Schnauzer Nano: carattere e prezzo

schnauzer nano

Schnauzer Nano, cane dal nome originale quasi impronunciabile – Zwergschnauzer – non è assolutamente da confondere con lo scottish terrier anche se, come suono, è più semplice. Non è una buona scusa per non dare a questa razza tutta la dignità e lo spazio che si merita.



Lo Schnauzer Nano appartiene alla famiglia degli Schnauzer ed è perfetto sia come cane da compagnia da tenere a casa, in piccoli appartamenti, sia come cane da guardia, da far correre libero in spazi aperti.

Schnauzer Nano (Zwergschnauzer): origini

Le origini dello Schnauzer Nano vanno ricercate verso la fine del 1800, nell’area di Francoforte, in Germania, e la confusione sulla sua identità è iniziata subito. Non con lo Scottish Terrier ma con il Pinscher nano: si pensava fosse uno di loro ma con pelo ruvido. A guardarlo bene, però, c’era una bella differenza nelle forme, nella taglia e nel mantello, evidentemente non molto morbido e setoso.

Questo cane ha in comune l’origine con i Terrier e sono entrambi stati creati per la caccia, frutto di selezioni gestite nel tempo per ottenere poi anche un cane da guardia e difesa. Nel mondo dell’arte, ma a testimoniare che esiste da secoli, troviamo lo Zwergschnauzer in moltissimi dipinti e stampe del quindicesimo secolo, come accompagnatore di cavalli e diligenze.

schnauzer nano origini

Schnauzer Nano: aspetto

Per dirla facile questo cane è esattamente una miniatura dello schnauzer ma fortunatamente non presenta malformazioni che si possano ricondurre al nanismo, come invece il nome di Schnauzer Nano potrebbe far pensare. Si tratta di un animale dal fisico piccolo- alto 30-35cm al garrese – ma forte, un po’ tozzo ma elegante.

Il corpo è robusto e compatto, si può quasi inscrivere in un quadrato, da cui sbuca la testa, anch’essa massiccia ma armoniosa e con i giusti rapporti rispetto al resto del fisico. L’insieme risulta gradevole e affatto “appesantito”.
Abbiamo accennato al pelo, ruvido, prima: lo è eccome, è perfino detto “fil di ferro” tanto è duro e oltretutto anche ben fitto. Il mantello dello Zwergschnauzer ha anche il sottopelo.

Il pelo di copertura, però, è quello un po’ più lungo e più ruvido, né arricciato né ondulato, però sugli arti risulta meno ruvido, sulla fronte e sulle orecchie, meno lungo. Come colori troviamo il nero puro con sottopelo nero, il pepe e sale, il nero/argento, oppure il più raro Schnauzer Nano con pelo bianco puro con sottopelo bianco. Caratteristica speciale di questa razza è la presenza di barba, non troppo morbida sul mento, e di un paio di sopracciglia cespugliose che coprono anche leggermente gli occhi.

schnauzer nano aspetto

Schnauzer Nano: carattere

Se fisicamente possiamo parlare di cane in scala, ma identico al suo fratello maggiore, caratterialmente non è necessario neanche cambiare dimensione, Sono identici come indole lo Schnauzer Nano e quello Gigante. E anche quello Medio. Sono cani intelligenti, intrepidi, resistenti e si mostrano sempre vigili. Questa razza, in tutte le misure, si dimostra sempre dotata di un carattere molto forte, equilibrato e impetuoso. Questa carica, non impedisce allo Schnauzer Nano di essere anche molto affettuoso con i propri padroni.

Ciò che può farci optare per la taglia più piccola, è la sistemazione: se Nano, questo cane è un perfetto cane da compagnia, mentre quello di taglia media è meglio come cane da guardia. Infine il gigante spesso e volentieri viene utilizzato come cane da difesa.

Lo Zwergschnauzer in appartamento è molto gestibile dato che mostra di essere intelligente e facile da addestrare. Un buon esperto che lo imposta fin da piccolo e il gioco è fatto, inoltre con i bambini è un animale fantastico e sicuro, solo con gli estranei è diffidente ma certo non aggressivo.

schnauzer nano carattere

Schnauzer Nano: allevamenti

In Italia ci sono una sessantina di allevamenti registrati sul sito di ENCI, le regioni dove sono più numerosi sono l’Emilia Romagna dove ne esistono 9, il Lazio con 10, e la Lombardia con 11. Anche il Piemonte si difende bene con i suoi 5 allevamenti di Schnauzer Nano.

Schnauzer Nano nero

Tra le varie tinte ammesse da questa razza, la più comune in Italia è la più diffusa e lo è sempre stata. Per lo meno a quanto risulta dalle registrazioni di ENCI dell’ultimo decennio. Nel 2015 si contavano 375 Schnauzer Nani neri su 800 presenti sul nostro territorio, nel 2006 la quota era 314 su 550.

Schnauzer Nano nero argento

Il nero con note argento è il secondo tipo di Schnauzer Nano che possiamo trovare in Italia. Il più raro è certamente il bianco. Nel 2015 su circa 800 esemplari di Schnauzer Nano registrati da Nord a Sud, 174 erano nero argento, nel 2006 la percentuale era simile, erano 104 su 550.

schnauzer nano allevamenti

Schnauzer Nano: prezzo

Un cucciolo di Zwergschnauzer (Schnauzer Nano) in allevamento può costare attorno agli 800/900 euro, on line si trovano “occasioni” anche da 600. Non dico di diffidare a priori ma consiglio di andare direttamente a prendere il cane in allevamento anche per poter vedere chi se ne è occupato da quando è nato e come. In allevamento oppure presso strutture dove prendere legalmente e in modo certificato, uno Schnauzer Nano in adozione. Sarebbe la cosa migliore.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 5 aprile 2016