Il riuso creativo in Architettura

riuso creativo architettura

Il riuso creativo in architettura può essere diviso in due principali categorie, da un lato si può parlare di un riuso creativo che prevede la trasformazione del materiale ormai giunto alla fine del suo ciclo di vita e dall’altro si possono impiegare materiali così come sono, apportando sono delle limitate modifiche. Per comprendere meglio quanto appena detto, riportiamo alcuni esempi pratici.

Riuso creativo in Architettura con la trasformazione dei prodotti di scarto
In questo conteso i prodotti di scarto vengono lavorati e riescono a dare vita a nuovi materiali.

GUARDA LE FOTO DEL RIUSO CREATIVO IN ARCHITETTURA

Riuso creativo in Architettura con il riadattamento dei prodotti di scarto
L’oggetto arrivato al termine del suo ciclo di vita viene riadattato per svolgere una funzione estetica o meccanica.

Nella prima grande categoria rientrano i PFU, pneumatici fuori uso. La gomma delle ruote delle auto viene “sminuzzata finemente” e trattata con un elastomero, il materiale ottenuto andrà a costituire pavimenti o tappezzerie in nuovi edifici, palstre o campi sportivi. Il vetro delle classiche bottiglie può essere lavorato e trasformato in lastre da impiegare in architettura.

Analogamente, il riuso creativo dei materiali appena citati può dare vita a complementi d’arredo per esterni, a sedute o tavolini nel caso del riciclo creativo dei PFU, mentre se guardiamo alle bottiglie di vetro, queste, con il riuso creativo sono state impiegate per la costruzione di un intero tempio buddista, il Wat Lan Kuad, realizzato con più di un milione e mezzo di bottiglie di birra riciclate.

GUARDA LE FOTO DEL RIUSO CREATIVO IN ARCHITETTURA

L’architettura ha scelto le bottiglie di birra per il riuso creativo mediante la trasformazione del vetro. Così come la gomma dei PFU viene tritata, il processo di trasformazione delle bottiglie di birra inizia con la frantumazione. Il materiale ottenuto al termine del processo di trasformazione delle bottiglie in disuso è detto “Green Stone”. Il Green Stone si ottiene frantumando le bottiglie in vetro e unendole a un particolare tipo di cenere ricavato da un sottoprodotto delle centrali termoelettriche. Una volta versato il composto negli appositi stampi si ottiene questo nuovo materiale resistente e di grande impatto estetico. Con questo materiale è stata costruita un intera villa a Las Vegas.

Se il Tempio thailandese di Wat Lan Kuad ha sfruttato il riuso creativo senza trasformare le bottiglie, la villa di Las Vegas ha visto un sistema di riciclo più complesso ma ugualmente a basso impatto ambientale.

GUARDA LE FOTO DEL RIUSO CREATIVO IN ARCHITETTURA

A svolgere un ruolo cruciale nel settore del riuso creativo in Architettura sono i pallet e i container. Sono numerose le case container in giro per il Globo, questo tipo di abitazione pare non farsi mancare nulla: i container vengono usati come box modulari, più box possono essere uniti tra loro e ovviamente anche qui non manca un riadattamento con l’aggiunta di pannelli isolanti e tetti fotovoltaici.

Nella nostra foto in alto si può vedere una soluzione molto creativa! Non lasciatevi ingannare, non si tratta di un mero complemento di arredo: il gestore del locale aveva l’esigenza di costruire un palcoscenico per le serate di musica dal vivo, necessità che ha soddisfatto ospitando un vero e proprio camion destinato allo scasso! Il locale in questione si trova al Centro Commerciale Campania, Marcianise – Braciami Ancora.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 14 febbraio 2014