Ortaggi e frutti rampicanti sul balcone

ortaggi e frutti rampicanti
Per dedicarsi alla coltivazione degli ortaggi non è necessario possedere un fazzoletto di terra, molte specie infatti possono essere coltivate in vaso: è il caso di molti ortaggi e frutti rampicanti. Il balcone può essere trasformato in un paradiso verde proprio grazie all’allestimento di un giardino verticale. Vediamo quali sono gli ortaggi e i frutti rampicanti che possono tranquillamente essere coltivati sul balcone.

Va da sé che per il buon esito dello sviluppo di queste piante sono necessari alcuni fattori come per esempio esposizione, manutenzione, spazio a disposizione.
Le piante rampicanti sul balcone comportano dei vantaggi

  • Ci fanno risparmiare spazio
  • Tengono alla larga le malattie fungine: i frutti non stando a contatto con la terra si ammaleranno di meno
  • Ci aiutano ad ombreggiare il balcone
  • Rendono il balcone più scenografico

Tra le piante di ortaggi che si prestano ad essere coltivate sul balcone come rampicanti abbiamo, cetrioli, pomodori e zucchine (alcune specie per pomodori e zucchine). Per quanto riguarda le piante da frutto abbiamo: vite, kiwi e passiflora, more e lamponi, fragoline, mirtilli

Fagioli e piselli, ma anche alcune varietà di fagiolini, hanno un portamento rampicante naturale, ma andrebbero comunque sostenute con delle reti, dei graticci, oppure, anche se in vaso, si possono costruire per loro delle piccole capanne, formate da tre canne il cui vertice viene tenuto insieme da uno spago (proprio come una piccola tenda da indiani).

I cetrioli possono svilupparsi dentro una gabbia di rete metallica a maglie larghe, anche se la cosa migliore per loro è un graticcio di legno appoggiato al muro o comunque assicurato alla ringhiera del balcone. Un’altra soluzione è sempre una rete ma infilata nel vaso nel senso della lunghezza.

Altro vegetale rampicante, non commestibile, ma appariscente e di grande utilizzo, è la luffa: assomiglia incredibilmente al cetriolo.

Per quanto riguarda pomodori e zucchine bisogna fare attenzione a scegliere le varietà rampicanti. Per esempio il pomodoro“Principe Borghese” è quello indicato allo sviluppo verticale, ma in genere tutti i pomodori hanno un portamento sarmentoso e si prestano a crescere in gabbie, legate a graticci o quantomeno sorretti da tutori, durante le varie fasi della crescita.

Tra le zucchine troviamo le ‘tromboncino d’Albenga’, che raccolte quando sono piccole si possono mangiare crude. Anche quelle spinose sono a portamento rampicante, pur richiedendo un po’ più di spazio.

Lo stesso discorso vale per more e lamponi, per i quali non esiste crescita corretta se non quella sorretta da una spalliera.
Per creare all’interno del nostro balcone una zona d’ombra, possiamo ricorrere alla vite, al kiwi o alla passiflora. Queste piante sono tutte spoglianti: d’inverno sono spoglie ma d’estate in compenso ci offriranno un po’ di refrigerio e tanti frutti.

Ti potrebbe interessare anche

Piante Rampicanti

Agricoltura innovativa, ortaggi di qualità

Pubblicato da Anna De Simone il 26 gennaio 2015