Le proprietà nutritive e terapeutiche del pomodoro

proprietà pomodoro
Il pomodoro è un ortaggio molto apprezzato in cucina; oltre ad essere un alimento molto versatile in cucina, possiede tantissime proprietà nutrizionali e terapeutiche. ll pomodoro rappresenta una preziosa fonte di acqua, sali minerali e di vitamine tra cui B e C : tutte sostanze che svolgono un’ azione disintossicante e di rigenerazione dei tessuti. La sua caratteristica è che può essere facilmente coltivato in orto, in terrazzo, in bascone senza dover necessariamente avere conoscenze colturali. Approfondimenti|Come coltivare i pomodori in vaso

Pomodoro proprietà

  • Secondo studi recenti, il consumo costante di pomodori, faciliterebbe la digestione dei cibi che hanno fecole e amidi come pasta, riso, patate, inoltre aiuterebbe a eliminare l’eccesso di proteine provocato da un’alimentazione eccessivamente ricca di carni.
  • Altra  caratteristica è la sua capacità agevolare una digestione lenta e di risolvere problemi di scarsa acidità gastrica, grazie all’acido malico, arabico e lattico in esso contenuto.
  • Sembra essere efficace nell’agevolare l’organismo a recuperare l’equilibrio idrico, combattendo così la ritenzione dei liquidi, la stanchezza, i crampi, la debolezza muscolare e l’ipertensione. Da sottolineare anche la sua azione disintossicante, dovuta alla presenza di zolfo.
  • Il pomodoro inoltre contiene un alto valore vitaminico, in particolare la vitamina C nella misura di 25 mg: è sufficiente un pomodoro per coprire il 40% degli 80 mg del nostro fabbisogno.
  • Discreta anche la presenza di vitamina A, sotto forma di betacarotene nella misura di 610 mcg ogni 100 g: un “solo” pomodoro di 100 gr. “copre” il 15% della quantità di betacarotene da assumere ogni giorno.
  • Il pomodoro contiene licopene, potente antiossidante, efficace contro le malattie degenerative legate ai processi di invecchiamento. Il licopene ci protegge da danni genetici e dalle conseguenti malattie. Il contenuto di licopene nel pomodoro corrisponde a 11mg per 100 grammi nella polpa ed a 54 mg per 100 grammi nella buccia. L’organismo umano non è in grado di sintetizzare il licopene e l’unico modo di assumerlo è tramite l’alimentazione.

Ti potrebbe interessare

Antiossidanti naturali: benefici

 

Pubblicato da Anna De Simone il 13 marzo 2014