Prurito ai capelli

Prurito ai capelli

Il prurito ai capelli ha diverse cause, tra le principali vi è sicuramente la forfora, la pelle secca e quindi la disidratazione. Purtroppo, spesso, il prurito ai capelli ha cause psicosomatiche: periodi particolarmente stressanti della vita, ansie inespresse e tensioni emotive, possono esprimersi mediante il prurito del cuoio capelluto

In questo articolo, oltre che parlare delle cause del prurito ai capelli, ti esporrò alcuni rimedi naturali e non che possono tornarti utili. So che è brutto da dire e probabilmente già lo sai ma… se hai prurito ai capelli non dovresti grattarti. Grattandoti non fai altro che esasperare il problema e intensificarlo. Come resistere? Grazie a prodotti lenitivi e una visita dal dermatologo.

Prurito ai capelli: cause e trattamento. Quali sono i prodotti e i rimedi naturali utili per spegnere il prurito al cuoio capelluto. Consigli dermatologici.

Prurito ai capelli: cause

I fattori che scatenano il prurito ai capelli possono essere molteplici e, in ambito medico, si parla di due grosse macro-categorie: cause endogene, cause esogene.

Le cause endogene sono:

  • Predisposizione genetica
  • Fattori ormonali
  • Pelle secca e problemi di forfora
  • Malattie della pelle che colpiscono il cuoio capelluto come l’eczema del cuoio capelluto, la psoriasi guttata, la dermatite atopica, il diabete, micosi del cuoio capelluto, la scabbia, la psoriasi a placca o altri tipi di psoriasi.

Per il lungo elenco di malattie della pelle che possono causare prurito al cuoio capelluto, è di fondamentale importanza consultare un buon dermatologo. Il dermatologo potrà analizzare la presenza di particolari affezioni della cute e individuare la causa del tuo caso specifico.

Le cause esogene sono quei fattori esterni che possono causare prurito ai capelli. Nell’elenco figurano fattori quali:

  • Sbalzi di temperatura
  • Eccessiva esposizione al calore
  • Mancanza di umidità nell’aria
  • Eccessiva umidità nell’aria
  • Esposizione ai raggi UV
  • L’uso di shampoo o altri prodotti per capelli troppo aggressivi o inadatti al tuo tipo di cuoio capelluto
  • Lavaggio dei capelli troppo frequente
  • Scarsa igiene
  • Chemioterapia
  • Radioterapia
  • Dialisi
  • L’uso di particolari farmaci
  • Impiego di berretti e sciarpe che possono irritare il cuoio capelluto

Le “cause esogene” sono più facili da verificare. Per esempio, prova a lavare i capelli 2 volte a settimana e fallo impiegando uno shampoo naturale a base di rimedi in grado di alleviare il prurito ai capelli. Leggi le controindicazioni dei farmaci che usi e cerca di migliorare la pulizia dell’ambiente in cui vivi.

Altri sintomi oltre al prurito alla testa

Il prurito al cuoio capelluto può essere accompagnato da altri sintomi come: secchezza, rossore, squomosità, ipersensibilità della zona colpita, dolore, rugosità, ispessimento cutaneo, caduta dei capelli… Il problema è che molti di questi sintomi si innescano anche se ti gratti in modo intenso. Quindi non potrai sapere, in autonomia, se si tratta di sintomi correlati a un’affezione della pelle o alla tua condotta. Prova a non grattarti e vedi come si evolvono i sintomi. Poi, come premesso, la visita presso un dermatologo è d’obbligo!

Prurito ai capelli: rimedi

Come far passare il prurito alla testa? Anche in questo caso possiamo elencare due grosse macrocategorie di rimedi. Rimedi che comportano abitudini più sane e rimedi che prevedono l’uso di prodotti specifici.

In caso di prurito in testa, dovrai:

  • Cambiare più spesso le federe del cuscino.
  • Lavare lenzuola e federe del cuscino con detersivi naturali (non escludere che tra le cause esterne possano esserci allergeni depositati sulle federe come residui di lavaggio).
  • Fai lo shampoo 2 volte a settimana impiegando un prodotto lenitivo.
  • Sospendi l’uso di gel, lacca o spray per capelli.
  • Evita di grattarti.
  • Limita l’esposizione al cloro della piscina e ai raggi solari.
  • Evita gli sbalzi di temperatura.
  • Mantieniti ben idratato, bevi tanta acqua!

Dopo aver analizzato come curare il prurito ai capelli con la buona condotta, passiamo ai prodotti per contrastare il prurito ai capelli.

Hai la possibilità di scegliere tra rimedi naturali e prodotti farmaceutici come shampoo e gocce a base di diversi principi attivi, molto efficaci sono quelli lenitivi all’urea. E cosa dire dei rimedi naturali, funzionano? In realtà è tutto molto soggettivo, soprattutto quando il prurito è di origine psicosomatica.

Prodotti contro il prurito ai capelli

Come rimedio naturale ti posso segnalare l’uso di uno shampoo fisiologico alla calendula. La calendula è molto lenitiva e può alleviare il prurito. Puoi trovare uno shampoo fisiologico su Amazon o in farmacia.

Sul fronte dei rimedi farmaceutici, non mancano shampoo lenitivi per il cuoio capelluto e dermoprotettivi. Se poi non vuoi limitarti allo shampoo esistono gocce ad hoc.

Quali gocce contro il prurito alla testa? Tra i tanti prodotti presenti sul mercato, ho personalmente avuto un riscontro positivo con Eucerin Dermo Capillare che realmente spegne il prurito ai capelli.

Di cosa è fatto? Urea (lenitiva), Licochalcone A (proprietà antinfiammatorie) e Polidocanolo (è un co-fattore che allevia il prurito, è usato in molti farmaci contro malattie della pelle che causano prurito). E’ privo di sali, profumi o parabeni.

Come si usa? Va applicato direttamente sul cuoio capelluto che prude. Massaggia delicatamente e lascialo in posa. Non devi risciacquare dopo l’applicazione. Contrasta il prurito e ne previene la comparsa svolgendo un’azione antinfiammatoria.

Dove comprarlo? Si trova in farmacia o su Amazon, dove si compra al prezzo di 17,39 euro con spese di spedizione gratuite. Per tutte le info, ti rimando alla pagina ufficiale Amazon dedicata alle gocce: Eucerin Dermo Capillare.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 8 dicembre 2018