Sapone potassico: cos’è, a cosa serve e costo

Sapone potassico

Il Sapone potassico non è un prodotto per l’igiene personale, il nome inganna ma l’aggettivo ci deve far insospettire. E’ molto utile per chi ama il giardinaggio e desidera trattare al meglio piante e fiori. Non certo tutti sanno che esiste e conoscono i benefici che apporta ed è per questo che ne parliamo qui, in modo che ogni pollice verde possa decidere se farne uso o meno.



Sapone potassico: di cosa si tratta

Questo Sapone potassico è a tutti gli effetti un detergente, definito anche bagnante e adesivante, serve in generale a potenziare le difese naturali delle piante. Ha anche un effetto corroborante. Viene impiegato nel settore dell’agricoltura convenzionale e anche in quella biologica come viene specificato dal Reg. UE n. 354/2014 All.

Il prodotto che ci troviamo tra le mani è a base di sale di potassio e di olio d’oliva, ecco perché questo nome. Ha una consistenza pastosa ma questo non ci deve far nascere sospetti perché si tratta di un mix di ingredienti completamente naturale e biodegradabile. Quando lo si acquista lo si ottiene puro, non diluito ma poi quando lo si impiega si procede preparando una soluzione acquosa. Operativamente parlando, quando ci si trova con il Sapone potassico in mano e un giardino da “potenziare”, per procedere allo scioglimento è meglio usare dell’acqua tiepida, sarà tutto più facile.

Sapone potassico: a cosa serve

Abbiamo già accennato agli effetti di questo prodotto ma ora andiamo a vedere meglio come lo si usa e a che scopo. Il Sapone Molle Potassico è in grado di sciogliere melate e fumaggini, oltre a tutti gli altri vari rivestimenti patologici da sviluppo di funghi che si nutrono di materiali organici in decomposizione. Perché puntiamo il dito contro melate e fumaggini chiedendo aiuto ad un particolare sapone? Perché entrambi riducono l’azione della luce, la fotosintesi clorofilliana, gli scambi gassosi causando il deperimento delle piante e una diminuzione di rese e qualità produttive.

Il Sapone potassico è anche in grado di facilitare l’asportazione delle uova di molti insetti, riducendo anche l’umidità indispensabile per il comparire di alghe e funghi.

Apriamo una piccola parentesi sulle melate e le fumaggini perché è importante conoscere i propri nemici oltre ad approfondire gli effetti delle armi che abbiamo per combatterli. La melata non è altro che una secrezione zuccherina emessa dalla maggior parte dei Rincoti Omotteri che si nutrono della linfa delle piante. E’ sgradita anche perché rappresenta un substrato alimentare fondamentale per la nutrizione di un elevato numero di insetti glicifagi e di alcuni funghi saprofiti. Le fumaggini sono quella patologia delle piante che è causata dallo sviluppo di funghi saprofiti su substrati glucidici presenti sulla superficie dei vegetali.

Torniamo ora al nostro Sapone potassico e vediamo come esso viene utilizzato anche come bagnante, ciò è è possibile perché esso è in grado di ridurre la tensione superficiale dell’acqua quindi ne consente una miglior dispersione. Perché è importante questo effetto in agricoltura? Perché serve per assicurare l’omogenea distribuzione e copertura del velo fitoprotettivo di corroboranti, concimi o fitofarmaci che noi spesso applichiamo per proteggere ad esempio l’olivo, ma anche la vite oppure campi di ortaggi e frutta.

Abbiamo parlato di effetto bagnante e anche di effetto adesivante. Cosa significa? Una sostanza è adesivante quando favorisce l’adesione dei preparati sulla vegetazione e consente il loro persistere in caso di leggere asportazioni dovute a intense rugiade o deboli piogge.

Sia l’azione bagnante sia quella adesivante, entrambi molto importanti, per le nostre piante, possono essere svolte dal sapone molle potassico solo se esso è in soluzione acquosa liquida. Una volta preparata qeusta miscela, meglio se con acqua tiepida, la si può applicare nelle ore meno calde della giornata. Il momento migliore è la sera perché si evita che l’acqua evapori subito andando a diminuire l’efficacia del trattamento.

Sapone potassico: costo

In commercio sia on line sia in negozi per il giardinaggio si trova il sapone mille potassico solitamente in confezioni da mezzo o un chilogrammo e che vanno diluite in un totale di 100 litri di acqua. Quando si decide di utilizzarlo ci si deve organizzare in modo da poter applicare la miscela diluita almeno 3 volte, meglio se quattro, con pause di una decina di giorni da una applicazione all’altra. Questo si può considerare un ciclo di trattamento che ha quindi la durata di circa una quarantina di giorni. Il costo non è elevato ed è meglio acquistare un prodotto di qualità, anche per evitare delle difficoltà al momento delle diluizione in acqua.

Tra le cose che non abbiamo specificato, ma che ritengo elementi importanti per una scelta consapevole, c’è il fatto che l’azione del sapone potassico è strettamente fisica, non chimica. Ciò si traduce nel fatto che la sostanza applicata alle piante non da conseguenze tossiche che possiamo invece riscontrare con l’utilizzo di altri saponi. Questo non ci deve portare ad essere imprudenti, la soluzione acquosa può infatti risultare leggermente irritante per occhi e pelle ed è quindi meglio usare delle protezioni quando la si applica.

Prima di comprare il Sapone potassico è meglio sapere che non è compatibile con prodotti a base di rame, come la poltiglia bordolese, né con acque molto dure per eccessiva presenza di calcio, magnesio, ioni metallo. Non va inoltre miscelato con sostanze che si attivano in ambiente basico, la cosa migliore è effettuare una prova per verificare la compatibilità e l’eventuale fitotossicità con possibili colture sensibili.

Sapone potassico: dove comprarlo 

Sapone potassico: dove comprarlo

On line troviamo alcune proposte di confezioni di sapone molle, come questa da 250 millilitri a 12 euro. Ci sono anche delle alternative come questa confezione da 5 pezzi di allume di potassio in stick, a volte più comoda, che costa 14 euro e contiene 120 grammi di sostanza,. Sempre su Amazon troviamo a 8 euro una confezione da 200 grammi di sapone molle di potassio indicata per un utilizzo nell’orto o in coltivazioni di alberi da frutta.

Sapone potassico: dove comprarlo 

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookInstagram

Pubblicato da Marta Abbà il 2 ottobre 2018