Ortaggi da coltivare in inverno

ortaggi da coltivare in inverno

Verdure e ortaggi da coltivare in inverno: cosa seminare in inverno direttamente nell’orto. Quali sono le semine dei mesi invernali.

Non lasciate che il vostro orto si spogli durante i mesi freddi dell’anno. Gli ortaggi da coltivare in inverno non mancano e in questa pagina vi faremo un fitto elenco.

L’inverno è la stagione dei cavoli, dei cavoletti di Bruxelles, dei finocchi, dei radicchi ma anche di cipolle e scalogni. Ecco quali sono gli ortaggi da coltivare in inverno, in vaso o in pieno orto.

Coltivare Cipolle e scalogni 

La messa a dimora di cipolla e scalogni può iniziare in autunno e proseguire fino a inizio inverno. Le cipolle hanno un lungo periodo di crescita e bisognerà curarle fino alla prossima estate. Le cipolle precoci possono darvi soddisfazioni già dalla primavera. Approfondite su Come coltivare i cipollotti.

Coltivare l’Aglio 

Esistono diverse varietà di aglio, molte delle quali si coltivano proprio in inverno. La coltivazione dell’aglio è semplice anche in vaso. Così come accade per le cipolle, anche per raccogliere l’aglio piantato in inverno bisognerà aspettare l’estate successiva ma l’attesa sarà ripagata abbondantemente.

Coltivare Finocchi 

La messa a dimora, di solito, si esegue in autunno ma chiedete al vostro vivaista di fiducia se ha piantine di finocchio adatte ai mesi più freddi, oppure coprite la vostra semina con una piccola serra tunnel, molto utile per coltivare ortaggi nei mesi più freddi come dicembre e gennaio.

Coltivare Ravanelli

I ravanelli sono semplici da coltivare. Può essere coltivato tra fine novembre e inizio dicembre. E’ possibile raccogliere e riseminare ravanelli lungo tutto il corso dell’anno, sia in vaso, sia in pieno orto.

Coltivare Spinaci 

E’ possibile coltivare spinaci in vaso (in ampie fioriere) o in pieno campo. Gli spinaci sono molto resistenti al freddo. Si possono mettere a dimora, già sviluppati, nei mesi più freddi dell’anno oppure si può proseguire con la semina a spaglio, nell’orto, nel mese di novembre. Chi vuole una coltivazione più ordinata può coltivare gli spinaci su file distanti 25 – 30 cm.

Coltivare Cicoria e radicchio

Può essere coltivata in ogni periodo dell’anno, anche se la semina che si effettua tra ottobre e novembre è quella più gratificante. Potete approfondire con la guida “Come coltivare la cicoria. La cicoria da taglio si semina da febbraio a ottobre e si raccoglie tutto l’anno.

Il radicchio si può seminare in casa da gennaio fino a marzo, mentre chi sceglie varietà di radicchio di Chioggia più tardive potrà seminare in pieno campo già da novembre (da novembre a marzo) a patto di praticare una buona pacciamatura soffice.

Coltivare Fagioli 

Possono essere seminati tra ottobre e novembre scegliendo le varietà resistenti al freddo. Si possono coltivare in inverno per poi raccogliere in primavera. Se avete una terrazza, coltivate i fagioli nei pressi delle ringhiere, queste piante necessitano di bacchette di sostegno.

Coltivare lattughe invernali e valerianella

La lattuga invernale si può seminare a spaglio anche tra novembre e dicembre. Chi abita nel meridione, nelle zone a clima più mite, può seminare anche a gennaio, limitandosi a coprire il terreno di coltivazione con un foglio di tessuto non tessuto.

Coltivare le fave

In genere la semina si esegue a inizio novembre ma, se l’andamento climatico lo consente, le fave si possono seminare nella prima metà dell’inverno (dicembre e gennaio). Le fave si possono seminare  in file distanti 50 cm, per andare sul sicuro, nei mesi più freddi dell’anno (dicembre e gennaio) potete piantare le fave prendendo, in vivaio, piante già sviluppate per la messa a dimora nell’orto.

Se proseguite con la semina, mettete 2 – 3 semi in buchette profonde 6 cm e, tra una pianta e l’altra, fate in modo di lasciare 35 cm.

Altri ortaggi da coltivare in inverno

Per capire cosa coltivare in inverno bisogna dare un’occhiata anche all’andamento climatico stagionale. Se le temperature lo consentono e la stagione non è molto fredda, è possibile proseguire con la semina di quelle coltivazioni che hanno bisogno di freddo per dare i loro frutti. In genere la semina di queste piante avviene in autunno, così, quando la pianta è più sensibile e ancora poco sviluppata, non deve fare i conti con le prime gelate invernali che sopraggiungeranno quando ormai la pianta sarà ben sviluppata.

Quindi, se volete azzardare alcune semine invernali (o direttamente puntare alla messa a dimora, magari coprendo la coltivazione con un foglio di polietilene o una serra tunnel), potete puntare a ortaggi e verdure come le Brassicaceae (cavoli, cavolfiori, cavolini di Bruxelles…), le rape, il sedano, i raavnelli…. A novembre è possibile seminare, in pieno campo, anche verdure come spinaci, lattughe, piselli, fave, aglio e cipolle. Chi semina a novembre, potrà raccogliere a fine inverno e verso l’inizio della primavera. Per ottenere raccolti scalari, potete eseguire semine ogni 15 giorni, fino a dicembre.

Pubblicato da Anna De Simone il 21 novembre 2017