Bellavite: edizioni GreenPrinting e Zero Emission

Paolo Bellavite

“Per uscire dalla crisi non sarà sufficiente tornare a produrre di più, sarà necessario produrre meglio. Un nuovo sistema produttivo eco-sostenibile è la nostra sfida e la nostra condizione di sopravvivenza”. Paolo Bellavite, titolare della omonima casa editrice di Missaglia (LC), A.G.BELLAVITE ( http://www.bellavite.it/ ) , parla di sfida e di sopravvivenza.

Scegliere di essere Green e Zero Emission implica infatti un costo,  “ma per i nostri lettori il nostro marchio GreenPrinting® è un valore aggiunto. Di sicuro i tempi sono difficili per tutti, quindi non basta essere eco-sostenibili, bisogna anche offrire dei prezzi competitivi”.

1) Quale tipo di scelte ambientali avete fatto?

Dal 2008 la nostra azienda ha adottato la filosofia GreenPrinting®, volta alla salvaguardia dell’ambiente per un autentico sviluppo sostenibile, utilizzando materiali (lastre, carta, inchiostri e imballi) a basso impatto ambientale oltre all’investimento in sistemi di produzione di energia alternativi e automezzi a metano.

2) Perché questa decisione?

La scelta fatta nel 2008 risponde a motivazioni sia interne che esterne all’azienda. A.G Bellavite ha sempre mantenuto la propria identità di azienda radicata nel territorio, attenta alle esigenze della comunità. Una politica aziendale ecologica era quindi scritta nel dna dell’azienda. A questo si è aggiunta una motivazione giunta dall’esterno: la crisi economica mondiale. In Italia e all’estero, le politiche aziendali e gli investimenti nel settore dell’ecologia sono diventati sempre più uno strumento fondamentale di competizione. Per uscire dalla crisi non sarà sufficiente tornare a produrre di più, sarà necessario produrre meglio. Un nuovo sistema produttivo eco-sostenibile è la nostra sfida e la nostra condizione di sopravvivenza.



3) Quando avete ottenuto la certificazione FSC? In cosa consiste?

Abbiamo ottenuto la Certificazione della Catena di Custodia secondo lo standard del Forest Stewardship Council® (FSC) nel luglio 2008. Si tratta di un’associazione internazionale che include tra i suoi membri industrie di prima lavorazione, trasformazione e commercializzazione del legno e suoi derivati, nonché gruppi ambientalisti e sociali che collaborano per migliorare la gestione delle foreste in tutto il mondo. Possiamo quindi garantire al consumatore prodotti realizzati con carte provenienti da foreste certificate perchè gestite correttamente dal punto di vista ambientale, sociale ed economico.

4) Avete fatto scelte sostenibili anche per l’energia che vi alimenta?

Esatto, ci siamo dotati di un impianto fotovoltaico, installato sul tetto della nostra azienda. La nostra scelta in campo energetico ci ha portato ad abbracciare il messaggio veicolato da LifeGate Energy. LifeGate ha creato il concetto di energia rinnovabile a Impatto Zero®: le emissioni di CO2 connaturate all’attività di fornitura di energia elettrica (costruzione degli impianti di produzione, attività di vendita, amministrazione e assistenza clienti) sono compensate contribuendo alla creazione e tutela di foreste in crescita in Italia e all’estero.

5) E da ottobre 2010 siete anche Zero Emission? Cosa significa e come vi siete arrivati?

Dal 2010 siamo una ZeroEmissionCompany®: il Marchio certifica e garantisce che l’azienda ha posto in atto una serie di interventi compensativi, tali da azzerare totalmente le proprie emissioni di Gas a effetto Serra prodotte direttamente o indirettamente per le sue attività produttive. I nostri prodotti posso quindi fregiarsi del marchio di ZeroEmissionProduct®: è un valore in più che diamo ai nostri stampati.

6) Quali benefici avete avuto come azienda da questo tipo di scelte green?

Ovviamente queste scelte hanno comportato un investimento iniziale, che viene gradualmente compensato dal risparmio energetico e di materiali. I nostri clienti e i nostri lettori considerano il nostro marchio GreenPrinting® un valore aggiunto. Di sicuro i tempi sono difficili per tutti, quindi non basta essere eco-sostenibili, bisogna anche offrire dei prezzi competitivi. È certo però che a parità di costo la nostra offerta risulta vincente proprio per le sue caratteristiche di rispetto dell’ambiente.

7) Il futuro?

Abbiamo diverse sfide in corso, dal mondo digitale (ebook) alla definizione di un nuovo progetto che ci aiuti a valorizzare ulteriormente la nostra natura di azienda del e per il territorio, ma per ora non raccontiamo ancora nulla…

Intervista a cura di Marta Abbà

Pubblicato da Marta Abbà il 7 giugno 2012