Pesca subacquea: come iniziare

Pesca subacquea come iniziare

Pesca subacquea: come iniziare, consigli per iniziare la pesca in apnea. Dalla normativa ai segreti per sfruttare al meglio il tempo in immersione.

La pesca in apnea è una disciplina molto complessa. Prima di immergerti dovresti conoscere i rischi connessi alle variazioni di pressione, dovresti conoscere le tecniche di respirazione migliori per fare apnea, tecniche di decompressione, le normative vigenti nella tua zona e tanto altro per consentirti una pesca subacquea in piena sicurezza. In un singolo articolo non abbiamo la presunzione di formarti su tutto questo. Ecco perché partiamo da un consiglio preliminare: prova a fare un corso di apnea, in questo modo non solo migliorerai i tuoi tempi di permanenza sott’acqua ma sarai formato anche su come gestire eventuali problemi legati alle immersioni. Ti consigliamo inoltre la lettura dell’articolo “come fare apnea“.

Attrezzatura pesca sub

Nell’articolo come fare pesca subacquea ti ho già parlato della muta e dei criteri di scelta che dovresti adottare (spessore, muta liscia, foderata…). E’ indispensabile scegliere la muta della taglia giusta, una muta troppo stretta ostacolerebbe la circolazione sanguigna mentre una muta troppo larga sarebbe d’intralcio in discesa e in risalita e ti causerebbe problemi sia per la gestione dei pesi che per trovare il giusto assetto sott’acqua. Sempre nell’articolo citato, ti ho spiegato come indossare la muta, una muta della taglia giusta può sembrare “stretta” quando indossata all’asciutto, quindi dovrai seguire qualche consiglio per fartela calzare senza problemi.

Quando si parla di iniziare a fare pesca subacquea molti dubbi cadono sulla scelta di un buon fucile per pesca in apnea. Per iniziare, scegli un fucile economico, un fucile 75 cm ad elastici, non in carbonio perché a questa misura ha difficoltà a flettere. I fucili classici non solo sono economici ma funzionano bene e sono perfetti per iniziare. Un altro fucile molto sottovalutato è quello a pressione: un fucile a pressione da 40 cm si compra con circa 40 euro e può tornare utile per la pesca da tana.

Pesca subacquea: come iniziare

Il miglior modo per iniziare a pescare in apnea è sempre quello di affiancarsi a un esperto. Se non ha nessun amico o parente che già pratica pesca subacquea, per iniziare, puoi controllare se sul tuo territorio sono presenti associazioni di pesca o corsi ad hoc. Gli istruttori di apnea sono generalmente anche degli ottimi pescatori con tanti anni di esperienza sulle spalle. Di certo, oltre alla formazione teorica sono in grado di darti tutti gli strumenti per iniziare a fare pesca subacquea.

Per iniziare a praticare pesca subacquea, recati alla capitaneria di porto del tuo territorio e chiedi se vi sono normative specifiche.

Per la sicurezza: il pescatore subacqueo deve segnalare la sua posizione con la bandiera rossa recante diagonale bianca e deve mantenersi entro un raggio di 50 metri dalla segnalazione.

  1. Informati su eventuali normative locali
  2. Fai pratica di apnea e affiancati a un esperto
  3. Acquista l’attrezzature essenziale per iniziare a praticare pesca subacquea
  4. Fai esperienza
  5. Inizia in modo graduale cercando di migliorare i tuoi tempi in apena
  6. Fai movimenti lenti per sfruttare al meglio la tua autonomia ossigenica

Non smettere mai di formarti e non solo all’inizio! Tra le letture consigliate, oltre ai due articoli segnalati in precedenza, ti consigliamo l’acquisto di un manuale pratico/tecnico. Tra i tanti, il “Manuale di pesca in Apnea” è molto completo. Si compra su Amazon al prezzo di 16,91 euro con spese di spedizione gratuite.

Per tutte le info e leggerne l’introduzione, ti rimandiamo alla pagina Amazon: Manuale di Pesca in apnea.

Come iniziare la pesca subacquea: normativa

Se ancora non hai mai pescato in apnea, è possibile che sei completamente a digiuno circa le normative sulla pesca subacquea. Per esempio, sai che per raccogliere i mitili (cozze) devi avere un’autorizzazione rilasciata dal Capo del Compartimento Marittimo? In ogni caso, il limite massimo di cozze che puoi raccogliere è di 3 kg. Non solo, in generale, per praticare pesca subacquea in modo regolare, dovresti darne comunicazione all’Autorità Marittima. Puoi farlo sia tramite le associazioni di settore del tuo territorio, sia attraverso il sito internet del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (Direzione Generale della pesca marittima e dell’acquacoltura). La comunicazione va rinnovata ogni tre anni.

Il permesso per la pesca in mare è gratuito e può essere rilasciato anche dalla Capitaneria di Porto (Ufficio Pesca della Guardia Costiera). Alla consegna del modulo di comunicazione ti sarà rilasciato un attestato di conferma.

In caso di controllo, va presentato quell’attestato. Cosa succede se non fai questa segnalazione? La Guardia Costiera fa presente che:

“Chi non avrà effettuato la comunicazione, se soggetto a controlli, dovrà svolgere gli adempimenti previsti entro dieci giorni per non incorrere in sanzioni.”

La comunicazione è gratuita e si può fare anche attraverso internet sfruttando il sito del Ministero delle Politiche agricole a “questo indirizzo“.

Pubblicato da Anna De Simone il 24 agosto 2018