Talea di geranio, le istruzioni

talea di geranio

Talea di geranio: le istruzioni moltiplicare gerani per talea. Il video che mostra come prelevare la talea e come fare la messa a dimora. Consigli per aumentare le possibilità di attecchimento.

La propagazione del geranio per talea è molto semplice, infatti chi vuole coltivare gerani può cominciare proprio così! Chi decide di moltiplicare il geranio per talea può iniziare prelevando un rametto. I gerani possono essere moltiplicati con tre differenti talee:

  • la talea di punta
    Si preleva solo la zona apicale del rametto. Chi non vuole tagliare alcun ramo dalla pianta madre può approfittare delle potature annuali per fare tante talee di geranio.
  • La talea di ramo
    E’ importante che il ramo conservi dei nodi. Il ramo va reciso in senso obliquo proprio a pochi centimetri dall’ultimo nodo.
  • La talea di nodo
    Si preleva solo la porzione del ramo in corrispondenza al nodo.

Attenzione!
A prescindere dalla porzione prelevata, la talea di geranio deve essere dotata di almeno 3 nodi. Dopo aver prelevato la talea, dovete eliminare tutte le foglie e lasciarne solo un paio all’apice.

Curiosità
Il geranio è una pianta famosa per i suoi bellissimi fiori ma anche per le sue proprietà curative. Per tutti gli approfondimenti vi rimandiamo alla pagina olio essenziale di geranio.

Quando fare la talea di geranio, il periodo

Quando moltiplicare i gerani per talea? Il periodo più indicato cade con l’inizio della primavera o dell’autunno. Nelle prime giornate miti di primavera, oppure agli esordi autunnali, prelevate dalla pianta madre dei rametti lunghi mediamente 10 – 15 cm.

Le talee di geranio radicano velocemente: dovrebbero essere sufficienti 30 – 40 giorni e in casi particolarmente promettenti dovreste vedere spuntare le prime nuove foglioline già dopo 20 – 30 giorni. In questo periodo d’attesa è necessario mantenere il terriccio sempre umido.

Talea di geranio, come fare

In questo paragrafo vedremo, passo dopo passo, le istruzioni su come moltiplicare gerani per talea.

  • 1). Scegliete una pianta madre sana rigogliosa.
  • 2). Prelevate il numero di talee che desiderate mettere a dimora. Le talee più promettenti sono quelle di punta, ovvero prelevate la porzione terminale di un ramo. Assicuratevi che questa disponga di due o tre nodi.
  • 3). Recidete in senso obliquo, impiegando forbici o un coltello ben affilato. Assicuratevi che la lama impiegata sia sterile (lavatela con alcool prima del taglio). La talea dovrà essere lunga circa 10-15 cm.
  • 4). Lasciate asciugare la talea lasciandola all’ombra per una giornata.
  • 5). Fate radicare la talea impiantandola in un vasetto di 6 – 8 cm di diametro; in alternativa al vaso potete usare delle vaschette del gelato artigianale lavate con cura e appositamente forate sul fondo.

Dopo questi 5 semplici passi, non vi resta che aspettare il periodo di radicazione.

Per la prima settimana, tenete le talee all’ombra e solo in secondo momento potrete esporle gradatamente alla luce.

Se avete intenzione di fare numerose talee di gerani, potete collocarle in una cassettina di polistirene espanso riempita con sabbia o con il classico terriccio per i fiori alleggerito con una buona dose di sabbia.

Il trapianto in un vaso più grande (13 cm di diametro) potrà essere effettuato solo quando la pianta avrà mostrato chiari segni di ripresa vegetativa.

Per facilitare la radicazione, potete impregnare la base della talea di geranio in un prodotto stimolante per talee come il Radicante Clonex , proposto su Amazon con spedizione gratuite al prezzo di circa 13 euro. Dato che il geranio è una pianta che si riproduce molto facilmente per talea, questo passaggio non è indispensabile ma se dopo alcuni tentativi le vostre talee non attecchiscono, potrebbe essere un’ottima soluzione. In ogni caso, se impiegate il radicante si accorceranno i tempi di attesi per la radicazione e per la ripresa vegetativa.

Altre moltiplicazioni per talea che vi possono interessare:

Come fare la talea di Geranio, il video

Nel video che segue sono mostrate le istruzioni per fare talee di gerani con la talea di nodo ma la procedura è pressoché identica a quella che abbiamo descritto sopra. L’una differenza sta nel fatto che il ramo prelevato è tagliato anche nella parte superiore.  Per altri consigli sulla coltivazione del geranio vi rimandiamo alla pagina come curare il geranio.

Pubblicato da Anna De Simone il 4 febbraio 2016