Come fare il rinvaso del limone

Come fare il rinvaso del limone

Coma fera il rinvaso del limone: istruzioni sul terriccio adatto, il periodo migliore e consigli per non sbagliare. Quando rinvasare il limone.

Per il rinvaso del limone è necessario seguire le stesse regole viste per rinvasare gli agrumi ma in questa guida saremo ancora più dettagliati.

Coltivare il limone in vaso

Il limone è una pianta che si adatta bene alla coltivazione in vaso. Si può porre in un luogo ben soleggiato del giardino e, chi abita nel centro-nord, lo può coltivare a ridosso dei muri perimetrali della casa così da tenerlo parzialmente al riparo. Il limone, infatti, necessita di un clima tipicamente mediterraneo, con inverni miti. Shock termici o errori nel rinvaso possono causarne un improvvisa e rapida caduta delle foglie (per approfondire: perché il limone perde le foglie).

La coltivazione del limone in vaso ha molti vantaggi: anche un piccolo alberello, se ben tenuto, può regalare molti frutti… per non parlare delle profumate fioriture, con quei piccoli fiori bianchi dai petali carnosi!

Al momento del rinvaso, scegli un buon contenitore: il limone si può coltivare in vasi di coccio o terracotta, che rendono più stabile la pianta e consentono una traspirazione migliore dell’apparato radicale. La plastica è un materiale da considerare, tuttavia la scelta di un vaso di coccio (o terracotta) è consigliata. Chi abita nel settentrione e ha necessità di spostare la pianta, può predisporre un piccolo carrello con rotelle e poggiarci il vaso sopra così da renderlo trasportabile.

Il vantaggio principale della coltivazione del limone in vaso è proprio questo: il vaso può essere spostato in posizione riparata in inverno rendendo possibile la coltivazione anche nel settentrione. Altro vantaggio sta nella possibilità di coltivare il limone in balcone o terrazza (previo controllo della capacità di carico del suolo).

Tra gli svantaggi vi è il rinnovo del terriccio che per piante in fase di sviluppo deve necessariamente avvenire con il rinvaso, più avanti, invece, è possibile provvedere alla sostituzione dei primi strati di terreno senza eseguire il rinvaso periodico.

Quando rinvasare il limone

Il rinvaso, per una pianta in accrescimento, deve avvenire ogni anno o al massimo, se la pianta mostra un lento sviluppo, può avvenire ogni 2 anni.

Il periodo migliore per fare il rinvaso del limone cade in primavera, in questo modo la pianta avrà la fase vegetativa per promuovere la crescita delle radici e colonizzare il nuovo spazio a sua disposizione. Si può fare il rinvaso anche in autunno, ma il periodo consigliato resta la primavera.

Quando il limone sarà adulto bisognerà cessare ogni rinvaso e limitarsi a eseguire il rinnovo del terriccio. Indicativamente la pianta prenderà il suo vaso definitivo dopo 8 – 9 anni dall’inizio della sua coltivazione. Una pianta adulta coltivata in vaso avrà un’altezza orientativa di 120 – 140 cm. Quando la pianta è adulta e ben sviluppata, bisognerà provvedere solo a rimuovere i primi 10 – 15 cm di terriccio e sostituirlo con terriccio fresco. Se la pianta continua ad accrescere la sua chioma sarà necessario un rinvaso ma in questi casi basterà rinvasare il limone ogni 4 – 5 anni (le piante adulte crescono molto più lentamente).

Come fare il rinvaso del limone

Il rinvaso si fa sostituendo completamente il terriccio e prendendo un vaso leggermente più grande. E’ inutile scegliere un vaso eccessivamente più grande: per scegliere le dimensioni del vaso dovrai osservare la chioma della pianta, il diametro del vaso dovrà essere solo di poco inferiore alla proiezione della chioma.

La stazza della pianta e il peso del vaso di coccio rendono l’operazione di rinvaso del limone piuttosto impegnativa. In alcune circostanze potrebbe essere necessario l’aiuto di una seconda persona per inclinare il vaso e consentire l’estrazione della pianta.

Per facilitare l’estrazione della pianta con il pane di terra, eseguire una copiosa e abbondante irrigazione: il terreno saturo d’acqua è sì più pesante ma anche più facile da staccare dai bordi del vaso di terracotta. Se il vaso è in plastica, staccare il pane di terra sarà più semplice.

1) Assicurati che il terreno non sia aderente alle pareti della pianta ed estraila del suo vecchio vaso.

Una volta estratta la pianta controlla le condizioni delle radici.

2) Rimuovi il terreno non ancorato alle radici ed elimina eventuali radici marce. Accorcia tutte le radici del 10% della lunghezza.

Nel rimuovere il terreno non aderente alle radici e in fase di potatura, elimina eventuali nidi di lumache o formiche.

3) Prepara il nuovo vaso predisponendo 3 – 4 cm di ghiaia o argilla espansa e del nuovo terriccio per agrumi (specifico).

4) Metti la pianta nel nuovo vaso e porta a livello il terreno aggiungendo del terriccio fresco specifico per agrumi.

Il terriccio specifico per limoni è facile da trovare in commercio, è caratterizzato da un pH leggermente acido e già fornisce, di base, i microelementi necessari alla crescita degli agrumi. Dove comprare del terriccio per limoni? Presso garden center, vivai, consorzi agrari o sfruttando la compravendita online: a “questa pagina Amazon” noterai una grande scelta di terricci specifici per limoni, anche a ottimi prezzi.

Come concimare il limone

In qualsiasi periodo dell’accrescimento della pianta di limone in vaso, sono necessarie concimazioni. Al momento del rinvaso è possibile concimare la pianta aggiungendo al terriccio del concime a lento rilascio, in primavera si consiglia di concimare il limone con lupino macinato.

Pubblicato da Anna De Simone il 11 luglio 2018