Mal di piedi in inverno e dolori ossei

Mal di piedi in inverno

Un po’ per il clima un po’ perché ci muoviamo mediamente di meno, possiamo soffrire di mal di piedi in inverno più che in estate. Se ciò accade è bene chiedersi se non abbiamo delle malattie reumatiche perché sono le malattie che in questa stagione danno maggiori problemi. Il nome fa un po’ paura ma in questa grande famiglia di patologie troviamo problemi di vario tipo.

L’artrosi, ad esempio, e tutte le altre malattie di degenerazione articolare, ma anche malattie di tipo infiammatorio che poi sfociano in danni a livello articolare. L’inverno, con le sue temperature fredde, è nemico di chi soffre di una infiammazione perché di solito essa si placa con le temperature più calde oppure se si utilizza l’articolazione interessata.



Mal di piedi in inverno: perché

Il mal di piedi in inverno può essere quindi una manifestazione di queste malattie reumatiche che il clima freddo acuisce più che mai. Anche l’umidità non aiuta e lo sa bene anche chi soffre di mal di schiena o di mal di articolazioni in generale. Si parla spesso di reumatismi in generale, quando già arriva l’autunno e l’estate è solo un ricordo, ma ci sono delle patologie più complesse da prendere in considerazione che spesso chiamiamo reumatismo e trascuriamo. Possono essere patologie acute e croniche che colpiscono spesso i piedi e le sue articolazioni, oppure anche altre articolazioni, tendini o fasce muscolari: l’artrite reumatoide e la febbre reumatica.

Mal di piedi in inverno: cause

La febbre reumatica è una malattia infiammatoria che non colpisce i piedi e che partire da un’infezione delle vie respiratorie come la tonsillite o la faringite. Le situazioni di freddo e umidità acuiscono i sintomi che spesso riguardano le articolazioni. Sono gli anticorpi prodotti dal sistema immunitario che, invece di contrastare il microrganismo patogeno, vanno a aggredire le articolazioni, il cuore e il tessuto sottocutaneo.

L’artrite reumatoide può colpire sì i nostri piedi ed è parecchio dolorosa. Per diagnosticarla è necessario fare le analisi del sangue e vedere se è presente un autoanticorpo noto come fattore reumatoide. Questa malattia fa parte della categoria delle autoimmuni, ciò significa che il sistema immunitario si mette a fare il contrario di quello che dovrebbe. Invece di proteggere il corpo umano dai pericoli esterni, ne attacca i componenti mirando soprattutto alle articolazioni più piccole come quelle delle mani e dei piedi. I sintomi sono dolori forti, stati di gonfiore e rigidità. E’ molto importante affrontare subito con una terapia attenta questa malattia che, se trascurata, può causare una progressiva deformazione ossea e quindi anche dei problemi di deambulazione e di movimento fino a limitare la nostra autonomia di azione.

Mal di piedi in inverno

Mal di piedi in inverno e dolori ossei

Se siamo fortunati il nostro mal di piedi in inverno può essere un dolore alle ossa provocato dall’artrosi. Anch’essa però provoca molto dolore e può renderci difficile il movimento, è una patologia cronica che colpisce piedi, ginocchia, colonna vertebrale e mani.

Una cattiva routine quotidiana, una vita troppo sedentaria o una postura scorrette possono far aumentare i dolori alle ossa. Proviamo a fare il quadro della nostra giornata individuando alcuni momenti in cui stiamo troppo alla scrivania o in posizioni statiche, oppure eseguiamo movimenti ripetitivi. E’ bene prevedere dei momenti in cui fare attività fisica e nel frattempo sorvegliare mentre stiamo fermi in modo da assumere una postura corretta.

In ufficio cerchiamo di alzarci e fare il giro della scrivania per sgranchirci le gambe ogni trenta minuti passati seduti. Sarebbe ottimo inserire nella nostra giornata una passeggiata all’aperto o un po’ di palestra.

A casa se sistemiamo il disordine oppure facciamo le pulizie, facciamo attenzione a spostare pesi e a non fare gesti inappropriati.

A letto cerchiamo di rilassare tutti i muscoli. In particolare per i piedi può essere rischioso puntarli sul bordo o tenerli tesi, spesso non ce ne rendiamo conto ma poi ci fanno male.

Mal di piede… sempre

Purtroppo il mal di piede non viene solo in inverno ma può perseguitarci anche in estate. In questo caso le cause possono essere diverse: muscolo-scheletriche, vascolari, neurologiche o dermatologiche. Se si tratta di un problema muscolo-scheletrico il dolore riguarda articolazioni o tendini ma può essere, come abbiamo visto, anche legato alla presenza di artrite, oppure al pessimo allineamento della caviglia, all’alluce valgo o al dito a martello.

Alcuni mal di piede sono di origine traumatica è legato a una lesione ai tessuti molli, come una distorsione della caviglia oppure addirittura ad un’eventuale frattura. L’origine vascolare comprende anche sintomi come l’insufficienza arteriosa e l’aterosclerosi. Quando le cause sono neurologiche, possono consistere in neuropatie oppure nella sindrome del tunnel tarsale.

Se abbiamo escluso tutto questo, ci sono altre ipotesi come quella di un’infezione cutanea di natura batterica oppure un’infiammazione diffusa dei tessuti molli della caviglia e del piede.

Pubblicato da Marta Abbà il 10 Ottobre 2019