Mate o Yerba Mate: proprietà, preparazione e controindicazioni

Yerba Mate

La Yerba Mate, detta anche Erva Mate o Cimarrón, è una pianta sempreverde appartenente alla famiglia delle Aquifoliaceae. Originaria del Brasile e del Paraguay, la pianta è diffusa anche in altre regioni del Sudamerica, come l’Argentina, l’Uruguay e il Cile.

Dalla Yerba Mate si ricava, per infusione delle foglie, una bevanda molto amata dalle popolazioni autoctone ma apprezzata anche in Europa, Italia inclusa. Si tratta della bevanda Mate.

In paesi come l’Argentina sorseggiare il Mate rappresenta un vero e proprio rituale, una componente importante della cultura locale perché simbolo di condivisione. Ma al di là della tradizione legata all’uso di questa bevanda, quali sono i benefici e le proprietà che contraddistinguono la Yerba Mate?


Mate o Yerba Mate: proprietà e benefici

La Yerba Mate presenta innumerevoli proprietà, oltre a costituire un vero concentrato di vitamine e di sali minerali. In questa pianta sono infatti presenti: vitamina A, vitamina C, diverse vitamine del gruppo B, calcio, potassio, manganese, ferro, selenio e fosforo. Un elenco di sostanze essenziali per il corretto funzionamento del nostro organismo. Quali sono invece gli effetti e i benefici garantiti dal Mate?

La Yerba Mate svolge una significativa azione diuretica. Il suo consumo aiuta l’organismo a depurarsi attraverso l’espulsione di tossine e di altre sostanze di scarto.

Alla pianta si attribuiscono effetti sazianti, tanto da essere spesso indicata come coadiuvante naturale nelle diete dimagranti. Il Mate è un eccellente antiossidante, grazie alla presenza di polifenoli, tra cui l’acido caffeico, l’acido clorogenico, la quercetina, la rutina e la teobromina. La sua assunzione permette perciò di contrastare la formazione di radicali liberi, tra i principali responsabili d’un invecchiamento cellulare precoce.

La Yerba Mate rappresenta una buona alternativa al caffè come stimolante mentale. La sua azione energizzante si deve alla mateina, una sostanza chimica che migliora la concentrazione e le attività mentali. Tra i tanti ulteriori benefici che le sono attribuiti, ricordiamo anche che la Yerba Mate:

  • È in grado di favorire la digestione;
  • Stimola il transito intestinale, dimostrandosi utile in caso di stipsi;
  • Svolge un’azione di supporto nei confronti del sistema immunitario;
  • Aiuta a prevenire la formazione di calcoli;
  • Contribuisce a diminuire il tasso di colesterolo e la glicemia;
  • Accelera il metabolismo;
  • Attiva la termogenesi, ossia la capacità di bruciare i grassi;
  • Coadiuva la circolazione sanguigna e l’apporto di ossigeno al cuore;
  • Ha effetti anti-infiammatori che facilitano il recupero dopo l’esercizio fisico.

Uno studio condotto dall’Università dell’Illinois e pubblicato nel Molecular Nutrition and Food Research ha inoltre evidenziato che i principi attivi presenti nella Yerba Mate aiutano a debellare le cellule cancerogene responsabili del tumore al colon.

Nel 2016, un gruppo di ricercatori dello Yerba Mate Genome Sequencing Project ha decodificato gran parte dei geni della pianta. Le informazioni sono ora liberamente accessibili per consentire di ampliare la gamma di studi relativi ai benefici della Yerba Mate.

Sul fronte delle calorie e dei valori nutrizionali del Mate, va ricordato che possono cambiare a seconda della varietà di Yerba Mate utilizzata e del rispettivo produttore.

Mate: utilizzi

La Yerba Mate è disponibile sotto forma di:

  • Foglie essiccate e sminuzzate, indicate per realizzare tisane;
  • Bustine filtro;
  • Estratti secchi ottenuti dalle foglie, disponibili in compresse o capsule come integratori.

Se assunta come bevanda, la dose di Yerba Mate consigliata è pari a 2-4 grammi, che vanno suddivisi in due o tre infusi da consumare in momenti diversi della giornata, ad esempio tra un pasto e l’altro. Subito dopo aver mangiato, il Mate può essere utile per coadiuvare la digestione, contrastando senso di gonfiore o di pesantezza.

Mate: preparazione

La bevanda di Yerba Mate può essere preparata come se si trattasse di normale tè, lasciando quindi in infusione le foglie nell’acqua bollente per alcuni minuti, per poi filtrare successivamente il liquido ottenuto. Per il corretto dosaggio è bene prestare attenzione alle indicazioni riportate sulle confezioni che si acquistano. In linea generale, la quantità standard da assumere sotto forma di tisana per giovare dei benefici offerti dalla pianta, è pari a circa due o tre tazze al giorno.

È abbastanza difficile trovare la Yerba Mate nei comuni supermercati. Per l’acquisto è opportuno recarsi nelle erboristerie ben fornite, nei negozi bio o nelle botteghe del Commercio Equo e Solidale. In alternativa, esiste l’opportunità di acquistare la Yerba Mate online su siti specializzati che permettono anche di valutare il venditore.

Il costo della Yerba Mate dipende dal tipo di marca che decidiamo di scegliere. In erboristeria e nei negozi specializzati, il Mate viene in genere venduto a prezzi più elevati, che ne garantiscono tuttavia la migliore qualità. Se si opta per l’acquisto online, non si esclude comunque la possibilità di portare a casa un buon prodotto senza spendere troppo. Come per qualsiasi altro articolo, su Internet si possono trovare buone offerte anche per la Yerba Mate. Ma non potendo usufruire di un contatto diretto con il venditore, occorre prestare un po’ di attenzione perché si può avere la sfortuna di imbattersi in frodi o in prodotti di bassa qualità. Le recensioni lasciate dagli altri utenti possono risultare piuttosto utili in tal senso.

Mate: tazza, dove comprarla

Se si desidera seguire la tradizione, il Mate va preparato adottando le antiche modalità degli Indios. Bisogna quindi avere a disposizione un apposito recipiente chiamato matero e dotato di una specifica cannuccia, detta bombilla. Usando questa particolare tazza non è più necessario filtrare il liquido. La dose di Yerba Mate va infatti inserita direttamente nel matero che viene poi riempito di acqua bollente. Dopo avere atteso alcuni minuti, si può procedere bevendo il Mate attraverso la cannuccia.

Tazza Mate

Il matero può essere facilmente acquistato online ed è disponibile anche su Amazon a questo indirizzo: https://amzn.to/2JFXbSj.

Mate: controindicazioni

In letteratura, non si registrano effetti collaterali di rilievo legati all’assunzione di Yerba Mate. È tuttavia opportuno consultare il proprio medico di fiducia quando si consuma Mate con regolarità. La pianta potrebbe interferire con diversi farmaci, tra cui alcuni antibiotici. La sua assunzione è inoltre sconsigliata durante la gravidanza, in fase di allattamento, nell’infanzia, in caso di alcolismo e in presenza di malattie diabetiche, pressione alta e intestino irritabile. Per eliminare ogni dubbio è sempre consigliabile rivolgersi a un adeguato parere medico.

Pubblicato da Evelyn Baleani il 17 Novembre 2019