Tipi di coltelli da cucina

tipi di coltelli da cucina

L’elenco dei tipi di coltelli da cucina (nomi e tipo di lama) e le relative caratteristiche. Dai tipi di lama ai consigli per la scelta.


tipi di coltelli da cucina sono davvero tanti, ma per cucinare in casa basta puntare agli indispensabili. Negli ultimi tempi, la scelta non verte più sul tipo di lama e la destinazione d’uso del coltello: dovrai scegliere anche tra materiali, impugnatura e tipo di produzione della lama. Per questi argomenti ti rimando all’articolo coltelli da cucina: quali scegliere.

Tipi di coltelli da cucina

Iniziamo con l’elenco dei nomi dei coltelli da cucina per poi passare alle caratteristiche così da farti capire quali coltelli servono in cucina in base alle tue esigenze.

  1. Coltello da chef o trinciante
  2. Santoku o coltello giapponese
  3. Coltello seghettato
  4. Spelucchino
  5. Coltello da disosso
  6. Coltello da sfiletto
  7. Mannaia e Mannaietta
  8. Coltello da banco o coltello tuttofare
  9. Coltello da formaggio
  10. Coltello da arrosto
  11. Coltello da salato

Anche tra i coltelli da formaggio abbiamo diversi tipi di lama. Coltello per coltello, vediamo quali sono le caratteristiche principali e i tipi di lama imprescindibili in cucina.

Quali coltelli servono in cucina?

Certo, tutto è molto relativo: per me, un tipo di coltello da cucina irrinunciabile è quello da sfiletto… tuttavia, se a te non piace il pesce, puoi ometterlo nel tuo personalissimo set di coltelli da cucina! Come premesso, non devi averli necessariamente tutti, in base alle tue esigenze, grazie alle informazioni che ti darò, potrai scegliere i coltelli migliori senza spese inutili.

Per farti capire quali sono i tipi di coltelli da cucina, per ogni modello ti segnalerò una pagina Amazon scegliendo il coltello dalle migliori recensioni (e soprattutto dal miglior rapporto qualità/prezzo), non mancheranno pareri personali!

Tipi di coltelli da cucina: il coltello da chef

Si chiama trinciante coltello da chef, si caratterizza per una lama a forma triangolare, lunga dai 15 ai 30 cm. L’estremità della lama è curva e per questo il coltello diventa molto maneggevole.

Si usa per preparare il trito per il soffritto, il taglio rapido di alcune verdure… usando la lama come se fosse una mezza luna. Questo è un coltello che, a mio parere, non dovrebbe mancare.

Link utili da Amazon: trinciante in acciaio made in Italy

Tipi di coltelli da cucina: lo spelucchino

E’ tra i nomi dei coltelli da cucina più sentiti perché è il secondo coltello più usato dagli chef! In commercio ne trovi due versioni che si differenziano per il tipo di lama: una ha la lama solo 6 – 11 cm, la seconda versione ha la lama più corta e ricurva all’apice. Sono entrambi un buon aiuto, i cuochi professionisti non rinunciano a nessuno dei due ma, se posso consigliare, quello con la lama ricurva può essere più utile perché ti aiuterà ad arrivare nei punti più difficili di qualsiasi pezzo. Entrambi sono utili per decorare frutta e verdura.

Link utili da Amazon: spelucchino Victorinox

Santoku, il coltello giapponese

Il santoku è, per eccellenza, il coltello della cucina giapponese! Sono molto pratici i cuochi orientali… tanto che anche in occidente, molti chef preferiscono il coltello giapponese al classico trinciante. In effetti la lama è più larga e il manico è allineato alla parte superiore così da consentire un impugnatura facile ed estrema manegevolezza. Anche io, preferisco questo coltello al trinciante, soprattutto quando devo effettuare dei tagli più sottili delle verdure. Il Santoku è il coltello da cucina tutto fare e, per inciso, è quello mostrato nella foto in alto che presenta le tipiche alvelature per evitare alle fettine di cibo di rimanere appiccicate alla larga lama.

Link utile da Amazon: Santoku, lama professionale

Coltello seghettato: coltello per il pane

Presenta una tipica dentellatura, è molto pratico per tagliare il pane anche se la sua lama consente di tagliare qualsiasi alimento senza schiacciarlo, caratteristica utile per pomodori e frutti con buccia liscia e maturi!

Coltello per dissossare

Il coltello da disosso è anche detto “coltello da macellaio”. Presenta una lama lunga e molto rigida, con una punta curva per evitare residui di carne sull’osso.

Coltello da sfiletto

Ho un controverso rapporto con questo tipo di coltello: dopo averne comprato uno molto costoso in acciaio forgiato, sono finita per usare un coltello da pochi euro! Per tutte le informazioni sulle caratteristiche di questo coltello ti invito a leggere la guida su come sfilettare il pesce.

Mannaietta

Mannaia, mannaietta o mannaretta: è un coltello dalla lama molto larga, rigida, spessa e rettangolare. Serve a tagliare un pezzo di carne con osso in un colpo solo! Si usa per ricavare tranci di carne e grossi pesci.

Coltello da arrosto

In genere il set è composto da un coltello d’arrosto e un forchettone. Il coltello d’arrosto è lungo e sottile, nella forma ricorda la lama del coltello da sfiletto, tuttavia la lama è rigida. Serve ad affetta finemente la carne, come la lonza di maiale al forno o l’arista arrosto!

Coltello da banco e coltello da salato

Sono molto diversi. Il primo è uno strumento tuttofare, si usa per tagliare il pesce (ma non per sfilettarlo) così come il formaggio o i salumi. E’ utile soprattutto per i surgelati per la sua lama rigida e larga.

Il coltello da salato è nato per i negozianti o per le degustazioni d’alta cucina, quando è necessario tagliare un piccolo tocchetto da una forma di formaggio grosse o una fetta da salumi di ogni tipo e dimensione.

Tipi di coltelli da formaggio

Per i coltelli da formaggio, ti rimando alla pagina: Come usare i coltelli da formaggio.

Pubblicato da Anna De Simone il 5 agosto 2018