Nomi delle nuvole

Nomi delle nuvole

Nomi delle nuvole, nomi strambi, a volte, altre volte divertenti, e altri ancora davvero banali. Nomi che non sembrano mai adatti per riuscire a rendere l’idea del meraviglioso spettacolo che il cielo mette in scena ogni giorno senza che noi sulla Terra ce ne rendiamo conto. Che, imparando i nomi delle nuvole, non sia la volta buona che impariamo a valorizzare questa bellezza gratuita offerta dalla natura.



Le nuvole si differenziano per forma, colore, spessore e anche per le conseguenze metereologiche che portano, da questi fattori derivano le differenti terminologie.

Nomi delle nuvole

Ammesso che non è così banale riconoscere le nuvole a colpo d’occhio, non sempre, per lo meno, proviamo ad esplorare i nomi assieme alle infinite forme e ai tanti colori, sfumature di grigio che, guardate con attenzione, sono molto diverse e gradevoli.

Partendo dai nomi delle nuvole più noti, troviamo i cirri per definire quelle strie biancastre, sottili, quasi trasparenti, molto alte e che terminano con un ricciolo, simili ai cirrostrati, che creano un velo sottile attorno al Sole o alla Luna, e ai cirrocumuli, quelli che creano l’effetto di cielo “a pecorelle” e annunciano l’arrivo della pioggia. Altro genere sono gli altostrati, color grigio o blu e che producono neve leggera o pioggia fine e fitta, simili agli altocumuli che si formano tra i 2500 e i 5000 metri creando a volte delle ‘corone’ attorno al sole.

Il nome delle nuvole stratificate basse è nembostrati, di color grigio scuro, poi ci sono i cumuli, simili a “panna montata” e che possono essere di tre tipi: il cumulus humilis l cumulus cumulus congestus. Gli stratocumuli sono distese continue di nuvole rotondeggianti e oscure, allungate, altri nomi delle nuvole sono cumulinembi, mammatus Clouds e le tante nubi lenticolari a loro volta divise in sotto generi.

Nomi delle nuvole

Nomi delle nuvole e tipi

In generale le nuvole vengono classificate a seconda della loro altitudine e della loro estensione e, al di là dei nomi delle nuvole, possiamo riconoscere 3 grandi famiglie: le nubi alte, le nubi medie e le nubi basse, con un’estensione prevalentemente orizzontale, Ad esse possiamo aggiungere le nubi a sviluppo verticale e le nubi ad altezza variabile, decisamente imprevedibili

Le nubi alte sono quelle con il prefisso “cirro”, in latino “ricciolo”, formate da cristalli di ghiaccio trasportati dai venti, le nubi medie, riconoscibili dal prefisso “alto” sono composte da goccioline d’acqua e/o da cristalli di ghiaccio e si formano tra i 2000 e i 6000 metri mentre quelle basse, con il loro suffisso “-strato”, compaiono sotto i 2000 metri e portano abbondanti piogge o nevicate. Abbiamo citato le nubi a sviluppo verticale, che nascono da moti convettivi atmosferici, e le nubi ad altezza variabile che, come suggerisce il nome, possono formarsi a quote diverse della troposfera.

Nomi delle nuvole

Nomi delle nuvole in francese

In francese “nuvole” si dice nuages, e anche in questa lingua possiamo trovare molti differenti nomi delle nuvole non poi così diversi da quelli che utilizziamo in italiano, anche perché le due lingue hanno radici comuni.

I principali generi di nubi in francese sono Cirrus, Stratus e Cumulus, ci sono poi generi intermedi (Cirrostratus, Cirrocumulus e Stratocumulus) e 4 generi di nuvole derivati “Altocumulus e Altostratus, Cumulonimbus e Nimbostratus).

Nomi delle nuvole: elenco

I nomi delle nuvole principali li abbiamo già elencati ma per chi vuole approfondirne le caratteristiche e le sottospecie, ecco un libro davvero utile e affascinante. L’Atlante universale delle nuvole. Come si chiamano e come si classificano le nubi di Damiano Zanocco, in vendita anche su Amazon a 10 euro.

Nomi delle nuvole

Nomi delle nuvole collettivi

E’ facile da notare che i nomi delle nuvole sono nomi collettivi. Così si definiscono quei nomi che stanno ad indicare gruppi. Che siano di persone, cose e animali, sono comunque parole che usate al singolare, un cirro ad esempio, indica un gruppo di nuvole. Se diciamo “cirri”, vogliamo parlare di un insieme di gruppi di nuvole di tipo cirro.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbero interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 2 dicembre 2017