Malta fai da te

Malta fai da te

Malta fai da te: come preparare l’impasto dei diversi tipi di malte, proporzioni e dosi degli inerti e leganti da usare.

Pochi quantitativi di malta possono essere preparati usando il classico secchiello da muratore (capienza 10 – 15 kg) mentre per quantitativi elevati (fino a 45 – 50 kg) si può preparare l’impasto in terra col badile. In ogni caso, per quantità che si spingono dai 45 – 50 kg in su, è sempre consigliato l’uso della betoniera. Per preparare la malta con la betoniera vi invitiamo a leggere gli articoli:

Le betoniere piccole sono piuttosto silenziose, possono essere spostate con facilità e si comprano con budget davvero ridotti. La betoniera si rende utile per preparare qualsiasi tipo di malta.

Malta fai da te

Come premesso, esistono diversi tipi di malte e in questo paragrafo analizzeremo le tipologie più diffuse segnalandovi proporzioni e dosi degli ingredienti da usare.

Come si prepara la Malta di calce

Si utilizza per preparare intonaci per rivestire i muri oppure come legante per mattoni. I quantitativi da usare, in termini di volume, di calce, sabbia e acqua, vedono un rapporto pari a: 1 – 3 – 1. Per ogni volume di calce se ne impiega il triplo di sabbia e il medesimo di acqua.

Versate la calce nel secchio e aggiungete la sabbi asciutta. Mescolate accuratamente e solo quando i due ingredienti saranno ben mescolati potete amalgamare aggiungendo l’acqua in piccole dosi. L’impasto finale dovrà risultare morbido e omogeneo.

Come si prepara la malta di cemento

La malta fai da te di cemento è molto versatile: si usa per lavori di muratura (interni e esterni), come legante per mattoni in esterno. Le proporzioni, in volume, vedono l’impiego di cemento, sabbia e acqua in rapporto 1 – 4 – 1.

Per la preparazione si prosegue come visto per la malta di calce, ovviamente sostituendo la calce col cemento.

Altri dettagli sui quantitativi da usare per la preparazione delle malte sono disponibili nella pagina: Malta, proporzioni e dosi.

Come preparare il calcestruzzo

Il calcestruzzo fai da te è usato per fondazioni e strutture portanti; molto diffuso è il calcestruzzo armato realizzato con tondini di ferro. Per fare il calcestruzzo avete bisogno di rispettare le proporzioni 1 – 2 – 4 – 1 tra cemento, sabbia, ghiaia e acqua.

Come si fa il calcestruzzo? Mescolate prima la sabbia e la ghiaia asciutte, aggiungete il cemento e mescolate ancora. Solo alla fine, quando i primi tre ingredienti avranno composto una miscela, sarà possibile aggiungere dell’acqua. Il calcestruzzo è una malta molto consistente.

Come preparare malta bastarda

Se la malta di calce è usata principalmente per lavoro in interno, la malta bastarda è il suo equivalente per lavori esterni. Si chiama bastarda perché vede l’impiego contemporaneo di due leganti, la calce e il cemento.

Le dosi da rispettare, in volume, vedono l’impiego di cemento, calce, sabbia e acqua in rapporto 1 – 3 – 10 – 3. Sì, avete capito bene, per ogni parte di cemento ci vogliono tre parti di calce, dieci parti di sabbia e 3 di acqua.

Come si prepara il cemento a presa rapida

Si chiama cemento a presa rapida o semplicemente cemento rapido, è un tipo di malta fai da te molto utile per bloccare, in poco tempo, mensole o altri corpi e strutture murarie.

Il cemento a presa rapida va lavorato velocemente: appena preparato bisognerà sfruttarlo per il suo scopo perché indurisce velocemente. Per praticità, preparatelo e utilizzatelo a piccole dosi altrimenti non avrete il tempo di impiegarlo tutto.

Come preparare il cemento a presa rapida? Il procedimento è semplice, in volume, unite una parte d’acqua e il doppio di cemento. Le proporzioni da rispettare per fare il cemento rapido sono 1:2, acqua – cemento. Bisognerà usarlo nel giro di 2 o 3 minuti. Preparatelo in scodelle in plastica flessibile altrimenti potrebbe rovinare i contenitori rigidi.

Altri articoli che potrebbero interessarvi sulla malta fai da teCome si prepara la malta.

Pubblicato da Anna De Simone il 11 ottobre 2016