Piante grasse in inverno

piante grasse in inverno

Come curare le piante grasse in inverno: dagli ultimi rinvasi ai fattori da controllare (temperatura, luce, umidità), irrigazioni, concimazioni e trattamento delle malattie.

Le piante succulente sono molto apprezzate grazie ad alcune caratteristiche vincenti: sono longeve, facili da coltivare, con limitate esigenze, si comprano con prezzi accessibili e offrono un grande assortimento di varietà. 

Quando diciamo che le piante grasse sono facili da curare e coltivare, non vi stiamo suggerendo di comprarle per poi abbandonarle a loro stesse! In natura una pianta è autosufficiente ma, strappata dal suo habitat e posta in un vaso in ambiente domestico, richiede un minimo di cure. Ecco quali sono le cure da dedicare alle piante grasse durante l’inverno.

Piante grasse in inverno:
temperatura e luce

Coltivate in casa, le piante grasse preferiscono un luogo che possa offrire la massima luminosità. Posizionatele a ridosso di una finestra ben illuminata ma ben distanziate dal vetro che potrebbe bruciare i tessuti delle foglie a causa dei raggi del sole.

Se notate che le foglie si rammolliscono o che gli apici delle foglie diventano gialli, probabilmente la pianta sta ricevendo poca luce. Le piante grasse più sensibili alle condizioni di ombra o semi-ombra sono quelle dalla forma colonnare. Se una pianta grassa si ricurva su se stessa, probabilmente è a caccia di una fonte luminosa.

La temperatura ottimale per lo sviluppo delle piante succulente va dai 22 ai 24 °C. In ogni caso, in ambiente domestico, dovrete garantire una temperatura minima di 10 – 12 °C. Certo, esistono piante grasse resistenti al freddo ma fatte le dovute eccezioni, con temperature inferiori ai 10 °C le piante grasse possono andare incontro alla morte.

Piante grasse in inverno:
irrigazione e concimazione

Bisogna ridurre al minimo le concimazioni e le irrigazioni! Quanto irrigare le piante grasse? La frequenza d’irrigazione varia di stagione in stagione:

  • in estate le piante grasse vanno irrigate con una frequenza indicativa di 3 settimane, e sempre dopo aver verificato che i primi 4 – 5 cm di terriccio superficiale siano asciutti.
  • in inverno, le piante grasse devono essere innaffiate ogni 6 – 7 settimane. La pianta si ritrova in riposo vegetativo e vuole pochissima acqua. L’irrigazione invernale deve interessare solo il terreno: evitate di bagnare le foglie che possono rammollire o marcire.

In inverno non dovete curare solo la frequenza delle irrigazioni, bisognerà prestare attenzione anche alla temperatura dell’acqua. Non irrigate con acqua fredda! La temperatura ottimale dell’acqua di irrigazione dovrebbe essere compresa tra i 15 e 20 °C. Evitate di lasciare l’acqua nei sottovasi.

Per quanto riguarda le concimazioni delle piante grasse, in inverno dovreste del tutto evitarle. In realtà le piante grasse vanno concimate due volte l’anno: a fine primavera e a fine estate. Non concimare mai le piante grasse durante il riposo vegetativo.

Rinvasare le piante grasse

In rinvaso delle piante succulente si esegue in estate! Se proprio avete dimenticato di farlo e la vostra pianta necessita di un nuovo contenitore, potete agire anche tra l’autunno e l’inizio inverno.

Il rinvaso delle piante grasse si esegue utilizzando del terriccio mediamente fertile e ben drenato. Vi servirà un terriccio leggero e che consente il rapido sgrondo dell’acqua in eccesso. Con il rinvaso, approfittate per porre sul fondo del vaso dei materiali inerti come argilla espansa, pietra pomice o ghiaia. La miscela di terriccio indicata per rinvasare le piante grasse vede:

  • 25% di terriccio universale.
  • 25% di torba bionda finemente sminuzzata.
  • 30% di sabbia di fiume non calcarea.
  • 20% di materiale minerale finemente triturato come pietrisco, brecciolina o perlite.

Curare le piante grasse in invero:
malattie e trattamenti

Le piante grasse, in inverno, non necessitano di trattamenti preventivi. Sono poche le malattie che si manifestano in questo periodo. Generalmente una malattia colpisce le piante succulente in inverno solo se l’ambiente è eccessivamente umido, solo se state irrigando troppo la pianta oppure se la pianta è posta in condizione di scarsa luminosità. Se la vostra pianta grassa è stata attaccata da funghi o altri parassiti, leggete la nostra guida dedicata alle Malattie delle piante grasse.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 15 novembre 2016