Aeonium arboreum: fiore e cura

Aeonium

Aeonium, un genere che comprende alcune specie di piante succulente, originarie delle isole Canarie nella gran parte dei casi, tranne qualche eccezione che arriva dal nord Africa. E’ chiaro quindi che stiamo parlando di piante abituate ad un clima mediterraneo, in Italia risultano quindi semplici da coltivare. Quando si parla di Aeonium si indicano differenti piante che possono anche non assomigliarsi molto, i caratteri che le accomunano sono i fusti rigidi e sottili, completamente spogli, marrone, e una rosetta che spunta in cima, ampia e a forma di spatola



Aeonium: fiore

Fiorisce in estate perché quando fa freddo le foglie tendono a richiudersi formando una specie di palla. Nei mesi più caldi al centro della rosetta spunta una infiorescenza formata da fiorellini di colore giallo oro.

Non pretendiamo che spuntino i fiori subito, alla prima estate di vita della pianta, possono volerci alcuni anni. A volte si comporta come le agavi: muore dopo che i semi contenuti nei suoi frutti sono stati liberati, altre volte invece sopravvive e fiorisce anno dopo anno ma in modo sporadico.

Oltre al giallo, dorato, ci sono altri colori che possiamo trovare nella fioritura dell’ Aeonium ma molto più raramente. Mi riferisco al bianco, al rosa e al rosso, in varie sfumature.

Aeonium

Aeonium arboreum

Tra le varie specie di Aeonium c’è questa Arboreum, conosciuta perché diffusa in diverse tonalità, per quanto riguarda le foglie che possono essere scure, porpora, marrone, nere, striate. Non è facile vedere fiorire questa specie che però presenta rosette molto allargate.

Aeonium: cura

Come altre piante succulente, anche questa si rivela semplice da coltivare. Anche chi è sbadato o ha poco tempo da dedicare alla piante, può riuscire a starci dietro perché le opere di manutenzione che richiede sono davvero minime.

Eppure ha una presenza esteticamente gradevole, le rosette sono belle, sembrano a volte studiate a tavolino non solo nella forma geometrica e regolare, ma anche nei colori. Molti scelgono alcune specie di Aeonium come coprisuolo, l’importante è garantirgli terreni molto ben drenati e proteggerlo dal gelo. Per quanto riguarda l’annaffiatura, da marzo a settembre deve essere regolare, in inverno invece non è poi così necessaria se non una volta ogni tanto.

Quando scegliamo la posizione dell’ Aeonium, facciamo attenzione che sia luminosa e soleggiata. Ora siamo pronti per piantare le nostre piante di Aeonium, su Amazon una bustina da 20 semi costa 2 euro.

Aeonium

Aeonium nero

Esiste anche l’Aeonium arboreum atropurpureum “Schwartzkopf”, detto “testa nera”, è una delle varietà più conosciute dalle nostre parti, ed è ovviamente più riconoscibile di altre. Le sue foglie sono color porpora-nero del fogliame, spesso lo troviamo mescolato al suolo con l’Arboreum a foglia verde sia tra le rocce dei giardini sia all’interno di vasi, usati soprattutto al Sud.

Aeonium

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 4 agosto 2017