostanze amare dal tè. Il risultato è una bevanda delicata, che può essere consumata in più occasioni durante il giorno per sfruttarne le proprietà. Per approfondimento leggi “Come preparare il tè verde”

 

  • Tè nero

È la varietà di tè più popolare nella cultura occidentale, consumato in bustine in tutto il mondo, ma anche sfuso. Il sapore e le proprietà del tè nero lo rendono una bevanda meravigliosa. Contiene una buona quantità di antiossidanti; è saziante, fa bene allo stomaco ed è povero di calorie.
Perché nero? Le foglie della Camellia Sinensis passano attraverso un processo di ossidazione per abbandonare il colore verde e diventare nere. La quantità di teina presente nel tè nero lo rende un eccitante. La temperatura ideale dell’acqua è di 95° e l’intensità del tè dipende dalla varietà o dai minuti in cui lo si lascia in infusione.

  • Tè bianco

Viene chiamato “l’elisir della giovinezza”; al posto delle foglie, si utilizzano i boccioli più piccoli e teneri. Per questo si dice che chi lo beve, in realtà sta “bevendo” la giovinezza della pianta o la sua energia vitale. Ha un colore chiaro, dovuto principalmente a una peluria bianca che ricopre le foglie appena sbocciate, e viene raccolto a mano durante pochi giorni in primavera. Il tè bianco viene prodotto nelle alte montagne del Fujian, in Cina. Il tè bianco ha un sapore delizioso e un aroma delicato, apporta vitamina C e vitamina E, è antiossidante e diuretico. Va bevuto a una temperatura di 75°C.

  • Tè rosso

Ha una sapore molto forte e ha un colore rosso scuro. Il processo di maturazione richiede diversi anni. Bere tre tazze di tè rosso al giorno permette di eliminare il grasso in eccesso, ridurre i livelli di colesterolo. La temperatura ideale è di 95°C.

Per avere maggiori informazioni sulle varietà di tè, vi rimandiamo alla pagina: Tipi di the.

Pubblicato da Anna De Simone il 1 maggio 2015